Visitare CASA DE PILATOS a Siviglia: cosa fare e cosa vedere

Cosa vedere e come visitare la splendida Casa de Pilatos di Siviglia. Uno dei palazzi più belli della città.

Siviglia è disseminata di splendidi palazzi che traboccano di fascino dai loro giardini tranquilli e ombreggiati, dalle loro armoniose facciate e dai curiosi richiami allo stile mudéjar (uno stile tipico andaluso in cui l’arte islamica incontra il gusto occidentale) che in essi si trovano.

Dopo l’impareggiabile superiorità del Real Alcazar (il palazzo reale), a circa 10 minuti a piedi dalla Cattedrale si trova il più incredibile ed affascinante palazzo della città: la Casa de Pilatos.

patio centrale casa pilatos siviglia

BREVE STORIA DEL PALAZZO

L’architettura sivigliana del XV-XVI secolo qui tocca l’apice del suo splendore ed esplode in tutta la sua elaborata bellezza agli occhi eccitati del visitatore.

La costruzione della Casa de Pilatos, iniziata nel XV secolo, si deve ai coniugi Pedro Enríquez de Quiñones e Caralina de Ribera che realizzarono la residenza per il figlio Fadrique, marchese di Tarifa.

Egli, di ritorno da un viaggio in Terra Santa, si convinse che la distanza che intercorreva tra la casa di Ponzio Pilato e il monte Golgota era la stessa di quella che separava il suo palazzo da un santuario ubicato fuori dalle mura della città di Siviglia, dedicato alla “Croce del Campo”.

camera sul patio casa de pilatos

Il marchese decise quindi di installare una Via Crucis, con dodici stazioni, lungo questo percorso e, conseguentemente, si diffuse nell’immaginario popolare la credenza che la casa fosse una copia di quella del pretore romano.

Varcata la soglia della portineria, il candore e la ricchezza delle decorazioni del patio centrale, sul quale ruota tutta la struttura del palazzo, è davvero sensazionale e lascia a bocca aperta.

Il nipote del primo marchese di Tarifa, in viaggio a Napoli e nel resto dell’Italia, si innamorò del gusto italiano tanto che, rientrato a Siviglia, volle coniugare l’architettura tipica andalusa al gusto rinascimentale. Si appassionò, inoltre, alle opere lasciate dagli antichi romani dei quali divenne collezionista.

giardino rinascimentale casa de pilatos

VISITARE CASA DE PILATOS: COSA VEDERE

Tutto questo lo si può chiaramente vedere nel cortile che mantiene nel complesso uno stile rinascimentale, arricchito da moltissime decorazioni mudéjar.

Una bella fontana centrale, dalla quale zampilla tranquilla dell’acqua limpida, e quattro statue romane, poste agli angoli, abbelliscono il patio, attorno al quale corre un porticato che ripara ventiquattro busti di imperatori romani.

Attorno al cortile si affacciano numerose camere, riccamente decorate con azulejos colorati ed elaborate decorazioni in gesso, con finestre che danno sui giardini esterni. La raffinatezza e la perfezione del lavoro degli artigiani è davvero sorprendente.

Due giardini raccolti, tranquilli e traboccanti di fiori invitano a godersi un po’ di pace mentre il suono armonioso dell’acqua zampilla da qualche bella fontana.

statua casa de pilatos
Il piano superiore, al quale si accede tramite una spettacolare scalinata interamente decorata da azulejos dai differenti disegni e colori, è accessibile solamente tramite visita guidata.

In questi spazi è possibile ammirare l’evoluzione del gusto e degli stili architettonici susseguiti nel corso dei secoli. Tra ottocenteschi studi e salottini, si nascondono interessanti tesori:

  • nella sala del Torrione si trova una Pietà, opera di Sebastiano del Piombo del 1539, e un ritratto del Tintoretto
  • una Tauromachia di Goya e una Maddalena del XVI secolo
  • nella sala che precede l’archivio museale si possono invece ammirare, fra le altre opere, tre pitture di Lucas Jordán

cortile casa de pilatos

INFORMAZIONI PER VISITARE CASA DE PILATOS

Orari di apertura

In inverno (da novembre a marzo) dalle 9 alle 18 mentre in estate (da aprile a ottobre) dalle 9 alle 19.

Costo di ingresso

Casa completa 8€ (consigliato)/ solo piano terra 6€.

Come è strutturata la visita di Casa de Pilatos

Nel prezzo di ingresso è compresa un’audioguida in diverse lingue, tra cui l’italiano. A mio avviso, non è una delle migliori perché risulta un po’ troppo tecnica e ridondante ma è sicuramente molto utile per comprendere quello che si sta visitando.

Il piano terra è liberamente visitabile ed è possibile curiosare tra gli splendidi cortili, le stanze e i giardini.

Al primo piano, invece, si può accedere solamente con visita guidata (in inglese o spagnolo a seconda dei partecipanti) e pagando un piccolo sovraprezzo (vedere “costo di ingresso”) che vale certamente la pena di essere pagato. All’ingresso viene fornita indicazione sull’orario di partenza del prossimo gruppo.

Tempi di visita

Il piano terra lo si può visitare anche in mezz’oretta ma è così piacevole perdersi tra le belle stanze o sostare nei tranquilli giardini che dedicherete al tour molto più tempo del previsto. La visita guidata al piano superiore, invece, dura circa 20-30 minuti.

Come arrivare

La Casa de Pilatos si trova a nord della Cattedrale, leggermente fuori dalle zone più battute ma raggiungibile a piedi in 10-15 minuti.

ATTENZIONE: prezzi e orari possono variare nel tempo. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale Fundacionmedinaceli.org

 

Cosa vedere a Siviglia con i bambini (e non solo)? Te lo racconto in questo articolo.

patio centrale casa pilatos

Share: