GITE FUORI PORTA - Castello Procaccini (Chignolo Po - PV)

GITE FUORI PORTA - Castello Procaccini (Chignolo Po - PV)

In occasione delle Giornate di primavera del FAI 2014 (ma il castello è regolarmente aperto al pubblico), abbiamo visitato il duecentesco Castello Procaccini di Chignolo PO (PV). L’ampio ed elegante complesso architettonico di questo castello, immerso nella campagna pavese, lascia ben intendere i lussi e gli sfarzi della nobiltà locale che abitò il palazzo per molti secoli e che lasciò traccia dei vari stili architettonici che si susseguirono nel tempo.

20140323_172504L’ingresso principale, quello in cui si accede dal paese, è davvero magnifico e l’elegante scalone ricurvo in stile settecentesco, il lungo viale ed il parco giocano splendidi effetti scenografici sulla bella facciata del castello.
Questa bella dimora patrizia è frutto dalla trasformazione dell’originale fortezza del XII secolo appartenuta ai Pusterla, ai Visconti e ai Cusani, di cui rimane oggi la grande torre quadrata. Nei primi decenni del 1700, il castello fu trasformato in una reggia dal Cardinale Agostino Cusani, Ambasciatore del Papa presso la Repubblica Veneziana ed alla Corte di Luigi XIV a Parigi, che ne fece ampliare il cortile e riadattare il giardino sulla base del gusto dell’epoca.

2014-03-23 16.55.53Il complesso è circondato da un grande parco all’inglese, in cui spicca una spettacolare tee-house del XVIII secolo, e comprende anche il Borgo, una serie di palazzi dislocati dietro il castello ed edificati nel 1600, che presenta un fossato e quattro torrioni lungo i lati esterni. All’interno del castello si trova un suggestivo cortile barocco sul quale si affacciano grandi sale affrescate di scuola tiepolesca con raffinati stucchi e belle statue.
Per la sua grandiosità, il castello di Chignolo Po venne denominato e conosciuto come la “Versailles della Lombardia” e vi soggiornarono papi, imperatori (tra cui Napoleone), principi e re.
In una parte del palazzo sono ospitati il Museo di Storia della civiltà agricola lombarda e il Museo Lombardo del Vino, che al momento della nostra visita erano in riallestimento, dunque non visitabili. In occasione della nostra visita, dato che le Giornate del FAI richiamano sempre un numero elevato di visitatori, abbiamo potuto ammirare solamente gli esterni, il cortile del castello, le cucine e i locali posizionati al piano interrato. Gli splendidi saloni non erano purtroppo aperti al pubblico. La visita è stata piuttosto breve e non del tutto avvincente (molti dettagli architettonici e pochi aneddoti, curiosità e particolarità del palazzo) ma, sicuramente, durate il regolare periodo di apertura il castello saprà regalare molte più emozioni.20140323_170434

Con il sole calante che faceva prepotentemente capolino tra le nubi scure e l’erba verdissima del giardino, ci è parso per un momento di trovarci in Scozia, durante la visita di uno dei bellissimi castelli di cui è disseminata. Ma non è necessario andare tanto lontano, anche la nostra cara vecchia Italia sa regalare splendide e incredibili immagini.

ORARI VISITA: si tengono visite guidate da aprile ad ottobre (escluso il mese di agosto) ogni domenica o giorno festivo dalle dalle 15.00 alle 18.00 (ultima visita). Nei giorni feriali, invece, l’apertura è garantita solamente per gruppi di minimo 12 persone (previa prenotazione).
COSTO: la visita guidata ha un costo di € 7,00 a persona (ingresso gratuito per i bambini fino alle scuole medie). Per i gruppi, il biglietto è di € 6,00.
COME ARRIVARE: il castello di Chignolo Po dista circa 10 km dall’uscita autostradale di Casalpusterlengo (autostrada A1, tratto MI-BO) direzione Pavia, oppure circa 11 km dall’uscita autostradale di Castel San Giovanni (autostrada A21, BS-TO).

Per maggiori informazioni visita il sito internet www.castelloprocaccini.it

20140323_172633



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.