GITE FUORI PORTA - Orrido di Bellano (LC)

GITE FUORI PORTA - Orrido di Bellano (LC)

Bellano è un piccolo paesino affacciato sul luminoso lago di Como che non offre solo splendidi scorci o passeggiate in riva al lago. La sua più celebre attrazione è sicuramente l’impressionante orrido, una stretta gola scavata da un impetuoso torrente che, nel corso del tempo, ha creato un suggestivo susseguirsi di anfratti, rimbombi d’acqua e ripide pareti scoscese. Attraverso passerelle metalliche e passaggi scavati nella roccia è possibile assistere all’impressionante meraviglia della natura che qui fa sfoggio di tutta la sua potenza.

Ecco come viene descritto nel sito degli Amici Orrido di Bellano:

“Il rumore delle acque, che scorrono una cinquantina di metri sotto i piedi del visitatore, è spesso assordante ed a volte mette quasi paura.
Da una galleria esce una rombante cascata ed il pulviscolo acqueo raggiunge fin sulla passerella che, aggrappata alla roccia, si snoda all’interno dell’Orrido. Noto fin dall’antichità, l’Orrido di Bellano acquistò particolare fama a partire dal 1700, grazie alle poesie composte dal poeta e letterato bellanese Sigismondo Boldoni, affascinato da questo “Orrore di un’orrenda orrendezza”. L’ingresso all’Orrido fu costruito a metà del 1700, con un’ampia scalinata in marmo rosa e le cancellate, aggiunte successivamente, in stile Liberty.
Già all’inizio del percorso, dopo pochi passi, si ha la possibilità di rimirare dall’alto l’«imbuto» di una enorme marmitta dei giganti di oltre dieci metri di diametro, con pareti perfettamente levigate e scavate.”

INFORMAZIONI UTILI
Per raggiungere l’orrido è possibile lasciare l’auto nel parcheggio di fronte alla gotica chiesa dei Santi Nazaro e Celso, risalente al 1348. Tramite una ripida ma brevissima salita che parte proprio ai lati dell’edificio religioso è possibile raggiungere l’ingresso dell’orrido dove un piccolo chioschetto vende i biglietti d’ingresso (3 euro). Poco dopo potrete osservare anche la Casa del Diavolo, un antico edificio abbandonato a cui sono legate sinistre leggende.
Il complesso non è tenuto benissimo e le passerelle avrebbero bisogno di una sistematina così come dovrebbero essere eliminate le statue di mostri e zombie che si trovano all’ingresso. Ma, una volta avvicinati alle gole, l’attenzione è tutta rivolta allo spettacolo creato dalla natura!
Il percorso non è molto lungo e non richiede particolari sforzi ma, tra fotografie e momenti di contemplazione, tenete conto di dedicare alla visita circa un’oretta.

Potete poi decidere di trascorrere il resto del pomeriggio a passeggiare o a sorseggiare un drink lungo le rive del lago a Varenna, una delle perle del lago oppure visitando la splendida Villa Monastero, sempre a Varenna, elegantemente adagiata sul lago.

Prezzi e orari possono variare nel tempo. Per maggiori informazioni sull’orrido vi riporto i seguenti link:

Sito internet Orridobellano.it
Sito internet Comune.bellano.lc.it

DSC_0034+



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *