libro da leggere giordania l'amore ucciso

RECENSIONE DEL LIBRO “L’AMORE UCCISO”: un triste tuffo nella cultura giordana di oggi

La mia recensione sul libro “L’amore ucciso” che porta il lettore nei lati più oscuri della cultura giordana. Informazioni, polemiche e opinioni di questo libro.

La Giordania è un paese di contrasti. Agli occhi superficiali del mondo occidentale appare come uno scrigno di preziosi tesori (uno su tutti il sito di Petra) in cui l’antica tradizione araba sta pian piano per aprirsi ad una cultura più moderna.

Se pensiamo alle donne di questo paese ci compare immediatamente di fronte l’immagine di Rania, splendida ed intelligente regina di questa nazione, vestita alla moda e sensibile alla condizione della donna che sta cercando di difendere e riaffermare.

 

IL DELITTO D’ONORE IN GIORDANIA

Tra le strade polverose dei villaggi ed oltre le porte chiuse delle case, però, la realtà è differente. Ancora oggi esiste il delitto d’onore, ovvero l’omicidio di una figlia, di una sorella o di una moglie che ha “osato” disonorato la famiglia. Si pensa siano solo antiche tradizioni ma non è così perché, ogni anno, si contano 20 omicidi legati a questo movente.

La cosa agghiacciante è che, secondo uno studio effettuato nel 2013 dall’Istituto Universitario di Criminologia, una buona percentuale dei giovani giordani ritiene che tale pratica sia giusta.

Oltre alla cultura e alle tradizioni, anche la legge giordana “tutela” questa terribile pratica.

Nonostante l’introduzione di leggi a favore delle donne che subiscono violenze e all’impegno costante di re Abdallah e della regina Rania, le pene in caso di omicidio, che possono arrivare fino alla morte dell’assassino, vengono notevolmente ridotte dai tribunali in caso di delitti d’onore.

copertina l'amore ucciso

 

DI COSA PARLA IL LIBRO L’AMORE UCCISO

Mentre ero alla ricerca di un libro che mi permettesse di immergermi nella cultura giordana, mi sono imbattuto in “L’amore ucciso. Un delitto d’onore nella Giordania di oggi“.

Si tratta di un libro scritto da Norma Khouri nel 2003 ed apre una finestra sulla cultura giordana e sulla terribile pratica del delitto d’onore. Si tratta di un romanzo che narra la storia di Norma e Dalia, legate da un forte rapporto di amicizia che viene bruscamente interrotto quando la famiglia di Dalia, musulmana, viene a conoscenza del suo amore per un giovane ragazzo cattolico.

Il libro sembra scritto di fretta e con rabbia. E’ una condanna all’oppressione che il ruolo della donna subisce nella società araba ed un grido di libertà e di riscatto.

 

RECENSIONE DEL LIBRO L’AMORE UCCISO: POLEMICA E OPINIONE

Il successo del libro fu piuttosto rilevante, non tanto per la capacità narrativa quanto, piuttosto, per la storia trattata e presentata dall’autrice come vissuta in prima persona e realmente accaduta. Emerse poi, in seguito ad inchieste, che la storia raccontata nel libro fu solo frutto di immaginazione.

Lasciando ad altri il compito di dare eventuali giudizi sulla rettitudine del comportamento di Norma Khouri, “L’amore ucciso” resta comunque un’interessante e delicata accusa al mondo arabo e alle sue antiche tradizioni.

Vi consiglio questa lettura prima di intraprendere un viaggio in Giordania. Conoscere le tradizioni di un luogo e la sua cultura è importante per cercare di comprenderlo, almeno per un poco.

Share: