GITE FUORI PORTA – Castello di Trezzo sull’Adda (MI)

Nel territorio milanese, lungo il confine con la provincia di Bergamo, si trovano i resti del Castello Visconteo di Trezzo dull’Adda (MI). Con “resti” non intendo dei ruderi privi di interesse. Anzi! Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, scoprirete qualcosa di molto interessante, misterioso e di ben conservato.
torre castello trezzo addaIl castello fu costruito nel 1300, per volere di Bernabò Visconti, su di un promontorio protetto su tre lati dal fiume Adda. Questa fortificazione, dall’interessante posizione strategica, è stata testimone di una storia tormentata, di cruenti lotte e di conquiste, che vide protagonisti il Barbarossa, i Torriani e i Visconti. Oggi dell’imponente castello rimane la torre a pianta quadrata, alta 42 metri, il pozzo fatto costruire nel 1400, alcune mura ed i suggestivi sotterranei.
castello trezzo
Si accede al castello tramite un bel parco pubblico nel centro storico di Trezzo. Tra la vegetazione compare immediatamente l’alto torrione, simbolo del paese, ai piedi del quale iniziano le visite guidate. E’ possibile girare liberamente tra le rovine del parco ma, per apprezzare al meglio questo luogo e per visitare le zone più caratteristiche, è necessario partecipare ad uno dei tour che si tengono durante la bella stagione (per maggiori informazioni vedere più sotto).
castello trezzo tusoperator sotterranei
La visita guidata, della durata di quasi due ore, tocca le seguenti tappe:

  • il museo archeologico, nel quale sono conservati alcune interessanti e preziose copie di reperti longobardi rinvenuti sul territorio. Si tratta di croci ed anelli in oro ritrovati negli anni ’70 in alcune tombe appartenenti ad alti funzionari del periodo longobardo;
  • i misteriosi ed umidi sotterranei del castello, ai quali si accede tramite una scala in pietra che scende nel cuore del promontorio. Dopo una piccola corte, ben conservata, si incontrano alcune celle e le casematte, grandi stanzoni in parte ricavati all’interno di una grotta naturale. Qui si trovavano le prigioni e, molto probabilmente, è in questi luoghi che morì Bernabò Visconti, per mano del nipote Gian Galeazzo. Come se non bastasse, questi sotterranei sono comparsi anche in una puntata di Mistero, il programma di Italia 1, in quanto sono state rilevate delle presente ultraterrene. Ovviamente non credo a queste cose ma bisogna ammettere che il luogo è davvero lugubre e suggestivo;
  • la torre di 42 metri, uno splendido esempio di torrione medievale conservato perfettamente ed altrattanto accuramente ristrutturato. Tramite comode scale, si può arrivare fino alla sommità e contemplare il paesaggio circostante.

La visita è davvero piacevole ed interessante. Vi consiglio di passare da queste parti una domenica pomeriggio e di lasciarvi condurre dalla brava guida lungo la storia di queste terre.
trezzo castello corte

INFORMAZIONI UTILI
Orari di apertura: il parco cittadino è aperto tutto l’anno ma le visite guidate si tengono solamente da inizio marzo al primo weekend di ottobre, ogni domenica pomeriggio e nei giorni festivi (la prima partenza è alle 15.00 mentre la seconda alle 17.00)
Costo biglietto: l’accesso al parco è gratuito mentre la visita guidata costa 6 euro (3€ ridotto). Per chi fosse interessato ad accedere solamente alla torre, è possibile salire senza accompagnamento al costo di 3 euro.
Come arrivare: il castello si trova proprio sul promontorio di Trezzo sull’Adda, circondato dal fiume. Si arriva attraversando il centro storico che spesso è chiuso nei giorni festivi. Lasciate l’auto nei parcheggi circostanti (ci vuole un attimo di pazienza ma si trova posteggio) e, in 10 minuti, raggiungerete il parco. Ai piedi della torre si trova uno stand con il punto informazioni/biglietteria.
Accesso disabili: non è possibile accedere a buona parte delle attrazioni con la sedia a rotelle. Con un po’ di fatica (i vialetti sono di ghiaia), si può comunque attraversare il parco ed visitare alcune delle rovine.

Per maggiori informazioni visita il sito prolocotrezzo.com

castello trezzo tusoperator torrecastello trezzo tusoperator vista da torre(foto di Fabio e Giorgio)

Questa voce è stata pubblicata in Gite fuori porta, Recensioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *