GITE FUORI PORTA - Castello di Montechiarugolo

GITE FUORI PORTA - Castello di Montechiarugolo

Le terre del Ducato di Parma e Piacenza sono ricche di splendidi castelli. Già avevamo avuto il piacere di verificarlo durante le precedenti “scorribande” domenicali in queste zone ma è incredibile come, ogni volta, regalino nuove sorprese.

Il Castello di Montechiarugolo, riedificato nel XV secolo dalla famiglia Torelli, è uno splendido esempio di castello medievale con le sue mura possenti, il profondo fossato, il doppio ponte levatoio con il rivellino e l’alta torre di guardia. Varcato però il portone di accesso, ci si ritrova in un elegante cortile rinascimentale. Pomponio Torelli, membro raffinato e colto della famiglia, apportò infatti alcuni rifacimenti verso la fine del XVI secolo, periodo in cui il palazzo ospitò artisti, pittori e letterati dell’epoca. Qua e là, sotto i dipinti di fine ‘800, si scorgono affreschi medievali che riaffiorano dall’intonaco delle pareti ma il punto forte del castello è sicuramente il bel soffitto della camera da letto. Una piacevole guida vi accompagnerà lungo i saloni, riammobiliati con pezzi di antiquariato, e vi farà apprezzare la ricchezza di questi ambienti, del cortile e del luminoso loggiato esterno (con tanto di graffiti risalenti a ‘400) dal quale si gode di una splendida vista sul torrente Enza e sulla pianura circostante. Il palazzo, ancora abitato, è visitabile solo in parte ma è davvero ben conservato.

 

Montechiarugolo, come ogni castello, ha la sua leggenda da raccontare. Essa è legata al fantasma di Bema, una splendida ragazza che leggeva il futuro e che intrecciò la propria sorte con quella di Pio Torelli. La notte del 18 maggio, la fata Bema appare ancora nelle stanze private del castello sperando di rivedere l’uomo amato. La storia venne tramandata da padre in figlio finché, durante i lavori di ristrutturazione del castello nel XIX secolo, gli artigiani locali non trovarono una mummia egizia e la credettero il corpo di Bema. Da qui alla consacrazione della leggenda il passo fu breve!

INFORMAZIONI UTILI
Orari apertura: visite guidate da marzo a novembre: domenica e festivi 10 -12 e 15-18. Nei mesi da marzo a maggio apertura anche il sabato pomeriggio ore 15-18 (visita il sito internet del Castello per eventuali aggiornamenti)
Costo ingresso: 5,50 euro (visita il sito internet del Castello per eventuali aggiornamenti)
Tipologia visita: esclusivamente con visita guidata
Durata visita: circa 1 ora
Parcheggio: nel piccolo borgo antistante il castello si possono trovare diversi posti auto gratuiti.



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.