GITE FUORI PORTA – Pinacoteca di Brera (Milano)

Che noia questi weekend di tarda primavera in cui ci si immagina sdraiati al sole per la prima tintarella e ci si ritrova, invece, chiusi in casa a guardare la pioggia che continua a scrosciare imperterrita oltre i vetri della finestra di casa. Anche se il sole non c’è modo di farlo uscire, non è detto che la vostra domenica sia destinata a trascorrere tra le quattro pareti di casa. Armatevi di buona volontà e di un ombrello e andate a visitare uno dei tanti musei o pinacoteche disseminati per il territorio italiano. Ce ne sarà sicuramente qualcuno interessante anche poco distante da voi!
E chi l’ha detto che al museo ci si annoia?!
brera milano tusoperator_6
Noi abbiamo deciso di dirigerci verso Milano e, parcheggiando in Cascina Gobba l’auto e muovendoci poi in metro, siamo sbucati in Brera. Il quartiere già è bellissimo di suo: strade acciottolate, antiche palazzine, bar con tavoli all’aperto, qualche chiesetta e un sacco di boutique.
La nostra meta, però, era la Pinacoteca di Brera che non avevo mai visitato!
brera milano tusoperator_3
L’esposizione è ospitata in un bel palazzo barocco caratterizzato da un elegante cortile con, al centro, la statua di un improbabile quanto aitante Napoleone in veste (poche per la verità) di Marte pacificatore realizzata da Canova.
Le 38 sale che costituiscono la pinacoteca (alcune chiuse per restauro) sono un susseguirsi di capolavori sia di artisti italiani che stranieri dal XIV al XIX secolo. Tra i dipinti più famosi e che vi faranno dire “questo l’ho già vista da qualche parte” ci sono lo “Sposalizio della Vergine” di Raffaello, il “Cristo Morto” del Mantegna, la “Cena in Emmaus” di Caravaggio e il “Bacio” di Hayez.
brera milano tusoperator_5
Ma di opere ed artisti famosi ce ne sono a profusione. Tra i nomi più celebri troviamo Piero della FrancescaBramanteTintoretto, Bellini, Bronzino, Moroni, Lotto, Pelizza da Volpedo, BoccioniModigliani. In alcuni spazi allestiti, forse temporaneamente, in seguito ad una donazione c’erano addirittura un Picasso e una scultura di Giacometti.
Se avete la “sfortuna” di trovare alcune opere in restauro non disperate. Già perché le ritroverete nel laboratorio allestito proprio all’interno delle sale della pinacoteca in cui, durante alcune giornate, è possibile vedere i restauratori al lavoro. Il “Cristo Morto” di Mantegna si trovava proprio qui!
brera milano tusoperator_1
La visita è davvero interessante e piacevole. Anche chi di arte non ne capisce molto come me verrà di certo attratto e ammaliato dalla bellezza delle opere esposte.
Se poi, dopo una o due ore dedicate alla visita della pinacoteca, il sole ha fatto capolino tra le nubi, perdetevi tra le stradine di Brera e fermatevi in un bar all’aperto per una tazza di caffè e, perché no, anche per una bella fetta di torta (che non guasta mai).
brera milano tusoperator

INFORMAZIONI UTILI
Orari di apertura: martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle 8.30 alle 19.15 (chiusura biglietteria alle 18.40); giovedì dalle 8.30 alle 22.15 (chiusura biglietteria alle 21.40). Chiuso tutti i lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre
Costo di ingresso: 10 euro (7 euro ridotto). Ingresso gratuito la prima domenica del mese (ma preparatevi alla folla)
Durata della visita: calcolate da una a due ore (dipende da quanto tempo perderete ad ammirare i quadri)
Come è strutturata la visita: la visita è libera ma è possibile partecipare a visite guidate (private o di gruppo) oppure noleggiare un’audioguida (5€)
Come arrivare: il modo più semplice è sicuramente raggiungere Brera in metropolitana (M2-fermata Lanza, M3-fermata Montenapoleone o M1-fermata Cairoli). In alternativa potete prendere il bus n.61 o 57 e i tram n. 1, 2, 12, 14 e 4.

Per maggiori informazioni visita il sito www.pinacotecabrera.org

brera milano tusoperator_4(si ringrazia Giorgio per alcune delle fotografie pubblicate)
Questa voce è stata pubblicata in Gite fuori porta, Recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *