GITE FUORI PORTA - Rocca Borromeo di Angera (VA)

GITE FUORI PORTA - Rocca Borromeo di Angera (VA)

Se siete alla scoperta dei luoghi più belli e suggestivi del Lago Maggiore non potrete fare a meno di fare una sosta all’imponente Rocca Borromeo di Angera (VA), una costruzione fortificata medievale edificata su uno scenografico sperone roccioso affacciato sulle acque del lago.

La vista da quassù è spettacolare e spazia sulla zona meridionale del lago e sui massicci montuosi delle Alpi. Inutile quindi sottolineare che questo determinò l’importanza strategica e difensiva di questo castello, edificato in un primo momento nel X secolo dai Longobardi e sucessivamente modificato e ampliato dai Visconti e dai Della Torre. L’edificio è quindi il risultato armonico di cinque diversi corpi di fabbrica, eretti in periodi differenti.
Nelle grandi sale della rocca è facile immaginare il fasto e la solennità di un tempo. Tracce di affreschi, grandi tele, pregiati camini, grandi finestre con belle vedute ed antichi arredi accolgono ancora in visitatore lungo il percorso di visita. Ma non vi è alcun dubbio che la più spettacolare e sorprendente di tutte è la Sala di Giustizia, tipicamente gotica, che ospita un ciclo di affreschi realizzato nel XII secolo dall’anonimo “Maestro di Angera”, il quale rappresentò vicende legate alla vita dell’arcivescovo Ottone Visconti. I colori sono ancora vividi e l’effetto complessivo è davvero di grande impatto.

Buona parte dei palazzi sono stati recuperati e riallestiti per ospitare il Museo della Bambola e del Giocattolo, fondato nel 1988 dalla principessa Bona Borromeo Arese, in cui sono esposte oltre mille bambole realizzate dal XVIII secolo fino ad oggi. Questo museo, tra i più importanti in tutta Europa per la qualità, la varietà e la rarità della collezione, occupa ben 12 sale e, anche per i meno amanti del genere, risulterà assolutamente interessante e avvincente. Il genere femminile apprezzerà di certo la raffinatezza delle porcellane, la dolcezza dei visini e l’eleganza degli abiti realizzati con stoffe preziose. I maschi, invece, noteranno di certo le espressioni agghiaccianti di alcune bambole (degne di qualche film horror) e gli affascinanti ingranaggi dei piccoli automi.

Se, alla fine della visita del museo e delle sale, siete alla ricerca di un po’ di aria fresca o di panorami spettacolari non potete fare a meno di salire lungo le scalinate che conducono alla Torre Principale o Castellana, eretta tra la fine del XII e gli inizi del XIII secolo.
Ridiscesi al piano terreno ed usciti poi sul versante del castello che si affaccia verso il lago, incontrerete dei bei giardini medievali. Si tratta di un recente lavoro di ripristino effettuato in seguito ad un meticoloso studio sui codici e sui documenti dell’epoca. Passeggiate coperte da rampicanti, fiori colorati, un antico pozzo, filari di vite, piante officinali e fontane da cui l’acqua zampilla tranquilla vi faranno calare in un altro mondo e vi inviteranno a sostare ammirando qualche bello scorcio della rocca.

INFORMAZIONI UTILI PER LA VISITA
Orari di apertura: la rocca è aperta dal 22/03/2014 al 19/10/2014, dalle ore 09:00 alle ore 17:30.
Costo di ingresso: 8,50 euro (da diritto sia all’ingresso alla rocca che al Museo della Bambola e del Giocattolo).
Come è strutturata la visita: il castello si può visitare liberamente e, nel prezzo, non è previsto il tour con una guida. Si possono visitare quindi le stanze, i cortili, la torre e il giardino. Anche l’accesso al Museo della Bambola e del Giocattolo è libero. Per una visita del castello considerate circa 1.30 ore.
Come arrivare e parcheggio: una volta raggiunto l’abitato di Angera, noterete di certo il castello che svetta tra le colline circostanti. In paese si trovano diversi cartelli stradali che vi condurranno alla meta. Fuori dalla rocca è disponibile un ampio parcheggio gratuito.

Per maggiori informazioni visita il sito internet isoleborromee.it e isolelagomaggiore.com

Se avete in programma di visitare la Rocca di Angera potrebbe interessarvi di estendere la vostra visita anche ad Arona e al Colosso di San Carlo Borromeo.

rocca di angera



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.