GITE FUORI PORTA – Palazzina di caccia di Stupinigi (TO)

Poco distante da Torino, a soli 10 km da p.zza Castello (circa 30 min in auto), si trova la splendida Palazzina di caccia di Stupinigi. Definirla “palazzina”, per la verità, è davvero riduttivo. Pur non essendo una vera e propria residenza sabauda in quanto utilizzata dai reali per brevissimi soggiorni durante le battute di caccia, questo palazzo è davvero ricco sia dal punto di vista storico che artistico. Non ha caso è stato inserito tra i beni Patrimonio dell’Unesco.
stupinigi tusoperator
Il progetto di realizzazione dell’edificio venne affidato al celebre Filippo Juvarra, apprezzatissimo architetto di corte al quale vennero affidati svariati progetti dalla famiglia reale sabauda, che avviò i lavori nel 1729. Dopo soli quattro anni la palazzina era quasi completamente ultimata (alcune sezioni vennero aggiunti nei decenni a seguire) e pronta per le numerose battute di caccia del re.
Arrivando dalla città, un lungo viale alberato fa da splendida cornice alla candida palazzina di caccia di Stupinigi. L’edificio è molto grande ma quello che colpisce immediatamente il visitatore è l’eleganza e l’armonia del complesso. Dal corpo centrale, si diramano alcuni bracci di edifici, alcuni aggiunti successivamente, affacciati sul bel cortile centrale. Sulla cupola più alta del palazzo svetta la scultura di un enorme cervo, simbolo appunto del palazzo.
interni stupinigi tusoperator
Gli interni, ristrutturati negli ultimi decenni (alcune sezioni sono ancora chiuse), sono a dir poco stupefacenti. Attraversare la ventina di sale aperte al pubblico è come fare un tuffo nel gusto rococò italiano dell’epoca caratterizzato dall’utilizzo di materiali preziosi come lacche, porcellane, stucchi dorati, specchi e radiche. Alcune presentano anche splendidi arredi dell’epoca (anche se molti di essi provengono da altre proprietà sabaude). Ogni sala è decorata con motivi e gusti differenti ma nessuna regge il confronto con lo spettacolare salone centrale. Si tratta di un ampio spazio, realizzato all’interno del corpo centrale del palazzo, illuminato da ampie vetrate affacciate sui giardini e interamente abbellito da affreschi.
Il parco retrostante il palazzo non è accessibile ai visitatori ma, al contrario, è possibile passeggiare per i semplici ma curati giardini del cortile antistante.
Compresa nel biglietto di ingresso c’è anche una buona audioguida che, senza eccedere in dettagli, permette di visitare il palazzo comprendendo funzionalità e dettagli di ogni stanza. Per la visita alla palazzina di caccia di Stupinigi, mettete in conto circa un’oretta.
salone stupinigi tusoperator

INFORMAZIONI UTILI
Costo di ingresso: 12 euro (8€ ridotto), comprensivo di audio-guida.
Orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 17.30 mentre sabato e domenica dalle 10 alle 18.30.
Come arrivare in auto e parcheggio: dal centro di Torino percorrere Corso Unione Sovietica e proseguire su Viale Torino sino al complesso. Per chi arriva da fuori città percorrere la tangenziale sud sino all’uscita Stupinigi e proseguire su Viale Torino. Davanti al palazzo troverete degli edifici ad uso agricolo ormai dismessi, con alcuni bar e ristoranti. Qui si trovano numerosi parcheggi gratuiti.
Come arrivare con i mezzi pubblici: linea 4 sino al capolinea e succesivamente linea 41 direzione Orbassano (fermata Stupinigi).

Per maggiori informazioni visita il sito internet www.ordinemauriziano.it/palazzina-di-caccia-stupinigi

palazzina stupinigi tusoperator

Questa voce è stata pubblicata in Gite fuori porta, Opinione, Recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *