GITE FUORI PORTA – Castello di Bianzano (Bianzano – BG)

Passeggiando lungo le sponde del tranquillo Lago di Endine, nella provincia bergamasca, forse vi sarà capitato di alzare lo sguardo verso i versanti della valle e scorgere un castello. Quello è il Castello di Bianzano!
Se da laggiù vi sembra piuttosto scenografico, dovete assolutamente salire a visitarlo perché, oltre all’imponente maniero, dal borgo si può ammirare una vista spettacolare sul lago e sulla Val Cavallina.
castello bianzano tusoperator
Il castello è di proprietà privata ed è stato ristrutturato attorno agli anni ’60-70 del secolo scorso diventando residenza estiva per i proprietari. Durante l’anno vengono organizzate diverse visite guidate che permettono di scoprire non solo il castello ma anche il borgo di Bianzano. Durante la visita siamo stati accompagnati da Vito, un ragazzo del paese, che si è dimostrato davvero preparato e che ha saputo arricchire la visita con una gran quantità di aneddoti e curiosità. Il tour, che parte dal sagrato parrocchiale e dura circa un’era e mezza, prevede:
– visita al castello con ingresso ad atrio e cortiletto affrescati e giro esterno delle mura;
– visita alla Chiesa Parrocchiale di S. Rocco (1614) ricca di arredi lignei di pregio e marmi policromi;
– visita al Santuario dell’Assunta (1234) in cui è conservato il pregevole altare ligneo del Fantoni e la statua del Signorù.
castello bianzano affreschi atrio tusoperator
Il castello risale al XIII secolo ed è di dimensioni piuttosto contenute. Si accede attraverso un portone collocato sotto un’alta torre che fungeva da perfetto punto di avvistamento. Nel piccolo atrio si trovano numerosi affreschi, preservati nel tempo, che rappresentano figure geometriche, bambini e le virtù. Il cortile presenta ancora tracce di affreschi alle pareti ma l’elemento più curioso è sicuramente l’incisione di un fiore (simile alla rosa camuna, simbolo della Regione Lombardia) su una pietra alla base della torre, accompagnato da una data. Partendo da questo elemento, ci sono poi una lunga serie di proporzioni numeriche e di simboli disseminati nell’edificio che inducono a pensare che in origine il castello fosse una sede dei Templari (addirittura!).
castello bianzano cortile tusoperator
Abbiamo trascorso un pomeriggio piacevole ed interessante. Detto ciò, non aspettatevi di visitare cose sorprendenti. Lasciatevi semplicemente trascinare lungo la storia delle nostre terre, godetevi il tour e la splendida vista sul lago.

INFORMAZIONI UTILI
Orari di apertura: il castello è di proprietà privata per cui è visitabile solo in alcune date specifiche (solitamente nel periodo da maggio ad ottobre). Se capitate da queste parti e lo trovate chiuso, potete comunque avvicinarvi e scattare qualche fotografia degli esterni e delle sue mura. Le visite guidate del 2016 sono le seguenti: 22 maggio, 26 giugno, 19 luglio, 7 agosto, 11 settembre e 23 ottobre. L’orario cambia in base al giorno quindi è preferibile contattare il numero +39 035814001 o scrivere a cortedeisuardo@gmail.com.
Costo della visita guidata: 5€ per la visita completa (castello, chiesa e santuario), 4€ per la visita ridotta (castello+chiesa/santuario) e 3€ per il solo castello. Bambini gratis fino a 12 anni.
Come arrivare: dalla Strada Statale 42 (da Bergamo verso Lovere), circa a metà del lago d’Endine, dopo il comune di Spinone al Lago, imboccare a sinistra la strada provinciale che, oltrepassato il comune di Ranzanico e in direzione della Valle Rossa, giunge a Bianzano dopo 8 Km.
Curiosità: ogni due anni, il primo fine settimana di agosto, il Castello e l’intero borgo sono sede di una rievocazione storica “Alla corte dei Suardo” che è davvero molto bella (www.cortedeisuardo.com). Noi ci siamo stati qualche anno fa (clicca qui per accedere all’articolo).

castello bianzano torre tusoperatorcastello bianzano cortile visita tusoperator

Questa voce è stata pubblicata in Gite fuori porta, Opinione, Recensioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *