UN GIORNO IN BARCA SUL LAGO DI GARDA

UN GIORNO IN BARCA SUL LAGO DI GARDA

Il Garda “fa vacanza”. Non è come tutti gli altri laghi del nord Italia. Qui, come da nessun’altra parte, si respira un’aria di vacanza e relax. Sarà grazie anche ai mitici turisti tedeschi che passeggiano in costume ed infradito? Probabile. Sta di fatto che il Garda trasmette subito una sensazione di relax. Cosa ne dite, allora, di organizzare un giorno in barca sul lago di Garda?

Come organizzare la vostra giornata in barca? Tranquilli, è più semplice del previsto. Ormai, a forza di andarci, mi sono fatto una certa esperienza in merito. Ecco i miei consigli.

 

GUIDARE UNA BARCA ANCHE SENZA LA PATENTE NAUTICA

Se non avete una patente nautica non dovete preoccuparvi. Le barche con motore fino a 40 cavalli possono essere guidate da chiunque. Non è così difficile ma, per alcune operazioni (specialmente in porto), è bene prestare attenzione ed essere un minimo svegli. Il vostro noleggiatore vi terrà comunque una breve lezione prima di lasciarvi la barca e vi spiegherà sia come utilizzare la strumentazione di bordo (poca per la verità) che quali zone del lago evitare.

Vi state chiedendo se una barca da 40 cavalli è noiosa? Per nulla! Non vi permetterà di sfrecciare sul lago come durante un inseguimento alla 007 ma va comunque discretamente veloce. Vi renderete addirittura conto che non è il caso di tirarla al massimo perché le piccole onde del lago faranno saltare parecchio lo scafo (e quindi tutti i passeggeri).

Barche ormeggiate a Torri del Benaco

 

NOLEGGIARE LA BARCA

Il lago di Garda è specializzato nel servizio di noleggio barche. Molti paesi hanno il proprio noleggiatore e ciascuno di essi offre barche di differenti tipologie. Ne ho provati molti ma il migliore rimane Easy Boats Rent di Desenzano (BS). Il motivo? Ce ne sono tanti: il personale è gentilissimo e disponibile, i prezzi sono davvero concorrenziali, le barche sono pulite e ben tenute, i mezzi da 40 cavalli sono più ampi rispetto a quelli di molti altri noleggiatori, si ritira la barca direttamente in centro a Desenzano (è il molo davanti all’hotel Mayer), il noleggiatore da la possibilità di parcheggiare gratuitamente l’auto a poca distanza (5-10 minuti a piedi) e la zona è comodamente raggiungibile dall’autostrada.

 

ITINERARIO CONSIGLIATO

Avete un giorno a disposizione per visitare il Lago di Garda in barca? Perfetto! Ecco il mio itinerario preferito:

PRIMA TAPPA: Isola del Garda. La mattina il lago è spesso mosso. Non preoccupatevi perché verso le 10-11 la situazione si tranquillizza e il vento cambia. Quindi non ha molto senso fermarsi lungo la costa per fare il bagno o prendere il sole perché le onde non vi concederanno il dovuto relax. Dirigetevi quindi verso l’incantevole Isola del Garda, tra il Golfo di Salò e la Baia dello Semeraldo (San Felice del Benaco). Da Desenzano la raggiungerete in circa 40 minuti (con barca da 40 cavalli e senza troppa fretta) in direzione nord. Il paesaggio è bellissimo e vedrete sulla vostra sinistra anche delle belle scogliere. Attenzione, entrate nella Baia dello Smeraldo solo nel punto indicato sulla mappa lasciata dal noleggiatore (praticamente vicinissimi all’isola) perché ci sono molti scogli a filo d’acqua. Isola del Garda è facilmente riconoscibile grazie ad uno splendido palazzo in stile neogotico veneziano di fine XIX secolo. Lo si può ammirare in tutto il suo splendore dalla barca ma non è possibile attraccare. Ancorate poco più avanti dove, in una piccola baia, troverete tante altre barche. Qui l’acqua è tranquilla, quindi perfetta per una sosta relax e un bel bagno. Potrà capitarvi di nuotare con anatre e cigni (saranno interessati a voi solo se avrete in mano del cibo altrimenti vi lasceranno in pace).

Isola del Garda con il suo palazzo neogotico

SECONDA TAPPA: pranzo a Salò (BS) o a Torri del Benaco (VR). Quando arriva l’ora di pranzo o quando sentirete un certo languorino, vi consiglio di attraccare in un bel paesino, mangiare qualcosa in un ristorante e fare due passi. Non mi sento di suggerirvi di pranzare in barca perché talvolta il lago è mosso e, se non siete in qualche baia riparata, il vostro stomaco potrebbe risentirne. Inoltre, non è male fare due passi e togliersi un po’ la sensazione di oscillamento. Tornando a noi, per il pranzo avrete due possibilità (per entrambe calcolate circa 20-30 min per raggiungere la meta). Salò, sulla sponda bresciana, è un paese incantevole. La passeggiata sul lungolago è una delle più belle del Garda e il centro storico, grande e pieno di negozi, ha molto da offrire. Qui l’atmosfera è più ricercata e chic rispetto ad altre zone del lago. Per attraccare c’è una zona dove troverete circa 20-30 posteggi gratuiti (attenzione a non lasciarla in quelli privati) dove potrete parcheggiare per qualche ora. L’attracco richiede un minimo di abilità, specialmente se ci sono molte barche, ma osservate gli altri marinai e cercate di emularli. Purtroppo sul molo è difficile incontrare qualcuno che vi possa dare una mano. Un’alternativa è Torri del Benaco, sulla sponda veronese. E’ più piccolo rispetto a Salò e ha più il sapore del “borgo lacustre”. Si deve attraccare su un piccolo molo galleggiante che troverete leggermente a nord rispetto al porto. I posti sono circa 10-15 ma sono gratuiti per diverse ore (dopo aver parcheggiato vederete un cartello che vi spiega come inviare una foto via whatsapp per segnalare l’orario di arrivo).

Lungolago di Salò

TERZA TAPPA: Punta San Vigilio. Se il vostro budget non vi consente di pranzare nello splendido contesto del ristorante di Punta San Vigilio, potete sempre raggiungere la zona dopo pranzo. I palazzi sulla riva del lago offrono un’immagine da cartolina. Inoltre, il tratto di costa che da qui parte fino a Garda è un buon punto per fermarsi e fare un tuffo. Attenzione, meglio rimanere in prossimità del ristorante perché in alcune zone è vietato ancorare (ci sono dei cartelli lungo la costa e/o delle boe in acqua). Se vi va di fare una nuotata verso la riva, portatevi gli infradito e dirigetevi a piedi verso il grazioso porto di San Vigilio. E’ un angolino davvero suggestivo e alle sue spalle potete spiare tra i cancelli alla ricerca delle antiche limonaie.

Punta San Vigilio

QUARTA TAPPA: Sirmione. A questo punto sarete già a metà pomeriggio. Il tempo passa in fretta quando ci si rilassa! In circa 30 minuti raggiungerete Sirmione, la perla del lago. Proprio sulla punta del promontorio vedrete l’imponente struttura delle antiche terme romane di Catullo. Ai suoi piedi, una gran quantità di natanti sembra camminare sulle acque. In effetti qui si trova un fondale poco profondo fatto di lastre di roccia. Tenetevi leggermente a est del promontorio, proprio ai piedi della scogliera, e gettate l’ancora. Raggiungete a nuoto i lastroni di roccia e camminateci sopra. E’ un luogo molto particolare! A me piace molto. La zona però è un po’ soggetta alle onde quindi, dopo il bagno, non fermatevi a lungo in barca. Scendete verso il castello di Sirmione e godetevelo in tutto il suo splendore. Dal lago è ancora più bello. L’orario migliore per le fotografie sarebbe la mattina, quando il sole lo illumina correttamente, però è incantevole in ogni momento.

Il Castello di Sirmione dal lago

QUINTA TAPPA: rientro in porto. La giornata è ormai quasi conclusa. Potete fermatevi a fare rifornimento di benzina a Sirmione (la pompa si trova sul versante ovest del paese, in prossimità di una fila di ombrelloni di un color arancione intenso). Il benzinaio è simpaticissimo. Se vi avanza ancora un po’ di tempo, nei pressi della baia del Coco Beach (un locale a 5 min in barca da Desenzano in direzione nord) si trova il Bar Boat. Non c’è sempre ma spesso questo barcone si ferma in queste zone e prepara degli ottimi aperitivi. Attenti perché i bicchieri sono da 1/2 litro e dopo una giornata in barca basta poco per ubriacarsi!

Il Bar Boat

 

L’itinerario sembra scarno e poco intenso ma non è così. Volete un suggerimento? Non cercate di vedere il più possibile perché la barca non è fatta per questo, specialmente se ne prendete una da pochi cavalli. Per godervi appieno la giornata, concedetevi numerose soste nelle baie più tranquille, fatevi un bel tuffo e rilassatevi al sole. Ve lo dice uno affetto da ansia da “voglio vedere tutto”. Però ho capito che così facendo la giornata diventa stressante e poco godibile.

 

QUANTO COSTA UNA GIORNATA IN BARCA?

Una giornata in barca non cosa pochissimo. Ma è uno sfizio che ci si può permettere! Presso Easy Boat Rent di Desenzano (BS), che ha prezzi molto interessanti, una barca da 40 cavalli costa 180€ per tutta la giornata (polizza kasko inclusa). Se calcolate che la capienza massima è di 6 persone, non è eccessivo. Oltre al costo del noleggio si deve aggiungere la benzina (calcolate 30-40€ se non andate ad eccessiva velocità).
Per barche più grandi, i prezzi del noleggio e della benzina possono aumentare anche significativamente.
Se decidete di mangiare qualcosa in un paese lungo la costa, dovrete calcolare anche il pranzo. Ci sono però soluzioni per tutte le tasche.

 

COSA PORTARE IN BARCA

Nello zainetto o nella vostra borsa ricordatevi di prendere ciabatte, costume, un cappello, telo mare, occhiali da sole, un libro e la crema solare. Più o meno quello che prendete per andare in piscina.
Ricordatevi assolutamente di portare molta acqua. Il sole può essere molto caldo e ci disidrata facilmente, senza nemmeno accorgersi. Bevete molto!

La costa nei pressi di Punta San Vigilio

 

ANCORARE E ATTRACCARE

L’ancoraggio e l’attracco sono le operazioni più difficili per un giovane ed inesperto capitano. Si impara con l’esperienza ma, con un po’ di pazienza e di mano ferma, possono farcela tutti. Prima di lasciare il porto, ascoltate con attenzione i consigli del vostro noleggiatore e non esitate a chiedere chiarimenti.
Per qualche informazione più tecnica, vi consiglio di dare una lettura a questa scheda della Lega Navale Ancona.

 

ALCUNE REGOLE IMPORTANTI PER LA NAVIGAZIONE SUL LAGO DI GARDA

Al momento del ritiro della barca a noleggio vi verranno certamente indicate le principali regole di comportamento durante la navigazione del lago di Garda. Ricordatevi assolutamente che:
– tenete una distanza dalla costa di circa 300 metri
– prestate attenzione alle boe dei sub e giraci alla larga
– nei porti si deve guidare molto lentamente
– nelle acque del Trenino Alto Adige (a nord del lago) è vietata la navigazione dei mezzi a motore

Per maggiori informazioni leggi le regole riportate sul sito della polizia provinciale di Verona.

Navigazione nei pressi di Isola del Garda

 

UNA PIZZA A DESENZANO

Dopo una bellissima giornata in barca non avete voglia di rientrare a casa ma siete un po’ troppo poco presentabili per andare a cena in un locale elegante? Andate da Santa – la pizza buona e giusta a Desenzano (BS)! L’ambiente è giovane ed informale e potrete gustare ottime pizze al trancio o bere un aperitivo guardando il lago che si tinge dei colori del tramonto.

Pizza da “Santa” a Desenzano

 

A questo punto dovreste essere pronti per la vostra giornata in barca sul Lago di Garda.
Buon divertimento!



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.