Visita alla Valle del Freddo: la curiosità del fenomeno microtermico

Durante la visita alla Valle del Freddo di Solto Collina, in provincia di Bergamo, scoprirai un curioso fenomeno microtermico. Cosa vedere? Come visitarla? Te lo spiego subito!

La Valle del Freddo, un riserva naturale situata nel comune di  Solto Collina (BG), deve il proprio nome al curioso fenomeno microtermico che si manifesta con l’emissione, da alcune piccole “buche” nel terreno, di aria fredda.

In quelle piccole zone in cui la temperatura è notevolmente inferiore rispetto alla media (altitudine di 350-700 m) si crescono numerose specie vegetali tipiche degli ambienti alpini.

Visita alla Valle del Freddo stelle alpine

VISITA ALLA VALLE DEL FREDDO

Attraverso un’interessante visita guidata è possibile scoprire la riserva naturale e toccare con mano il particolarissimo fenomeno naturale. Il percorso, che si snoda lungo un sentiero, è assolutamente facile e poco faticoso da percorrere in quanto non presenta alcuna difficoltà o particolari dislivelli.

Il personale è molto cortese e preparato e vi accompagnerà lungo il percorso raccontandovi numerosi aneddoti e dandovi le dovute informazioni. Senza un’adeguato accompagnamento non si è in grado di individuare le “buche” da cui esce l’aria fredda e nemmeno le specie vegetali tipiche di ambienti alpini.

Valle del Freddo flora e fauna

CURIOSITÀ SUL FENOMENO DELLA VALLE DEL FREDDO

Nonostante il nome, nella Valle del Freddo il fenomeno si presenta solamente a livello del terreno quindi la temperatura percepita dal visitatore è la medesima che si avverte fuori dalla riserva naturale.

Il fenomeno microclimatico è determinato, come spiegato in Parks.it, dai moti d’aria ascensionali che si innescano tra il monte Grione e il monte Nà. Ad essi si sovrappongono i venti assiali della Valle Cavallina e il detrito che conserva temperature basse.

In inverno quando piove e nevica, l’acqua e la neve penetrano nel sottosuolo, dove vengono a contatto con la ghiaia fredda e si trasformano in ghiaccio.
In estate, invece, il detrito mantiene bassa la temperatura dell’aria che scorre al suo interno, rendendola più pesante.

Quindi la forza di gravità e le brezze che spirano sopra la valletta portano l’aria gelida a fuoriuscire dalle bocche.

 

INFORMAZIONI UTILI PER LA VISITA ALLA VALLE DEL FREDDO

ORARI DI APERTURA

E’ possibile accedere alla riserva della Valle del Freddo solamente tramite visite guidate che si tengono tutti i sabati (orario 13.30-18) e le domeniche (orari 9-12 e 13.30-18) dei mesi di maggio, giugno e luglio.

QUANTO DURA LA VISITA ALLA VALLE DEL FREDDO

La visita guidata dura circa 1 ora e parte regolarmente non appena si riunisce un piccolo gruppetto di persone.

COSTO DI INGRESSO

La visita alla Valle del Freddo è gratuita.

CONTATTI PER VISITARE LA VALLE DEL FREDDO

Per maggiori informazioni potete contattare la Comunità Montana al numero di telefono 035/4349817 o tramite la seguente e-mail [email protected]

COME RAGGIUNGERE LA VALLE DEL FREDDO

Partendo da Bergamo, la riserva si può raggiungere in automobile prendendo la SS 42 in direzione di Lovere-Tonale. Superato il lago di Endine e di Gaiano, dopo alcune centinaia di metri è necessario lasciare la SS 42 imboccando sulla destra, per chi proviene da Bergamo, una strada sterrata. E’ presente anche un piccolo cartello che segnala la deviazione (indicativamente, comunque, è nel punto in cui il provinciale diventa superstrada/strada a scorrimento veloce).

Dopo circa 10 metri di strada sterrata, sulla destra si trova un piazzale dove si può parcheggiare. Qui è solitamente possibile incontrare il personale della riserva. In ogni caso, seguendo le indicazioni, si arriva all’imbocco della valetta.

ATTENZIONE: orari e costi possono variare nel tempo. Per maggiori informazioni visita  www.parks.it

 

Sei alla ricerca di altre cose da fare e da vedere a Bergamo e provincia? Ecco alcuni miei articoli che potrebbero interessarti:

 

curiosità Valle del Freddo solto collina bergamo

Share: