intervista ai travel blogger traveltrouble su Olanda

TRAVELTROUBLE: intervista a Francesca e Stefano

I travel blogger che vi voglio presentare oggi sono anche loro bergamaschi come me. Dietro a Traveltroubleofficial ci sono Francesca e Stefano. Non sono una coppia, come anche io credevo prima di conoscerli, ma due buoni amici.

Perché li adoro? Non solo per le belle foto che pubblicano sul loro profilo Instagram ma anche perché, come me, sono due fan accaniti di Britney Spears!
(come perdere lettori in pochi secondi)

Ma bando alle ciance, ecco la bella intervista a Traveltrouble nella quale ci porteranno alla scoperta di alcune località dell’Olanda e di alcuni cibi davvero stuzzicanti.

 

INTERVISTA A TRAVELTROUBLE

 

Ciao Francesca e Stefano! Mi raccontate un po’ di voi e del vostro blog Traveltrouble?

Ciao Fabio, allora da dove cominciare? Il nostro blog è nato nell’ottobre del 2017, dopo essere tornati da un safari in Kenya. Pensavamo da mesi alla possibilità di aprire un blog di viaggi e la nostra esperienza nella magica Africa ci ha fatto da trampolino di lancio. Abbiamo deciso di crearlo per raccontare le nostre esperienze in giro per il mondo.

In questi anni abbiamo avuto la possibilità di collaborare con alcune start up e, piano piano, abbiamo conosciuto tantissime persone che come noi hanno intrapreso la strada del blogging. Il nostro scopo principale è quello di condividere con tutti le nostre esperienze e i nostri consigli nell’ambito Travel, cercando di trasmettere i vari aspetti di un viaggio.

traveltrouble in una foto romantica a parigi

 

Sul vostro profilo Instagram ho visto che siete stati in Olanda. Cosa vi è piaciuto di più?

L’Olanda è un paese magico, ricco di storia e natura. Durante quel viaggio ci siamo innamorati di moltissime cose. Amsterdam è una città molto eclettica, arte e cultura che si fondono con la movida e le famose zone a luci rosse. È un vero e proprio mondo a sé, dove non puoi non rimanere affascinato.

Se proprio dobbiamo scegliere la cosa che c’è piaciuta di più sono sicuramente i campi di tulipani vicino a Lisse. I social sono pieni di foto artistiche in quei campi. Sopratutto durante i mesi di marzo e aprile, credeteci che assaporare la fioritura dei tulipani pedalando tra chilometri e chilometri di campi colorati è un esperienza che non vi scorderete facilmente.

mulina a vento in olanda foto traveltrouble

 

Vi va di consigliarci un’esperienza o qualcosa da visitare assolutamente?

Sicuramente come detto poco fa, bisogna visitare Lisse e i suoi campi, ma poco distante da lì troverete anche il Keukhenof, un parco botanico enorme con i suoi percorsi e i suoi laghetti. Accoglie ben 7 milioni di fiori da bulbo.

Vi consigliamo anche Zaanse Schans, il paesino dei mulini a vento. Vi perderete tra un edificio ed un altro, avvolti nel profumo di cioccolato che aleggia nell’aria. Tra le altre cose, troverete anche la fattoria che produce uno tra i più famosi formaggi olandesi: il Gouda. Vi perderete nel negozio degustando le varie stagionature e i numerosi gusti aromatizzati.

Per quanto riguarda Amsterdam invece ci sono una quantità di musei di ogni tipo. Sicuramente quello più importante, oltre al museo di Van Gogh, è la casa museo di Anna Frank: un tuffo al cuore.

 

Come avete trovato la cucina locale? C’è un piatto o un dolce che vi è particolarmente piaciuto?

L’Olanda ci ha regalato numerose delizie per il nostro palato oltre a qualche chilo in più. Partiamo dallo street food, le patatine fritte olandesi leggermente più corpose e grosse di quelle tradizionali. Ci sono dei veri e propri take-away affacciati sulle strade dove puoi comprarle e provarle, abbinandole ad una o più delle decine di salse proposte, tra cui la polpa di mele, che dona quel gusto dolciastro in contrapposizione con il salato delle patatine.

E poi come non nominarvi gli stroopwafel olandesi, due cialde rotonde con spalmato all’interno uno sciroppo al caramello. La superficie è decorata con cioccolato, cocco e chi più ne ha più ne metta. Se andrete ad Amsterdam, non potete rinunciarvi e vi consigliamo anche un posto dove li fanno divinamente: Van Wonderen Stroopwafles.

L’intervista ai Traveltrouble continua su www.sentichiviaggia.it

dolci olandesi foto di traveltrouble

Se vuoi approfondire le informazioni su questo paese consigliato dai nostri amici Traveltrouble, ti suggerisco il mio diario di viaggio in Olanda di 6 giorni e quello del weekend ad Amsterdam.

Vuoi conoscere altri travel blogger? Ecco tutte le interviste ai TUS’friends.

Share: