GITE FUORI PORTA – Modena

Modena, posizionata al centro della Val Padana, è una città con un centro storico piuttosto piccolo ma che presenta due caratteristiche che lo rendono molto particolare: il duomo modena fotocontinuo susseguirsi di portici e l’attenta gamma cromatica degli edifici che va dal rosso mattone all’arancione. Questo curioso binomio lo si incontra in tutte le tranquille stradine, disseminate di bei palazzi e di chiesette, che corrono tutte attorno a Piazza Grande, il cuore della città.
Il centro storico, in buona parte chiuso al traffico, è facilmente percorribile a piedi. Le limitate distanze che separano le varie attrazioni turistiche permettono di visitare Modena con una certa rapidità tanto che una mezza DSC_0056+giornata potrebbe essere più che sufficiente per visitarla. Sarebbe però un peccato andarsene senza essersi fermati in uno dei ristorantini sparsi qua e là che offrono le specialità gastronomiche di cui Modena è celebre. Tanto per citarne qualcuno e per stuzzicarvi l’appetito, vi ricordo i tortellini, lo zampone, gli affettati accompagnati da gnocco fritto e tigelle (simili a piccole piadine), il grana padano, il cotechino, le lasagne e l’aceto balsamico. Insomma, ce n’è per tutti i gusti!
Insomma, la città ha molti motivi per essere visitata e, se non siete ancora convinti di organizzarvi una bella gita fuori porta da queste parti, vi dico anche che alcuni monumenti sono stati riconosciuti come patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

I principali monumenti e attrazioni da visitare, in ordine di importanza ed interesse turistico, sono:
Piazza Grande, è il cuore pulsante della città ed è tra i monumenti riconosciuti come patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Circondata da magnifici edifici come il duomo, la torre della Ghirlandina e il porticato del Palazzo Comunale, è stata il palcoscenico della vista spirituale, civile e politica della città;

piazza grande modena

Duomo, riconosciuto nel 1997 dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità, è uno dei maggiori monumenti della cultura romanica in Europa. Fu fondato nel 1099 ed è dedicato a S. Maria Assunta. In esso sono custodite le spoglie di S. Geminiano, Vescovo e patrono di Modena morto nel 397. L’architetto Lanfranco e lo scultore Wiligelmo realizzarono la cattedrale in una sintesi fra la cultura antica e la nuova arte lombarda, creando un modello fondamentale per la civiltà romanica. Dalla fine del 1100 sino al trecento il cantiere fu proseguito dai Maestri Campionesi, scultori e architetti lombardi provenienti da Campione. L’interno è uno scrigno di tesori che comprendono elaborati altari, antiche statue lignee, un’elegante cripta, l’elaborata scultura del pulputi e preziose pale l’altare. Il Duomo è aperto tutti i giorni dalle 7.00 alle 12.30 (in luglio e agosto dalle 6 alle 12.00) e dalle 15.30 alle 19.00. Le visite non sono consentite durante le celebrazioni. Il personale, come abbiamo avuto modo più volte di testare, allontana rapidamente i turisti in modo anche sgarbato. L’ingresso è gratuito;

duomo modena

Torre della Ghirlandina, la splendida torre campanaria del Duomo, alta 86 metri, è sicuramente il simbolo della città. Essa unisce armoniosamente in sè tratti architettonici romanici e gotici e, dalla sua sommità, è possibile ammirare una bella vista sulla città. Anch’essa ha ottenuto il riconoscimento dall’UNESCO. Ingresso a pagamento (2 euro per la sola torre e 3 euro per torre + Palazzo Comunale). La Ghirlandina è aperta al pubblico e visitabile da aprile ad ottobre compresi, il sabato e la domenica orario 9.30-12.30/15.00-19.00 (chiusa il mese di agosto e la domenica di Pasqua);

torre ghirlandina modena

Palazzo Comunale, affacciato su Piazza Grande, è costituito da un aggregato secentesco di una serie di edifici sorti con funzioni diverse in epoca medioevale. Salita la scalinata che conduce all’ingresso, è possibile visitare alcune belle sale interne (Camerino dei Confirmati, Sala del Fuoco, Sala del Vecchio Consiglio, Sala degli Arazzi e Sala dei Matrimoni) decorate da grandi lampadari di cristallo, affreschi, tele e arazzi. Ingresso a pagamento la domenica e i giorni festivi (2 euro per il solo Palazzo oppure 3 euro cumulativo con la Torre Ghirlandina), gratuito i giorni feriali e in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio. Orari di apertura: da lunedì a sabato 8.00-19.00 mentre domenica e festivi 15.00-19.00;

palazzo comunale modena

Palazzo Ducale (Accademia Militare), costruito a partire dal 1634 su disegno dell’Avanzini, è un illustre esempio di architettura civile settecentesca e uno dei più grandi palazzi barocchi d’Italia. L’elegante facciata si presenta con tre piante di finestre affiancate, coronate da balaustre con statue. La parte centrale e quelle laterali sono sopraelevate. Il cortile d’onore, con elegante loggiato a due piani, è ritenuto un capolavoro dell’architettura barocca. Da qui si accede allo scalone d’onore, ornato da statue romane, che porta alle numerose sale della Residenza Estense. In particolare si segnalano: la Sala del Trono, il Salottino d’Oro, il Salone d’Onore e la sala dello Stringa. Attualmente il palazzo è sede dell’Accademia militare ed è visitabile solamente durante alcune specifiche domeniche del mese (costo della visita 7 euro);

palazzo ducale modena

Via Emilia, è l’importante strada edificata dagli antichi romani che attraversa il cuore della città. Su di essa si affacciano negozi, bar, chiese e palazzi storici;

via emilia modena

Palazzo dei Musei, nel cui interno si trovano i seguenti istituti culturali: Archivio Storico Comunale, Biblioteca Estense Universitaria, Museo Civico d’Arte, Museo Civico Archeologico Etnologico, Galleria Estense (chiusa in seguito al terremoto del 2012) e Biblioteca Civica d’Arte Luigi Poletti. L’ingresso è gratuito. Orario di apertura: da lunedì a sabato 7.30-19.30, domenica 8.30-19.30;
Museo della Figurina, che raccoglie la collezione personale di figurine di Giuseppe Panini, fondatore dell’azienda Panini e ideatore del rinnovamento della figurina in senso moderno. Ingresso gratuito. Orario di apertura invernale: da martedì a venerdì 10.30 – 13.00 e 15.00 – 18.00; sabato, domenica e festivi 10.30 – 18.00; lunedì chiuso. Orario estivo: da mercoledì a venerdì 10.30-13.00 e 16.00-19.30; sabato, domenica e festivi 10.30-19.30; lunedì e martedì chiuso. Chiusura estiva dal 14 luglio all’11 settembre 2014.
Chiesa di San Pietro, situata a circa 10 minuti a piedi in direzione sud di Piazza Grande, presenta una semplice e bella facciata in cotto, realizzata intorno al 1530. L’interno, rimaneggiato più volte nel corso dei secoli e privo di particolare interesse, è però ricco di opere realizzate tra il ‘400 e il ‘500, che costituiscono quasi una rassegna degli artisti locali del tempo. L’ingresso è gratuito. Orario apertura: feriale e festivo ore 5.15-12.00 e 15.00-19.45.

chiesa san paolo modena

Vi sono poi altre chiese, palazzi, musei e monumenti da visitare ma, a mio avviso, sono di minore importanza. Se mettete in conto di trascorrere a Modena una giornata intera, vi consiglio di acquistare o prendere in prestito in biblioteca una piccola guida come quella della Geo Mondadori (City Book).

Per maggiori informazioni visita il sito internet http://turismo.comune.modena.it/it

CLICCA QUI per vedere le mie fotografie di Modena.

modena portici

Questa voce è stata pubblicata in Eventi trascorsi, Foto, Gite fuori porta. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *