GITE FUORI PORTA - Castello di Malpaga (Cavernago, BG)

GITE FUORI PORTA - Castello di Malpaga (Cavernago, BG)

E’ difficile resistere al fascino che suscita nel visitatore lo splendido Castello di Malpaga (Cavernago, BG), riedificato nella seconda metà del ‘400 dal celebre condottiero Bartolomeo Colleoni, un’autentica celebrità nel territorio bergamasco (e non solo) dell’epoca.

20131101_155253Collocato nel bel mezzo della campagna e circondato su tutti i lati da abitazioni contadine, scuderie ed edifici militari dell’epoca, questo castello sembra inizialmente nascondersi alla vista del viaggiatore. Oltrepassato il portone della cittadella, però, il maniero appare in tutto il suo possente splendore che, come ogni castello che si rispetti, è fatto di torri di guardia, mura merlate, il grande fossato, ampie logge e l’antico ponte levatoio. L’edificio cattura anche per quel suo fascino decadente, di castello abbadonato nei secoli ma che ancora, fiero e possente, si erge nobile e sicuro di tanta bellezza. Per sua fortuna, non essendo stato oggetto di lavori di restauro significativi, presenta ancora il suo autentico aspetto medievale.

20131101_162039

Ma venite con me, oltrepassate il ponte levatoio e lasciatevi condurre alla scoperta dei suoi suggestivi interni. Una visita guidata ben organizzata ed avvincente vi farà scoprire i saloni del pianterreno e del piano superiore tutti affrescati in tre differenti periodi storici, ancora ben distinguibili: i trecenteschi affreschi geometrici realizzati nell’originario castello, i dipinti di inizio ‘500 commissionati al Romanino e ad altre importanti scuole dell’epoca e i successivi affreschi seicenteschi realizzati dagli eredi del Colleoni. Degli antichi arredi del palazzo non rimane nulla. Qualche bel camino e alcune ricostruzione di semplici mobili d’epoca sono gli unici arredi delle stanze ma ciò che veramente meraviglia non sta nel mezzo delle sale bensì alle pareti. E’ sorprendente scoprire che gli affreschi cinquecenteschi del pianterreno non hanno mai subito interventi di restauro e che, dopo 500 anni, si presentano ancora bellissimi e con colori vivi.

2013-11-01 17.10.10Ai piani superiori, invece, i discreti interventi di recupero svolti  negli anni ’60 del secolo scorso si sono concentrati nella rimozione degli affreschi successivi per riportare alla luce quelli gotici voluti dal Colleoni e, qua e là, di quelli ancora precedenti.
Il castello, ora di proprietà privata, ospita numerosi eventi, banchetti ed iniziative. In occasione della nostra visita, nel bel cortile d’onore, era all’estita un’esposizione temporanea di macchine di tortura (con dimostrazione di figuranti vestiti in abiti d’epoca) e di armi medievali (con esibizione di duelli cavallereschi con spade infuocate).

INFORMAZIONI UTILI
ORARI DI APERTURA: aperto tutte le domeniche e i giorni festivi da marzo a novembre, senza necessità di prenotazione. Le visite guidate, della durata indicativa di 1 ora, partono alle ore 15.00, 16.00 e 17.00. Per i gruppi è possibile prenotare visite guidate anche fuori da questi orari.
COSTO DI INGRESSO: 7 euro (comprensivo di visita guidata)
COME ARRIVARE: l’accesso al castello è da via Marconi n.20 a Malpaga, frazione di Cavernago (BG). Il castello dista circa 15 km dal centro di Bergamo e lo si raggiunge facilmente in 15 minuti di viaggio in automobile. Se arrivate dall’autostrada MI-VE, il casello di Seriate dista solo 5 km. Fuori dal castello si trovano facilmente dei parcheggi liberi.
RISTORANTI E HOTEL: per chi arriva da lontano e gradisce fare una sosta nel tranquillo borgo di Malpaga, può ristorarsi o trascorrere una notte alla Locanda dei Nobili Viaggiatori (www.locandadeinobiliviaggiatori.it), un’accogliente e ben referenziata trattoria che possiede anche 5 camere da letto davvero carine e romantiche.

Per maggiori informazioni sul castello visita il sito internet www.castellomalpaga.it (eventi, news, etc.) e accedi poi alla pagina www.castellomalpaga.it/home (informazioni storiche e di visita)

20131101_170654

 



One Comment
  1. anch’ qui dico di fare un pò di scrittura creativa ed anche fare il diario di viaggio al castello
    malapaga e una cosa importante e cosi che si diventa i veri scrittori famosi anche loro han
    no fatto ed hanno pubblicato provate dire altre persone anche i ragazi e anche le ragazze
    marco stratta

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.