Il mito di Raffaello in mostra a Bergamo

Il mito di Raffaello in mostra a Bergamo

Raffaello è uno dei grandi del rinascimento italiano. Questo lo sappiamo tutti. L’abbiamo imparato sui banchi di scuola o guardando le tartarughe ninja alla tv.

Adesso a Bergamo hanno organizzato una bella mostra che ruota attorno a lui ed al suo mito. È una di quelle grandi mostre da non perdere!

Di Raffaello sono espote una dozzina di tele. Non sono molte e non sono nemmeno tra le più famose. Però alcune sono così belle e con colori così brillanti che valgono sicuramente il biglietto di ingresso (intero 12€). Una su tutte il San Sebastiano, solitamente collocato nell’Accademia Carrara di Bergamo.

A fare da “contorno” alla mostra ci sono una gran quantità di altre opere di artisti differenti. Troviamo pittori rinascimentali che formarono il giovane Raffaello (bellissime le tele del Perugino) e artisti dal XIX secolo in poi che furono invece ispirati al pittore.

Tra le sale c’è pure spazio per un po’ di gossip. La causa è ovviamente il celebre ritratto che Raffaello fece alla Fornarina, la sua amante. Pare che nell’800 fosse un tema particolarmente piccante dal momento che una sala è piena di opere ispirate al loro presunto amore.

Vi chiedete se valga la pena di venire a visitare la mostra? Secondo me si. Non mi ha convinto al 100% ma rimane sicuramente uno di quegli eventi per i quali ci si pentirebbe di non essere andati.
E poi dove le trovate così tante opere di Raffaello tutte insieme?

Per maggiori informazioni sulla mostra “Raffaello e l’eco del mito” visita il sito ufficiale: raffaellesco.it



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.