TOUR DELLA DANIMARCA… pezzo dopo pezzo!

Molti dei viaggiatori che partono alla scoperta della Danimarca si fermano alla sua capitale, Copenaghen. Noi però ci spingeremo un po’ oltre, per vedere cosa c’è oltre le spalle della celebre statua della Sirenetta che, silenziosa, se ne sta nei pressi del porto cittadino.

Questo è il mio programma in formato pdf con tante informazioni su hotel, luoghi da visitare, durata degli spostamenti, costi di ingresso e molto altro: Programma tour in Danimarca_Tusoperator

Il nostro tour di 5 giorni toccherà le seguenti tappe:

  • la dinamica città di Copenaghen

 

 

 

 

 

  • il fiabesco castello di Frederiksborg a Hillerod

Continua a leggere

Pubblicato in I miei tour | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

GITA FUORI PORTA – Promontorio di Portofino (GE)

Almeno una volta nella vita va fatto. Prendete carta e penna e, nella listra dei viaggi da fare, segnatevi il Promontorio di Portofino.
L’eleganza cromatica di Portofino, la magia dell’Abbazia di san Fruttuoso che pare emergere dal mare, le scogliere con il faro, il lusso degli yatch e delle ville di inizio ‘900, la natura selvaggia che domina sull’uomo e il sapore di un bel piatto di spaghetti allo scoglio gustati in riva al mare.
Credetemi, almeno una volta nella vita dovete venire qui e contemplare la bellezza di queste acque color Tiffany. Già, perfino la tonalità del colore richiama il lusso. Ma è un lusso accessibile a tutti, basta tuffarsi in questo mare incredibile!

Il modo migliore per visitare queste zone è noleggiare una barca a motore (se non avete la patente nautica provate a chiedere la disponibilità di mezzi da 40 cavalli) o prendere i traghetti che partono periodicamente da Camogli o Santa Margherita Ligure.
Muoversi con la propria barca è sicuramente la soluzione migliore perché permette una maggiore elasticità. Potrete cambiare itinerario a vostro piacimento, avvicinarvi alle splendide ville o ai paesi affacciati sul mare o semplicemente fermarvi quando più vi pare per fare un tuffo nelle bellissime acque attorno al promontorio di Portofino.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Bergamo entra nel patrimonio dell’UNESCO

Evviva! Anche la nostra splendida città di Bergamo entra a far parte della lunga lista dei beni patrimonio dell’UNESCO! Mancavamo solo noi! 🙂

Per quale tra le tante bellezze nostrane potremo gongolarci del riconoscimento ottenuto? Ovviamente per le mura che racchiudono la città alta, che entrano nella lista UNESCO con “Le opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo: Stato da Terra – Stato da Mar occidentale”. Insieme a Bergamo, ci sono anche Peschiera del Garda e Palmanova, Zara e Sebenico (in Croazia) e Cattaro (in Montenegro).

Sono orgoglioso di essere bergamasco!

Leggi l’articolo comparso su Bergamonews

Se stai cercando qualche informazione per visitare la città di Bergamo, leggi il mio articolo. Troverai anche un tour tutto particolare pensato da me!

(foto Tusoperator)
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

DIARIO DI VIAGGIO – Valencia: io, la mamma e las Fallas!

Quanti amici conoscete che sono già stati a Valencia? Io moltissimi. Tutti che dicevano: “è una città vivacissima”, “non puoi perdertela durante le Fallas”, “è bellissima e piena di energia” e “non ci sei ancora stato?”. Urgeva verificare tutte queste cose di persona!
Eccoci quindi al punto di partenza di questo viaggio: io, la mamma e las Fallas. Perché la mamma? Perché l’ho portata con me. Perché las Fallas? Perché abbiamo visitato la città durante la sua festa più sorprendente e coinvolgente. Un evento imperdibile! Ma vi racconto tutto qui sotto.

Continua a leggere

Pubblicato in Diario di viaggio, I miei tour | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

GITE FUORI PORTA – Cattedrale Vegetale di Oltre il Colle (BG)

La nostra amata Italia è disseminata di fantastiche cattedrali: romaniche, gotiche, rinascimentali, barocche e via dicendo. Gli stili architettonici sono i più svariati ma hanno la caratteristica comune di essere quasi tutte degli edifici chiusi. Ad Oltre il Colle, tra le valli bergamasche, ce n’è però una diversa dalle altre. E’ la suggestiva Cattedrale Vegetale voluta da Giuliano Mauri, maestro delle “architetture naturali”.

Il contesto in cui è collocata è davvero suggestivo: in una radura del bosco, nei pressi di una piccola pozza d’acqua, sorge la Cattedrale. Tutto attorno si estende uno splendido paesaggio montano fatto di picchi rocciosi, pascoli verdissimi e qualche campanile che sbuca dai tetti di piccoli paesi.

Raggiungere questo luogo è davvero semplice. Non è necessario aver voglia di camminare, di avere degli scarponcini o di prendersi un’intera giornata di tempo. La strada asfaltata arriva praticamente fino a 50 metri dall’opera (leggete più avanti per maggiori informazioni).

La Cattedrale Vegetale è stata realizzata nel 2010, dopo la morte dell’archietetto Giuliano Mauri (deceduto nel 2009), ai piedi del monte Arera. Siamo ad un’altitudine di 1.345 metri. L’opera è costituita da 42 colonne di altezza differente con all’interno dei faggi che, nel tempo, cresceranno e prenderanno il sopravvento sull’opera dell’uomo, un’intricata ed elegante impalcatura naturale fatta di 1.800 pali di abete, 600 rami di castagno e 6 mila metri di rami di nocciolo saldati fra loro da un intreccio di legno flessibile, chiodi, corde e picchetti.

INFORMAZIONI UTILI
Costi di ingresso: l’ingresso alla Cattedrale Vegetale è gratuito. Se si vuole arrivare alla meta direttamente in auto, è però necessario acquistare un ticket-pass di 4 euro per autovettura. Potete recuperarlo nei bar dei paesi della zona o acquistarlo direttamente sul posto (poco prima dell’arrivo, lungo la strada troverete una macchinetta per l’emissione dei biglietti).  Se preferite non pagare, potete lasciare l’auto prima dell’area limitata e raggiungere l’opera a piedi (sono circa 500 metri in salita).
Orari di apetura: la Cattedrale verde è immersa nella natura pertanto è aperta 24 ore su 24.
Come arrivare: per raggiungere Oltre il Colle (BG) ci sono dei bus che partono da Bergamo ma non sono molto numerosi e non vi scaricheranno proprio in prossimità della Cattedrale. Vi consiglio quindi di muovervi in automobile. Il navigatore vi porterà nel punto esatto in cui si trova ma, se non amate utilizzarlo, vi riporto qualche indicazione utile. Si percorre l’autostrada A4 Milano-Venezia con uscita Bergamo o Dalmine. Risalite poi la Valle Brembana e, oltrepassato Zogno, in località Ambria svoltate per la Val Serina fino a raggiungere Oltre il Colle. Un altro percorso, con uscita dall’autostrada a Seriate o Bergamo, si sviluppa risalendo la Valle Seriana fino a Ponte Nossa, da dove si risale lungo la Valle del Riso. Questa tratta è più panoramica e meno trafficata, tuttavia strada presenta molti più tornanti. A questo punto, entrambe le opzioni vi portano lungo la strada che collega Oltre il Colle e Zambla Alta. Lungo questo tratto di strada, dovrete prendere la deviazione, ben segnalata da cartelli con scritto “Cattedrale Vegetale”, che attraversa la località Plassa. Proseguendo dritti, arriverete alla meta.

Per maggiori informazioni visitate il sito internet it.cattedralevegetale.info oppure http://www.cattedralevegetale.oltreilcolle.info/index.php

Cerchi qualche idea per le tue prossime gite fuori porta? Ti propongo alcune idee ed itinerari, suddivisi per Regione. Sono luoghi in cui sono stato anche io per cui troverai i miei consigli personali su come visitarli!

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove idee o proposte? Visita la mia pagina Facebook.

Pubblicato in Foto, Gite fuori porta | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

SPOSTARSI A LONDA CON UBER

Ci sono molti mezzi per spostarsi a Londra: bus, metro, battelli, taxi… e UBER! Ebbene sì, questo utile servizio è attivo anche nella capitale inglese. Ed è comodissimo!

Partiamo per ordine. Per chi non lo conoscesse, Uber è un servizio molto simile ai taxi ma che presenta il vantaggio di essere più economico, più semplice da utilizzare e più trasparente.

Come lo si utilizza? E’ davvero molto semplice. Prendete tra le mani il vostro smartphone, scaricate l’app di Uber ed effettuate la registrazione (gratuita). Quando avete bisogno di uno spostamento a Londra (o nelle altre città coperte dal servizio), l’app vi geolocalizzerà già nel punto in cui vi trovate (e in cui la vettura verrà a prelevarvi) e vi chiederà di indicare la vostra destinazione (potete inserire un indirizzo, un punto di interesse, un hotel, etc. o anche indicare un punto sulla mappa). Dato che l’applicazione localizza la vettura Uber più vicina a voi, vi indicherà già una stima di quanto costerà il viaggio. Una volta confermata la richiesta, vi comunicheranno i dati dell’auto, dell’autista e il tempo in cui arriverà. Quando il viaggio sarà terminato, non dovrete pagare nulla al conducente: l’app vi dirà esattamente quanto avete speso e ve lo addebiterà sulla carta di credito o sul conto paypall precedentemente abbinato.

Veniamo ai costi. L’applicazione è gratuita, si paga solamente il prezzo del tragitto come se si trattasse di un normale taxi. Il prezzo varia in base ai chilometri percorsi e al tempo necessario per raggiungere la destinazione. Cambia, inoltre, anche in base al tipo di auto che si desidera noleggiare. Lo standard (UberX), ha una di tariffa di partenza di base di circa £2.50 e prezzi in carica di circa £0.15 al minuto e £1.25 per miglio.
Per farla semplice, calcolate che noi soggiornavamo di fronte alla Torre di Londra e che, per arrivare a Westminster, abbiamo pagato circa 8£. Nei vari spostamenti non abbiamo mai speso più di 12£.
Se calcolate che il biglietto singolo della metropolitana costa 2.40£ a persona, se siete in 3-4 persone vi conviene persino spostarvi per la città con Uber!

Perché scegliere Uber rispetto ai taxi? Ecco un elenco dei vantaggi:
1. Facile da usare: l’applicazione è compatibile con tutti i sistemi operativi mobili (Android, iOS e Windows Phone) ed è immediata da comprendere.
2. Puntuale: dal momento in cui lo si chiama, il mezzo arriva in un massimo di cinque minuti. Ad ogni modo, potrete seguire sul cellulare le tempistiche in tempo reale.
3. Qualità del servizio: le auto sono pulite e hanno meno di cinque anni, che garantisce il massimo comfort.
4. Pagamento da cellulare: non c’è bisogno di pagare il conducente. La stessa applicazione si integra con le carte di credito, PayPal e altri sistemi di pagamento. Una volta concluso il viaggio, l’addebito arriva in automatico.
5. Trasparenza: si paga il tempo effettivamente impiegato e l’eventuale tempo di ritardo. Nient’ altro. Nessun sovraprezzo per l’aeroporto o altro luogo pubblico o per l’orario notturno.
6. Sicurezza: i driver non sono dipendenti di Uber ma per lavorare con questa piattaforma devono superare una serie di test di sicurezza e l’accettazione delle leggi sul lavoro nel paese in cui esercitano l’attività. Ogni autista ha anche un valutazione data dai viaggiatori per cui è incentivato a comportarsi correttamente.

Per maggiori informazioni visita il sito www.uber.com

Pubblicato in Pensieri, Recensioni | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

DIARIO DI VIAGGIO ON THE ROAD: LONDRA – terzo giorno

La domenica mattina, Londra si risveglia con calma. Non importa se fuori c’è il sole, se la primavera esplode di vita e colori. I musei aprono tardi, i negozi sono chiusi e le finestre delle case rimangono chiuse ancora per un po’.
Che fare, quindi, durante la nostra ultima mattinata a Londra?

Cerchiamo qualche info sul web e puntiamo verso il Flower Market di Columbia Road. In questa tranquilla zona periferica, bancarelle cariche di fiori sono prese d’assalto dai londinesi, sotto l’obiettivo di turisti giapponesi che non si lasciano perdere nemmeno una transazione.

Poco oltre, in una zona un po’ più degradata, fervono gli ultimi preparativi per l’apertura del Brick Lane Market, una curioso mercato domenicale in cui si trovano oggetti vintage, antiquariato, ciarpame assortito, cibo e abiti usati.

Un’altra faccia della medaglia rispetto all’ordine e allo sfarzo delle zone centrali di Londra.

Pubblicato in Diario di viaggio, Foto, I miei tour | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

DIARIO DI VIAGGIO ON THE ROAD: LONDRA – secondo giorno

Ce l’ho fatta! Questa volta sono riuscito ad entrare nella Torre di Londra!

Lupin si sarebbe intrufolato calandosi da un elicottero, sgattaiolando nel buio per poi rubare i fantastici gioielli della corona. Ma io sono molto più banale e, ticket alla mano, sono passato dall’ingresso principale.

Il furto l’hanno commesso alla biglietteria dato che mi hanno alleggerito di 25£ (circa 30 euro). Ma ne è valsa la pena!

Varcate le mille mura di cinta, ecco gli splendidi edifici medievali, i prati curati, le casette caratteristiche e la White Tower che svetta al centro del complesso.

Tutto molto bello ma i gioielli della corona di più. Ho deciso: lunedì entro in ufficio con in mano lo scettro con il luccicante diamante da oltre 500 carati. E guai a chi mi guarda male che glielo picchio sugli stinchi!

In un soleggiato sabato pomeriggio cosa c’è di meglio da fare a Londra se non una passeggiata tra Covent Garden, Liecester Square, Soho e Piccadilly Circus?

La folla è ovunque. Ci trascina, ci distrae, ci spinge dentro ai negozi e ci blocca di fronte ad uno spettacolo di artisti di strada.

Oggi ho trovato Londra calda, accogliete e luminosa. Non avrei mai creduto di utilizzare queste parole per definirla! Di solito non è grigia e snob?

Pubblicato in Diario di viaggio, Foto, I miei tour | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento