pozzo del castello di trezzo sull'adda_castelli da vedere in lombardia

CASTELLO DI TREZZO SULL’ADDA: la visita tra storia e fantasmi

Il Castello di Trezzo sull’Adda, in provincia di Milano, è perfetto per una gita fuori porta in Lombardia. Scopriamo insieme come visitarlo tra storia e fantasmi.

Il confine tra la provincia di Milano e quella di Bergamo è delineato dal fiume Adda. Con lo scopo di presidiare questa zona, nel XIV secolo venne costruito il Castello Visconteo di Trezzo sull’Adda.

Oggi è possibile visitare i resti di questo edificio sulla sponda milanese del fiume. Parlare di “resti” in effetti è un po’ riduttivo perché, contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, il castello è un luogo interessantissimo da visitare.

Ecco perché vi consiglio di organizzare una gita fuori porta in Lombardia nel misterioso ed affascinante Castello di Trezzo sull’Adda.

castello di trezzo sull'adda_prigioni_cosa vedere

La corte prima dell’ingresso ai sotterranei del Castello di Trezzo sull’Adda

CASTELLO DI TREZZO SULL’ADDA: storia in breve

Il primo edificio difensivo venne costruito da Federico Barbarossa nel XII secolo per difendere un importante guado sul fiume Adda. La posizione venne scelta in quanto il promontorio, protetto su tre lati dal fiume, era facilmente difendibile in caso di assedio.

L’attuale Castello di Trezzo sull’Adda fu costruito nel 1360, per volere di Bernabò Visconti, sui resti del precedente edifico. Rese però il promontorio un vero e proprio complesso militare fortificato.
Per ironia della sorte, è proprio nelle prigioni del castello di Trezzo che Bernabò venne ucciso dal nipote Gian Galeazzo Visconti.

Nel 1404, il castello venne conquistato da Paolo Colleoni, padre del famoso condottiero bergamasco Bartolomeo Colleoni. La tradizione (o la leggenda) vuole che riuscirono ad entrare nel castello travestiti da venditori di vino.

Successivamente, il castello visconteo di Trezzo venne conquistato dal Carmagnola che ne fece una caserma militare.
Nel XIX secolo, infine, alcuni elementi del castello vennero smantellati ed utilizzati per la costruzione dell’Arena Civica di Milano.

castello di trezzo adda_orari apertura_visite guidate

La torre del Castello di Trezzo

CASTELLO DI TREZZO SULL’ADDA: cosa vedere

Attraversato il centro storico di Trezzo sull’Adda, si accede al castello visconteo tramite un bel parco pubblico.
L’ingresso al parco è gratuito ed è possibile passeggiare liberamente tra i resti del castello, così scenografici ed evocativi. Non perdetevi l’antico pozzo, risalente al 1400, ed il panorama dagli spalti.

Tra la vegetazione, comparirà immediatamente davanti ai vostri occhi l’alto torrione. Altra ben 42 metri, la torre del castello è uno dei simboli del paese.
Acquistando il ticket di ingresso, è possibile percorrere le scale che portano alla sommità. Da lassù il panorama è splendido perché abbraccia la Pianura Padana e le Prealpi Orobiche.

E’ proprio ai piedi della torre che iniziano le visite guidate al castello.

Una curiosità sul Castello di Trezzo: all’interno del Codice Windsor sono raccolti alcuni disegni del castello visconteo realizzati da Leonardo da Vinci.

ansa del fiume adda_castello di trezzo_torre

L’ansa del fiume Adda dalla torre del Castello di Trezzo

VISITA GUIDATA AL CASTELLO DI TREZZO

Per apprezzare al meglio il Castello di Trezzo sull’Adda, vi consiglio di partecipare ad una visita guidata organizzata periodicamente dalla Pro Loco.

Il tour dura circa 1.30 ore e vi porterà alla scoperta delle seguenti cose da vedere a Trezzo sull’Adda:

  • i misteriosi ed umidi sotterranei del castello, ai quali si accede tramite una scala in pietra che scende nel cuore del promontorio. Dopo una piccola corte, ben conservata, si incontrano alcune celle e le casematte, grandi stanzoni in parte ricavati all’interno di una grotta naturale. Qui si trovavano le prigioni e, molto probabilmente, è in questi luoghi che morì Bernabò Visconti per mano del nipote Gian Galeazzo. Come se non bastasse, questi sotterranei sono comparsi anche in una puntata di Mistero, il programma di Italia 1, in quanto sono state rilevate delle presente ultraterrene. Io non credo a queste cose ma bisogna ammettere che il luogo è davvero lugubre e suggestivo;
  • la torre del Castello di Trezzo alta 42 metri, uno splendido esempio di torrione medievale conservato perfettamente ed altrettanto accuratamente ristrutturato. Tramite comode scale, si può arrivare fino alla sommità e contemplare il paesaggio circostante;
  • il museo archeologico nel quale sono conservati alcune interessanti e preziose copie di reperti longobardi rinvenuti sul territorio. Si tratta di croci ed anelli in oro ritrovati negli anni ’70 in alcune tombe appartenenti ad alti funzionari del periodo longobardo. Una di queste, conosciuta come la tomba del gigante, apparteneva ad un uomo di altissima statura.
torre di trezzo sull'adda_cosa vedere_castello

La torre e i sotterranei del Castello di Trezzo sull’Adda

LEGGENDE E FANTASMI DEL CASTELLO DI TREZZO SULL’ADDA

Nelle freddi notti invernali, i nostri nonni si radunavano attorno al focolare e tramandavano le storie legate alle oscure presenze che popolano il Castello di Trezzo sull’Adda.

Secondo la leggenda, nel parco del castello venne sepolto il tesoro di Federico il Barbarossa. Il suo fantasma, ogni notte, si aggira pronto a difendere il tesoro da ladri e curiosi.

Ma non è finita qui. Durante la seconda guerra mondiale, un gruppo di militari tedeschi si accampò nel castello. Una notte avvistarono guerrieri medievali e damigelle di corte.

Si racconta anche di una castellana che, disperata perché non poteva sposare l’uomo che amava, si lanciò da una torre del castello di Trezzo. Ancora oggi, durante la notte, vi potrà capitare di vedere un’ombra cadere dalla torre.

Infine, nei corridoi del sotterraneo del castello pare sia stata vista anche una delle tante figlie di Bernabò Visconti. Innamoratasi di uno stalliere, venne gettata nel pozzo delle torture dal padre crudele.

trezzo sull'adda_castello visconteo_cosa vedere

I sotterranei infestati di fantasmi del Castello di Trezzo

INFORMAZIONI PER VISITARE IL CASTELLO DI TREZZO

Di seguito vi riporto alcune informazioni utili per visitare il Castello di Trezzo.
Per ulteriori chiarimenti e per verificare eventuali variazioni, vi suggerisco di visitare il sito internet prolocotrezzo.com

Castello di Trezzo sull’Adda: orari di apertura

Il parco cittadino è aperto tutto l’anno e può essere visitato liberamente.
Le visite guidate al Catello di Trezzo si tengono solamente da inizio marzo al primo weekend di novembre. Gli orari sono i seguenti:

  • sabato alle ore 17
  • domenica pomeriggio e nei giorni festivi alle 15.00 e alle 17.00

Castello di Trezzo: prezzi e costi di ingresso

L’accesso al parco è gratuito mentre la visita guidata al Castello di Trezzo costa 6 euro (3€ ridotto).
Per chi fosse interessato ad accedere solamente alla torre, è possibile salire senza partecipare alla visita guidata ed il costo è di 3 euro.

Ai piedi della torre si trova uno stand con il punto informazioni e la biglietteria.

Come arrivare a Trezzo sull’Adda e dove parcheggiare

Come arrivare a Trezzo sull’Adda? Per chi arriva da Bergamo o da Milano, vi consiglio di uscire dall’autostrada A4 al casello di Trezzo sull’Adda.

Dal momento che il centro storico è chiuso al traffico la domenica e nei festivi, per raggiungere il castello vi consiglio di parcheggiare in via Mazzini (zona supermercato Conad) o in via Falcone e Borsellino. Da qui sono sufficienti 10 minuti a piedi per raggiungere il Castello di Trezzo.

Accesso disabili al Castello di Trezzo sull’Adda

Non è possibile accedere a buona parte delle attrazioni del castello visconteo di Trezzo per le persone su sedia a rotelle.
Con un po’ di fatica (i vialetti sono di ghiaia), si può comunque attraversare il parco e visitare alcune delle rovine.

Castello di Trezzo sull'Adda: la corte ed alcune mura del palazzo

Castello di Trezzo sull’Adda: la corte ed alcune mura del palazzo

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI TREZZO SULL’ADDA

Ai piedi del Castello di Trezzo sull’Adda si trova la bellissima centrale idroelettrica Taccani, uno splendido esempio di archeologia industriale.
La Pro Loco organizza periodicamente visite all’interno dell’edificio.

Dopo aver visitato Trezzo sull’Adda, ti consiglio altre cose da fare nei dintorni:

trezzo sull'adda_castello e centrale taccani

La centrale idroelettrica Taccani e il castello di Trezzo (photo credits Pixabay)

Share: