BIANZANO: “Alla corte dei Suardo” rivive il medioevo

Con la manifestazione storica “Alla corte dei Suardo”, nel borgo di Bianzano (Bergamo) si rievoca il medioevo. Un evento da non perdere se siete in Val Cavallina.

“Dal terrazzo del Lago di Endine, prendi un imponente maniero medievale,
aggiungici un’abbondante dose di allegria popolare,
infarina il tutto con il fascino della storia locale,
guarnisci con un pizzico di fantasia ed una manciata di squillanti note. Adagia il tutto su un invidiabile scorcio di paese antico…
Otterrai…
Alla corte dei Suardo, un avvincente miscuglio tra presente e passato, tra storia e tradizione”

20140803_154203+

Ecco la ricetta vincente della manifestazione biennale (si tiene negli negli anni pari) che si tiene a Bianzano (BG), un piccolo paese adagiato sulla montagna e con un invidiabile affaccio sul tranquillo lago di Endine.

20140803_154900+

LA RIEVOCAZIONE STORICA DI BIANZANO

Alla corte dei Suardo” di Bianzano (Bergamo), nata nel 1997, è una manifestazione che rievoca il matrimonio tra Giovanni di Baldino Suardo e Bernarda Visconti, figlia di Bernabò (signore di Milano), avvenuto nel 1367.

Ai piedi del castello medievale, il borgo si anima e si agghinda per l’occasione esponendo bandiere, allestendo cortili e riportando in vita le antiche tradizioni e i lavori dei nostri nonni.

In una stalla c’è una vacca pronta per essere munta, in quel cortile intrecciano la lavanda e le erbe aromatiche. In quell’altro portone dipingono tavole di legno utilizzando antichi metodi, laggiù realizzano giocattoli in legno, sotto un porticato producono le particole per la messa. Lassù offrono vino aromatizzato e in quel piazzale hanno allestito un punto ristoro con piatti della tradizione bergamasca.

20140803_152918+

Il clou della manifestazione, che dura quattro giorni, arriva però la domenica pomeriggio con il corteo nuziale. E’ una sfilata con numerosi figuranti provenienti dalla provincia e da altre regioni.

Un corteo attraversa il centro storico tra gli applausi della folla, splendidi abiti medievali, cavalieri in cotta di maglia, sbandieratori, giullari, magnifici cavalli frisoni e musicisti.

Pur nella sua semplicità, la manifestazione è davvero avvincente. Rappresenta un modo coinvolgente per avvicinarsi alle tradizioni della comunità montana. E, perchè no, per scoprire i beni culturali del nostro territorio.

Per maggiori informazioni visita il sito internet Cortedeisuardo.com

 20140803_161711+  (si ringrazia Giorgio per le fotografie)
Share: