FIRENZE: 10 cose da non perdere

FIRENZE: 10 cose da non perdere

Firenze non ha bisogno di grandi presentazioni. La città è strapiena di capolavori artistici e richiederebbe diversi giorni per essere visitata bene. Se però avete poco tempo a disposizione o volete ritornarci dando una rinfrescata veloce alle principali attrazioni della città, ecco l’elenco delle 10 cose da non perdere a Firenze

Firenze = Rinascimento. Chiunque l’ha studiato a scuola o l’ha sentito dire in tv.

Mossi i primi passi in città vi renderete immediatamente conto di quanto questo sia vero: palazzi, chiese e monumenti parlano della fioritura dell’arte del XIV secolo che, proprio qui, prese il via. Quando poi metterete piede all’interno di un museo o di un qualsiasi edificio vi accorgerete che ciascuno è un piccolo scrigno di tesori: i grandi nomi dell’arte compaiono ovunque. E tutto il mondo ci invidia questa incredibile ricchezza! Quanti musei si strapperebbero le vesti per una qualsiasi delle opere minori custodite agli Uffizi?

Se tanta cultura mette anche fame, i ristoranti di Firenze offrono piatti prelibati e ottimi vini (ma non esagerate altrimenti poi come visitate la città?). Secondo la mia esperienza, sono anche più onesti di quanto si potrebbe immaginare.

Siete pronti per ripercorrere brevemente quelle che, a mio avviso, sono le 10 attrazioni da non perdere a Firenze?

 

1) PANORAMA DA PIAZZALE MICHELANGELO

Inutile girarci attorno: un panorama su Firenze come quello che si può ammirare da Piazzale Michelangelo non lo troverete altrove. E questo non è certamente un mistero dato che la terrazza, realizzata nel XIX secolo, è perennemente invasa da turisti. Ma basta isolarsi mentalmente dalla folla e farsi largo tra le orde di orientali per innamorarsi di quello che avete sotto gli occhi: Ponte Vecchio, l’Arno, la torre di Palazzo Vecchio, il Campanile di Giotto, la Cupola del Brunelleschi e le decine di altri edifici famosi che spiccano sullo skyline.
Ricordatevi che il tramonto è l’orario migliore della giornata perché il sole, basso ed infuocato, illumina tutta la città.

COSTI DI INGRESSO: l’accesso al piazzale è gratuito
ORARI DI APERTURA: il piazzale è sempre aperto
COME ARRIVARE: si può raggiungere questa terrazza panoramica tramite una scalinata che parte dall’Oltrarno, tramite i mezzi pubblici o in auto (ci sono alcuni posteggi a pagamento – circa 1€ l’ora – ma sono spesso occupati)

 

2) GALLERIA DEGLI UFFIZI

Cosa vieni a fare a Firenze se non visiti gli Uffizi? In questo palazzo, situato in Piazza della Signoria, si nasconde uno dei più bei musei italiani e merita già di per sé una visita per i suoi corridoi ed i soffitti affrescati a grottesche.
Come già noto, contiene al suo interno delle opere immortali che chiunque, anche il meno afferrato in storia dell’arte, non può non conoscere. Qualche esempio? La Nascita di Venere di Botticelli, l’Annunciazione di Leonardo da Vinci, il Tondo Doni di Michelangelo, la Medusa di Caravaggio, la Venere di Urbino di Tiziano, la Madonna del Cardellino di Raffaello, i Duchi di Urbino di Piero della Francesca, etc.
Ce n’è veramente per tutti i gusti e gli artisti famosi si susseguono uno dopo l’altro.

Se non siete troppo appassionati del genere ci perderete circa un’ora e mezza ma se amate l’arte di questo ampio periodo storico, allora credo non ne uscirete mai più.

COSTI DI INGRESSO e ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.uffizi.it
ATTENZIONE: per evitare lunghe code, ricordatevi di prenotare in anticipo la visita. Costa qualche euro in più ma vi verrà assegnata una fascia orario in cui accedere

 

3) PIAZZA DEL DUOMO

Sfido chiunque, anche i viaggiatori più navigati, ad entrare in Piazza del Duomo e a rimanerne indifferenti! Il cuore di Firenze batte qui ed è uno dei luoghi più sorprendenti della città con quell’omogenea profusione di marmi bianchi, rossi e verdi.

In questa piazza troviamo Santa Maria del Fiore (Duomo), il Campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni. Meno importanti, ma comunque degni di interesse, sono la Loggia del Bigallo (dove venivano abbandonati gli orfani), il Palazzo Arcivescovile e altri palazzi che fanno da cornice alla piazza.

SANTA MARIA DEL FIORE: il Duomo della città è immenso e la sua cupola, ingegnosamente progettata da Brunelleschi nel Rinascimento, è qualcosa di spettacolare: domina implacabile lo skyline di Firenze! Se le pareti laterali dell’edificio, decorate da marmi alternati, sono “originali”, la facciata è una splendida e coerente aggiunta del XIX secolo. Gli interni sono immensi ma molto semplici. Dato che l’ingresso al Duomo è gratuito, preparatevi a lunghe code (specialmente nel weekend).
Se siete allenati fisicamente e se non vedete l’ora di ammirare la città da un punto privilegato, salite sulla cupola.

COSTI DI INGRESSO e ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.ilgrandemuseodelduomo.it

CAMPANILE DI GIOTTO: è semplicemente meraviglioso. I disegni geometrici dei marmi bianchi, verdi e rossi sono qualcosa di indescrivibile. Mi sarei fermato per ore in contemplazione di un simile capolavoro. Ovviamente è possibile salire sulla sommità ma preparatevi prima ad una lunga coda e poi ad una bella scalinata!

COSTI DI INGRESSO E ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.ilgrandemuseodelduomo.it

BATTISTERO DI SAN GIOVANNI: impossibile non vedere questo edificio a strisce bianche e verdi perché è posizionato esattamente davanti alla facciata del Duomo. Di notevole interesse sono le porte (XIV-XV secolo) mentre all’interno si può ammirare uno splendido mosaico duecentesco (sul soffitto) e un monumento funebre realizzato da Donatello.

COSTI DI INGRESSO e ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito operaduomo.firenze.it

 

4) PIAZZA DELLA SIGNORIA

Se piazza del Duomo è il centro religioso della città, Piazza della Signoria è sicuramente quello politico. Entrando in piazza, l’occhio viene subito catturato dall’imponente mole di Palazzo Vecchio. Prima di entrare a visitarlo, vi consiglio di ammirare le splendide sculture poste sotto la Loggia dei Lanzi e la fontana del Nettuno.

Lo sapete che in questa piazza Girolamo Savonarola diede alle fiamme libri e opere d’arte ritenuti peccaminosi (Falò delle Vanità) per poi finire arso lui stesso come eretico un anno più tardi?

PALAZZO VECCHIO è il simbolo del potere politico di Firenze e venne edificato a partire dal 1299 come una solida fortezza. Ospitò il Consiglio della Repubblica di Firenze ma, visitando gli interni, vi renderete conto che fu anche adibito ad appartamenti (vi si trasferì anche Cosimo I° de Medici). I soffitti sono una meraviglia per gli occhi ma il meglio lo si raggiunge nell’immenso Salone dei Cinquecento, carico di soffitti a cassettoni e dipinti di grande formato, dorature e sculture imponenti.

Vi consiglio di partecipare ad una visita guidata per meglio apprezzare il palazzo. Ce n’è addirittura una che vi condurrà attraverso i percorsi segreti dell’edificio e in altri curiosi spazi non accessibili diversamente.
Se avete tempo e una buona forma fisica, salite fino alla sommità della torre. Il panorma sui tetti di Firenze è indimenticabile!

COSTI DI INGRESSO e ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito museicivicifiorentini.comune.fi.it/palazzovecchio
ATTENZIONE: vi consiglio di prenotare le visite guidate con un certo anticipo o almeno di acquistare il biglietto on line (per saltare le code alle casse)

 

5) SAN MINIATO AL MONTE

Poche centinaia di metri oltre Piazzale Michelangelo, c’è quello che secondo me è il capolavoro meno conosciuto di Firenze. Si raggiunge questa bellissima chiesa romanica tramite una scalinata monumentale. La facciata presenta decorazioni elegantissime in marmi bianchi e verdi mentre l’interno, che riprende i colori della facciata, conserva un’incantevole ed immenso mosaico dorato nell’abside, alcuni affreschi alle pareti, una bella cripta e molti altri tesori. Secondo il mio modesto parere è imperdibile!

Come se questo non bastasse, basta girarvi di spalle per ammirare una bellissima vista su Firenze.
Anche se può sembrare un po’ macabro, alle spalle della chiesa c’è un cimitero monumentale con splendide cappelle e sculture funerarie del XIX secolo.

COSTI DI INGRESSO: l’ingresso alla chiesa ed al cimitero è gratuito
ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.sanminiatoalmonte.it
COME ARRIVARE: la chiesa dista giusto 5-10 minuti a piedi da Piazzale Michelangelo. La si può raggiungere tramite una scalinata che parte dall’Oltrarno, tramite i mezzi pubblici o in auto (ci sono alcuni posteggi a pagamento nei dintorni)

 

6) PONTE VECCHIO

Ponte Vecchio, che collega le due sponde della città divise dall’Arno, è uno dei monumenti più iconici di Firenze. Quando venne costuito (1345), vi si collocarono le botteghe dei macellai che potevano comodamente gettare gli scarti nel fiume. Con la costruzione del Corridoio Vasariano (chiaramente leggibile sopra gli edifici del ponte), che collega Palazzo Pitti a Palazzo Vecchio, i Medici ritennero più opportuno sostituire le maleodoranti botteghe con quelle più “decorose” degli orafi.

Il ponte è sempre affollato di turisti ma il punto più bello per ammirarlo, soprattutto nel pomeriggio (il sole lo illumina in modo perfetto), è il successivo ponte di Santa Croce.

COSTI DI INGRESSO E ORARI DI APERTURA: il ponte è sempre aperto e l’accesso è gratuito

 

7) SANTA MARIA NOVELLA

Santa Maria Novella, sede dell’ordine dei Domenicani, è la prima delle grandi basiliche fiorentine e venne edificata nel XIII secolo. La facciata è di una bellezza e di un’armonia senza pari: si rimarrebbe lì per ore ad osservarla. Venne ultima nei due secoli successivi da Leon Battista Alberti che, bisogna ammetterlo, si è superato.

All’interno sono custodite alcune opere di Giotto, Brunelleschi, Masaccio, Domenico Ghirlandaio e Filippino Lippi. Nei bellissimi chiostri, invece, sono visibili affreschi di Paolo Uccello e della scuola fiorentina dal XIII al XV secolo.

COSTI DI INGRESSO e ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.smn.it

 

8) SANTA CROCE

Una delle chiese più famose di Firenze, Santa Croce venne edificata nel 1200 ma fu completata solamente nel XIX secolo (inclusa la bellissima facciata). Al suo interno sono sepolti grandi nomi dell’arte: Galileo, Michelangelo, Foscolo, Alfieri, Machiavelli, Rossini e Leon Battista Alberti.
Ai lati della chiesa, le belle cappelle delle famiglie ricche di Firenze sembrano rivaleggiare in bellezza.
Dalla chiesa si accede anche ai chiostri del monastero e alla cappella dei Pazzi, capolavoro di Brunelleschi.

COSTI DI INGRESSO e ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.santacroceopera.it

 

9) CHIESA DI ORSANMICHELE

Nonostante dall’esterno non catturi subito la vostra attenzione (non sembra nemmeno una chiesa per la verità), Orsanmichele è uno degli edifici religiosi più curiosi della città. E in effetti in precedenza era la loggia in cui veniva conservato il grano e i cerali.

Posizionata tra Piazza del Duomo e Piazza della Signoria, prende il nome dall’orto che circondava la chiesa. Tutt’attorno all’edificio sono collocati 14 tabernacoli con altrettante statue (tra i cui scultori citiamo Donatello e Brunelleschi). Anche l’interno è molto curioso e, proprio per le sue particolarità, sono sicuro che vi piacerà.
Al primo piano troverete un museo con ingresso gratuito.

COSTI DI INGRESSO: gratuito
ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.bargellomusei.beniculturali.it

 

10) GIARDINO DI BOBOLI

Avete superato Ponte Vecchio e avete bisogno di rilassarvi in uno spazio verde? Non c’è nulla di meglio dell’immenso Giardino di Boboli. Si tratta del parco di Palazzo Pitti, residenza dei Medici, e si sviluppa sul retro dell’edificio. I bellissimi giardini all’italiana, che risalgono il colle, sono abbelliti da sculture, fontane, laghetti e grotte artificiali.

COSTI DI INGRESSO e ORARI DI APERTURA: per non avere brutte sorprese, verifica direttamente sul sito www.uffizi.it/giardino-boboli

 

ALTRE ATTRAZIONI DI FIRENZE

Non è certo un mistero che, oltre alle 10 attrazioni sopra elencate, Firenza abbia una gran quantità di musei e monumenti che meritano di essere visitati. Ve ne elenco brevemente solo alcuni:

GALLERIA DELL’ACCADEMIA: è uno dei musei più amati e visitati della città ed è qui che è stata collocata la statua in marmo originale del David di Michelangelo. Ricordate che è meglio prenotare il biglietto in anticipo

PALAZZO MEDICI – RICCARDI: il palazzo è oggi sede del Consiglio provinciale fiorentino ed è uno degli esempi più perfetti di architettura rinascimentale di Firenze. Se non avete voglia di visitare gli interni, potete comunque visitarne il cortile e il giardino (gratuitamente)

CHIESA DI SAN LORENZO E CAPPELLE MEDICEE: In Piazza San Lorenzo è possibile visitare l’omonima chiesa (non fatevi ingannare dalla facciata incompiuta) e le maestose Cappelle Medicee in cui sono stati sepolti i membri della famiglia Medici (e dove troverete una bella statua di marmo di Michelangelo)

PALAZZO PITTI: in quella che fu una delle residenze dei Medici, si trovano diversi musei tra cui la Galleria Palatina, la Galleria dell’Arte Moderna e il Giardino di Boboli. Se avete poco tempo, concentratevi sui giardini

CHIESA DI SANTO SPIRITO: Costruita dal Brunelleschi, la Chiesa si affaccia sull’omonima piazza, spiccando per il giallo della facciata. Al suo interno nasconde dei tesori davvero preziosi

FIESOLE: sulle colline di Firenze, sorge questo piccolo borgo abitato da migliaia di anni. Oltre alla vista sulla città (bella anche se un po’ lontana), potreste dedicare un paio d’ore alla visita degli scavi archeologici (romani ed etruschi), della bella chiesa romanica e a rilassarvi bevendo qualcosa nella sua piazza centrale

 

PRANZO IN CITTA’

Se durante il vostro peregrinare per Firenze vi è venuta fame e vi trovate in Oltrarno, vi suggerisco un pranzo a Palazzo Tempi. Non si tratta di un ristorante lussuoso o con viste panoramiche ma ci siamo trovati molto bene entrambe le volte in cui ci siamo fermati. Dista giusto 1 minuto a piedi da Ponte Vecchio e, oltre che per i piatti buoni ed abbondanti, ve lo consiglio anche per l’onestà dei prezzi.
Per maggiori informazioni visita il sito palazzotempi.it

 

COME RAGGIUNGERE LA CITTA’ E COME SPOSTARSI

I mezzi più comodi per arrivare a Firenze sono sicuramente l’auto (tramite l’autostrada A1 o A12), il treno (la stazione principale è Firenze Maria Novella in pieno centro storico) e l’aereo (aeroporto Amerigo Vespucci).
In città transitano numerosi mezzi pubblici (www.ataf.net) che vi permetteranno di muovervi senza problemi e, soprattutto, di evitare il problema dei parcheggi. Scaricate l’utilissima app “ATAF” dell’azienda di trasporti pubblica (è formidabile) per sapere in tempo reale quale è il miglior mezzo pubblico per raggiungere la tua destinazione

 



2 Comments
  1. D’accordissimo su tutto! Purtroppo mi mancano alcuni di questi luoghi, essendo stata a Firenze da ragazzina parecchi anni fa…Però penso siano effettivamente tutti dei posti imperdibili! Complimenti per le foto, così luminose!

    1. Sei davvero gentilissima! 🙂 Firenze è proprio bella. C’è poco da fare! E ci sono talmente tante cose belle che sicuramente la top ten è soggettiva 😉

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.