Cosa fare e cosa vedere a Novara

COSA VEDERE A NOVARA: itinerario a piedi nel centro storico

Quali sono le principali cose da vedere a Novara? Scopriamo insieme le attrazioni del centro storico di questa piacevole città del Piemonte.

Novara sembra emergere tra le risaie. Arrivando da lontano, infatti, lo sguardo corre lungo i campi coltivati e giunge fino al profilo della città su cui svetta l’elaborata ed elegante cupola della Basilica di San Gaudenzio, realizzata dall’architetto Antonelli (quello della Mole Antonelliana di Torino).

Novara è una città con poco più di 100.000 abitanti e, pur essendo la seconda per grandezza di tutto il Piemonte, sembra curiosamente a misura d’uomo. Sarà forse per quell’atmosfera tranquilla, per il suo centro storico compatto o per quell’architettura da salotto ottocentesco che le si addice così bene.

Novara ha origini antiche tant’è che l’impianto urbanistico risale ancora agli antichi romani. Invece, uno degli eventi più importanti della storia recente della città è legato alla Sconfitta di Novara subita dal Carlo Alberto che, proprio qui, abdicò in favore del figlio Vittorio Emanuele II, futuro re d’Italia.

All’interno di questo articolo scopriremo cosa vedere a Novara in un giorno (o anche meno). Sei pronto a visitarla con semplice itinerario a piedi che attraversa il centro storico?

TUSOPERATOR BOX DEL VIAGGIATORE ORGANIZZATO
icona mongolfiera   Prenota la salita alla Cupola di San Gaudenzio
icona pantofole   Trova l’hotel a Novara che fa per te

cosa visitare a Novara in un giorno: Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica nel centro di Novara

Monumenti da visitare a Novara: Cupola San Gaudenzio

Cupola di San Gaudenzio a Novara: cosa vedere


MAPPA DI NOVARA: itinerario in centro

Dove si trova Novara? In quale regione? Ci troviamo nella zona orientale del Piemonte, lungo l’autostrada che collega Milano a Torino.
Dal capoluogo lombardo, Novara dista solamente 40 minuti di auto ma può essere facilmente raggiunta anche in treno dato che la stazione ferroviaria dista solo 5 minuti dal centro storico.

Quanto tempo serve per visitare Novara? Secondo me sono sufficienti un paio d’ore ma vale la pena di fare le cose con calma, di visitare qualche museo e di sedersi al tavolo di una trattoria per assaggiare i piatti dell’interessante cucina locale. Ti accorgerai ben presto di aver trascorso un’intera giornata in città senza nemmeno accorgerti!

Le attrazioni ed i monumenti da visitare a Novara si trovano tutti a poca distanza tra di loro per cui, con una semplice passeggiata, li si può raggiungere in poco tempo.
All’interno di questa mappa troverai indicate tutte le cose da vedere a Novara ma te ne parlerò poi nel dettaglio nel prossimo paragrafo!

Cosa fare e cosa vedere a Novara: il Duomo

Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo di Novara

Visitare Novara e il castello

Il Castello di Novara visto dalla corte

COSA VEDERE A NOVARA IN UN GIORNO: le principali attrazioni

Visitare Novara è molto semplice perché il centro storico è tranquillo, poco trafficato e piuttosto compatto. Parcheggiando l’auto nei pressi del Castello, dove si trovano numerosi posteggi (anche se prevalentemente a pagamento), sarai già praticamente in centro città.
Seguendo l’elenco delle cose da vedere a Novara che troverai in questo paragrafo, ricaverai un facile itinerario per visitare la città in un giorno.

CASTELLO DI NOVARA: inizio della visita della città

La storia del Castello di Novara, da cui inizia il nostro itinerario di visita della città, è molto antica e risale probabilmente al XIII secolo. Fu però sotto i Visconti e nei secoli successivi che la fortificazione venne ampliata finché, durante il XVIII secolo, venne pian piano dismessa ed assegnata ad altri utilizzi (tra cui quello di carcere).

Solo recentemente il Castello di Novara è stato oggetto di importanti interventi di recupero che hanno consentito la realizzazione di uno spazio espositivo in cui vengono organizzate importanti mostre temporanee.
L’accesso alla corte è gratuito e, all’interno della stessa, si trova anche la sede dell’ATL (Agenzia Turistica Locale).

Alle spalle del Castello, invece, si sviluppa un grande parco pubblico che, durante la bella stagione, è perfetto per rilassarsi e per consumare un pranzo al sacco.

Cosa visitare a Novara in un giorno: il Castello

Ingresso al Castello di Novara dove vengono allestite mostre temporanee

PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTA’: cosa vedere a Novara

Proprio davanti al Castello di Novara si estende Piazza Martiri della Libertà, un ampio spiazzo che viene utilizzato per numerose attività ed eventi pubblici (come il mercato che si tiene il primo sabato del mese).
La piazza assume il suo attuale aspetto nell’Ottocento ed è fiancheggiata da eleganti palazzi tra cui il Teatro Coccia. Al centro dello spiazzo si trova la statua di Vittorio Emanuele II.

Piazza Martiri della Libertà: itinerario a Novara

Monumento di Piazza Martiri della Libertà a Novara

TEATRO CARLO COCCIA: la lirica in città

Il Teatro Coccia è uno dei più importanti del Piemonte ed è certamente l’orgoglio della città. L’edificio attuale, dedicato al maestro Carlo Coccia, è frutto di un ampliamento di fine Ottocento che comportò un ammodernamento ed ingrandimento del preesistente teatro.

L’esterno del teatro lirico presenta un’elegante struttura con portici ed una grande cupola mentre l’interno, a cui si può accedere in occasione dei numerosi spettacoli, è costituito da tre eleganti ordini di palchi in legno e preziose decorazioni.

Teatro Coccia di Novara: cosa vedere nel centro storico

Ingresso del Teatro Coccia di Novara


VIA FRATELLI ROSSELLI: il centro storico di Novara

Via Fratelli Rosselli è una delle principali vie del centro storico di Novara nonché una delle più eleganti. Qui si affacciano importanti edifici pubblici, privati e religiosi della città.
Passeggia sotto i portici, perfetti anche durante le giornate di pioggia o di caldo torrido, e prenditi tutto il tempo per ammirare le vetrine o sorseggiare una caffè osservando il viavai degli abitanti della città.

via Fratelli Rosselli a Novara: cosa fare in centro

I portico di via Fratelli Rosselli a Novara

CATTEDRALE DI SANTA MARIA ASSUNTA: il Duomo di Novara

Passeggiando lungo via Fratelli Rosselli non potrai certo fare a meno di notare l’imponente e monumentale complesso della Cattedrale di Santa Maria Assunta, una delle principali cose da vedere a Novara in un giorno. L’edificio che possiamo ammirare oggi, frutto di un completo rifacimento della preesistente chiesa romanica, è stato realizzato nell’Ottocento su progetto di Alessandro Antonelli (quello della Mole Antonelliana di Torino). Questa è la prima delle sue opere che incontreremo in città.

Nonostante si tratti di un progetto incompiuto, il complesso è davvero monumentale ed elegante, così come voleva lo stile neoclassico in voga in quel periodo.
Ciò che colpisce maggiormente è il bellissimo quadriportico, con eleganti colonne bianche che ne ingentiliscono il complesso, che collega il Duomo con il Battistero del V secolo.

Interno del Duomo di Novara: cosa visitare in un giorno

Interno della Cattedrale di Santa Maria Assunta di Novara

MUSEI DELLA CANONICA DEL DUOMO: cosa fare a Novara

Il Chiostro della Canonica è uno degli elementi che costituiscono il complesso della Cattedrale di Novara ed è fiancheggiato da edifici di epoche differenti, collegati poi da un bel porticato in cui potrai ammirare tracce di affreschi, lapidi e formelle in terracotta.

Qui potrai accedere agli interessanti Musei della Canonica del Duomo, una delle cose da vedere a Novara specialmente durante le giornate di pioggia (ingresso a pagamento). All’interno delle 12 sale espositive potrai ammirare opere d’arte a tema religioso, lapidi risalenti agli antichi romani, monete, codici medievali ed altri reperti archeologici.

Museo della Canonica di Novara: cosa fare quando piove

Chiostro del Museo della Canonica di Novara

BROLETTO: cosa visitare a Novara in un giorno

Sotto i portici di Via Fratelli Rosselli si trova un passaggio che collega Piazza della Repubblica, dove si trova il Duomo, con il Complesso Monumentale del Broletto. E’ proprio qui che, del XII secolo, si svolgono le attività politiche ed amministrative di Novara. Gli edifici del complesso sono i seguenti:

  • il Palazzo dell’Arengo, il più antico che risale al XII secolo (vale la pena di ammirare gli affreschi della Sala dell’Arengo)
  • il Palazzo del Podestà, di epoca rinascimentale
  • l’antico Palazzo dei Paratici, ingentilito da una loggia del XVIII secolo
  • il Palazzo dei Referendari

Nel Broletto si trova anche la Galleria d’Arte Moderna Giannoni, un’altra delle attrazioni di Novara, che espone opere che vanno dal XIX al XX secolo (ingresso a pagamento).

Cosa vedere a Novara: il Broletto

Il Broletto di Novara: cosa vedere in centro

CORSO ITALIA: una passeggiata nel centro di Novara

Al di là del Broletto ti ritroverai in Corso Italia, l’altra principale via di passeggio della città. Anche qui incontrerai botteghe, negozi e bei palazzi.
Appena uscito dal complesso del Broletto, non perderti il bel murales intitolato “Gli angeli sognanti” (o “Angeli adoranti”) che riproduce un quadro trafugato dai musei cittadini nel 1974 e mai più recuperato.

Passeggiata in Corso Italia a Novara con la pioggia

Corso Italia, la via dello shopping di Novara


BISCOTTIFICIO CAMPORELLI: i dolci più famosi di Novara

La storia del Biscottificio Camporelli risale al lontano 1852 e, nel corso di cinque generazioni di pasticceri, questa piccola bottega è diventata un’istituzione in città. Qui vengono prodotti i famosi Biscottini di Novara che, nella loro deliziosa semplicità (sono fatti solo con farina, uova e zucchero) riprendono un’antica ricetta delle monache del 1500. Giusto per darvi un’idea, sono simili ai Pavesini ma hanno un sapore chiaramente più genuino.

L’interno dello storico negozio, situato in Vicolo Monte Ariolo, è una vera meraviglia per gli occhi ed il palato. I prodotti sono tantissimi e differenti, il packaging accattivante ed i prezzi nemmeno troppo esagerati. Impossibile uscire dalla bottega senza una scorta di dolci per le prossime settimane!

Cosa mangiare a Novara: i biscotti Camporelli

I famosi Biscottini di Novara del Biscottificio Camporelli

PALAZZO BELLINI: sede della Banca Popolare di Novara

Verso la fine del Seicento, la famiglia Tornielli fece costruire un elegante palazzo nel centro storico di Novara che, nel corso del secolo successivo, venne poi acquistato e ampliato dai Bellini.
Le belle sale del palazzo ospitarono anche importanti personaggi come Napoleone ed eventi storici rilevanti come l’abdicazione di Carlo Alberto in favore del figlio Vittorio Emanuele II.

Durante il XX secolo, Palazzo Bellini venne acquistato dalla Banca Popolare di Novara che, ancora oggi, ha proprio qui la sua sede storica.
Gli interni del palazzo vengono aperti solo in specifiche occasioni ma, se avrai la possibilità di visitare Novara in queste occasioni, vale assolutamente la pena di ammirarne gli stucchi, gli affreschi ed i dipinti.

Itinerario a piedi nel centro storico di Novara

Palazzo Bellini sede della Banca Popolare di Novara

BASILICA DI SAN GAUDENZIO: cosa non perdere a Novara

La principale cosa da visitare a Novara in un giorno è sicuramente la Basilica di San Gaudenzio. Il motivo è molto semplice e te ne accorgerai già avvicinandoti alla città: la sua strepitosa cupola realizzata dall’Antonelli, l’architetto che lavorò anche alla Mole Antonelliana di Torino.

La Basilica, dedicata al patrono della città, venne realizzata nel XVI secolo e presenta all’interno linee tipicamente rinascimentali e begli altari laterali.
I lavori della cupola vennero avviati solamente verso la metà dell’Ottocento ed il progetto venne assegnato all’Antonelli che realizzò uno dei suoi capolavori sia stilistici che ingegneristici essendo interamente realizzata in muratura. La struttura è altra 121 metri a cui vanno aggiunti gli ulteriori 5 metri di altezza della statua del Cristo Salvatore.

Se desideri ammirare il più bel panorama della città, tra le cose da fare a Novara c’è anche la salita alla Cupola. E’ possibile accedere solamente tramite visita guidata in quanto il percorso richiede anche elmetto e imbragatura. I giorni di apertura sono solitamente dal venerdì alla domenica e i tour sono circa 4 o 5 al giorno.

»» Ecco tutte le informazioni per la visita alla Cupola di San Gaudenzio

Cupola di San Gaudenzio: cosa vedere a Novara

La Basilica di San Gaudenzio con la famosa Cupola

CASA BOSSI: il neoclassicismo dell’Antonelli

Casa Bossi è uno splendido ed immenso palazzo barocco che, nell’Ottocento, venne rimodernato dall’ormai celebre Antonelli. Attualmente l’edificio è in stato di abbandono ma, anche solamente dalla facciata, è possibile ammirare l’eleganza ed il perfetto stile neoclassico donatogli dall’architetto.
Le 200 stanze del palazzo, ai tempi residenza di un’importante famiglia novarese, ne fanno uno dei più grandi della città.

Proseguendo lungo Via Pier Lombardo, che parte dalla facciata della Basilica di San Gaudenzio e giunge fino a Casa Bossi, troverai un’installazione che rappresenta un trapezista. E’ un bel punto fotografico per immortalare la Cupola!

Cosa vedere a Novara: Casa Bossi dell'Antonelli

La facciata di Casa Bossi dell’Antonelli

DOVE DORMIRE A NOVARA: b&b in centro

Novara è una buona base d’appoggio per esplorare i dintorni. Ecco un paio di bei bed and breakfast in cui dormire a Novara:

  • B&BMagicHouse: un b&b interessante e pieno di… mistero! Il proprietario di questa struttura, situata appena fuori dal centro di Novara, è un prestigiatore e ha dato all’ambiente un tocco da prestigiatore!
  • B&B Mazzini: questa struttura si trova in un palazzo storico del centro ed è stata completamente rinnovata nel 2019. E’ un’ottimo posto in cui rilassarsi dopo essere andati alla scoperta delle cose da vedere a Novara
Dove dormire a Novara: B&B Mazzini

Una delle camere del B&B Mazzini a Novara (photo credits Booking.com)


LA PARENTESI DI MISTER G: cosa mangiare a Novara

Cosa si mangia a Novara? Già arrivando dall’autostrada non è difficile immaginare che, tra i piatti tipici della zona, compaia prepotentemente il riso che viene coltivato nelle sconfinate risaie della provincia. Curiosamente, anche il Gorgonzola occupa un posto di primordine. Pur non essendo originario dell’omonimo paese situato nei dintorni di Milano, questo formaggio ha riscosso un grande successo in città (è perfetto anche con il risotto!).

Ecco alcuni dei piatti tradizionali che ti consiglio di assaggiare durante la visita di Novara:

  • la paniscia, il tipicissimo risotto preparato con verze, fagioli borlotti e salame della duja
  • il tupolone, uno stracotto di macinato d’asino cotto nel vino
  • le rane fritte
  • il bagnèt, una salsa con aglio, prezzemolo e acciughe che si sposa bene con la carne lessa

Se volete un consiglio, noi abbiamo mangiato molto bene alla Trattoria Cavallino Bianco, situata proprio nel centro storico di Novara.

Cosa mangiare a Novara: la paniscia

La paniscia, il piatto tipico di Novara

Gorgonzola a Novara: piatti tipici

Il Gorgonzola, sempre presente nei ristoranti di Novara

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI NOVARA

Che ne dici di trascorrere a Novara non solo una giornata ma perfino un weekend? La provincia ed i dintorni di Novara potrebbero costituire una bella sorpresa. Ecco alcune gite fuori porta che potresti organizzare:

Cosa visitare a Novara: street art

Street art in Corso Italia a Novara

Share: