GITE FUORI PORTA – Bolzano

E’ inverno ma il sole splende caldo in un cielo azzurrissimo. Le cime dei  monti attorno a Bolzano sono spoglie ma la neve non è ancora arrivata se non lassù dove le vette si fanno più impervie. La città ci accoglie così, nella prima domenica di dicembre, addobbata a festa e pronta per ri2013-12-01 16.07.26acevere le orde di turisti che amano riversarsi come ogni anno per le sue stradine e nella centrale piazza Walther alla ricerca di qualche oggetto nel caratteristico mercatino natalizio.
La città di Bolzano, pur essendo piuttosto piccina (per visitarla velocemente potrebbero esservi sufficienti 1-2 ore), presenta un centro storico davvero molto suggestivo e molto interessante dal punto di vista turistico e culturale. Che arriviate dalla stazione dei treni o che parcheggiate in uno dei numerosi posteggi sotterranei a pagamento (il prezzo giornaliero non è bassissimo ma la comodità è impagabile), subito vi imbatterete quasi sicuramente nella grande piazza Walther dove, durante il periodo natalizio, circa 80 espositori propong2013-12-01 16.07.46aono caratteristici addobbi di legno, vetro e ceramica, tante idee regalo all’insegna della tradizione artigianale, nonché specialità gastronomiche e deliziosi dolci natalizi, come il famoso “Zelten” di Bolzano. L’atmosfera qui è molto calda e piena di luci, suoni e vita ed è impossibile non avvertire anche solo lontanamente lo spirito magico del Natale!
Su questa piazza si affacciano numerosi begli edifici ma ciò che cattura sicuramente l’attenzione è il bel Duomo, risalente al XV secolo ma edificato su precedenti edifici religiosi, con il suo tetto dalle tegole colorate. L’interno è molto scuro ma suggestivo e ricco di interessanti opere d’arte.
Poco oltre si incontra la Chiesa dei Domenicani, dalla facc20131201_171414aiata e dall’interno piuttosto anonimi. Ma non lasciatevi scoraggiare perché, se procedete oltre l’altare, sulla vostra destra vi troverete all’interno di una splendida e lunga cappella interamente abbellita da affreschi di scuola giottesca. Credetemi, è davvero sorprendete e, a mio avviso, è una delle opere più belle e interessanti della città! Da questa cappella si accede poi al chiostro del monastero che, dato l’orario, abbiamo però trovato chiuso.
Da qui ci sono un’infinità di bellissime viette sulle quali si affacciano palazzi colorati, porticati e negozi ed è piacevole girovagare senza una meta definita perché ovunque si possono scoprire begli scorci e angoli suggestivi. Da non perdere assolutamente sono via Portici con i suoi eleganti edifici e con le numerose boutique, piazza delle Erbe 2013-12-01 13.04.18ae piazza del Grano.
Quando all’orario di pranzo vi verrà di certo fame, nel centro storico si trovano un’infinità di ristorantini tipici che sapranno di certo soddisfare le vostre esigenze culinarie, stuzzicandovi con i piatti della tradizione locale tra i quali spiccano gli strepitosi canederli annegati nel burro fuso. Se visiterete la città durante i mercatini ricordatevi di prenotare la mattina appena arrivate in città o di recarvi a pranzo fuori dalle fasce orarie tradizionali altrimenti non troverete alcun tavolo libero!
Una visita a Bolzano non può ritenersi completa senza che vi siate recati all’interessantissimo Museo Archeologico dell’Alto Adige (orario di apertura: da martedì a domenica dalle 10 alle 18; lunedì aperto solamente durante i mesi di luglio, agosto e 20131201_123717adicembre; costo di ingresso: adulti 9 euro). Non lasciatevi ingannare dal nome che potrebbe far pensare ad un noioso museo. Qui tutta l’esposizione è concentrata unicamente sulla vera star del luogo: la mummia Otzi, ritrovata agli inizi degli anni ’90 tra i ghiacci alpini e perfettamente conservata dopo ben 5.000 anni. Un percorso semplice, chiaro ed interessante conduce il visitatore alla scoperta di questo incredibile  ritrovamento, degli utensili utilizzati dalla mummia, del contesto storico in cui aveva vissuto e, al termine, permetterà di osservare Otzi. E’ davvero una visita interessante, anche per i bambini!
Se avete già terminato la visita della città, potrete decidere di spingervi fin verso il quartiere di Gries, al di là del fiume, oppure di dirigervi in auto appena fuori dalla città alla scoperta dei castelli dei dintorni tra cui spicca sicuramente Castel Roncolo.

Scarica l’utilissima mappa di Bolzano con la descrizione delle principali attrazioni turistiche della città (consiglio di stamparla su A3 e di portarvela appresso durante la visita): Bolzano_itinerario_storico_artistico

Per maggiori informazioni sulla città visita il sito internet www.bolzano-bozen.it

Clicca qui per vedere le mie fotografie di Bolzano.
Clicca qui per leggere la pagina di diario scritta da Matteo.

2013-12-01 15.47.28a(foto in parte scattate da Giorgio)
Questa voce è stata pubblicata in Eventi trascorsi, Foto, Gite fuori porta. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *