Sognando il west americano sulle note della New Pop Orchestra

L’aria fresca e frizzante di settembre portava con se qualcosa di nostalgico. Un maglioncino pesante e una giacchetta, indispensabili per non tremare di freddo, richiamavano già i futuri mesi in cui il freddo ne avrebbe fatto da padrone. Ieri sera però non si poteva tremare perché pareva che anche solo un minimo movimento avrebbe potuto disturbare l’armoniosa melodia che sgorgava dalle decine di strumenti musicali della New Pop Orchestra.
Uno splendido concerto eseguito da un’orchestra davvero insolita che, con la sua cinquantina di musicisti, propone pezzi insoliti e spesso provenienti da colonne sonore di celebri film.
tusoperator_new pop orchestra
Non appena hanno attaccato con un medley delle composizioni di Ennio Morricone per i film di Sergio Leone (conosciuti anche come “spaghetti western”), la mia mente è corsa subito lungo gli sconfinati deserti e praterie del west americano. Chiudendo gli occi mi pareva di trovarmi ancora, come lo scorso maggio, a sobbalzare lungo la strada che attraversa la Monument Valley.
Un concerto davvero molto bello, eseguito nell’anfiteatro all’aperto di Ciserano (BG), apprezzabile anche per chi non mastica molto di musica e di orchestre (come me). Il repertorio ha toccato le colonne sonore di Titanic, La mia Africa, Pirati dei Caraibi, Il Signore degli Anelli, Sister Act, Shrek e così via. Il tutto condito da tanta passione e bravura.
Se ne avete l’occasione non perdetevi i loro prossimi concerti!

Questa voce è stata pubblicata in Mostra/Iniziativa culturale, Pensieri. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *