ON THE ROAD – Primo giorno ad Amsterdam

Avevo lasciato sei anni fa la città di Amsterdam con occhi meravigliati e, oggi, l’ho rivista con gli stessi occhi a palla. Quanto mi piacciono le sue case di mattoncini scuri con gli infissi bianchi, i canali tranquilli e le biciclette che sfrecciano in tutte le direzioni!

Atterrati dall’aeroporto di Eindhoven, raggiungiamo la capitale Olandese attraversando campagne disseminate di fattorie, animali al pascolo e un paio di mulini (son troppo carini!).

IMG_20150117_074259Dopo esserci sostemati in hotel e aver pranzato, iniziamo subito con il tour dei canali a bordo di una delle tanti barche piatte che offrono questo servizio. Da questo punto di osservazione Amsterdam è magnifica. E lo è ancor di più perché presto cala il sole, si accendono le luci della notte e si può spiare oltre i davanzali delle finestre carichi di orchidee!

IMG_20150116_174953La prossima tappa è la casa-museo in cui visse e si nascose Anna Frank. Mi è venuta più volte la pelle d’oca ad immaginarla qui mentre scrive il suo diario, sperando in un futuro migliore che purtroppo non vide mai.

IMG_20150117_010715Dopo cena ci addentriamo nel quartiere a luci rosse di Amsterdam. È talmente celebre che i miei compagni di viaggio sono curiosissimi di vederlo. Può indubbiamente suscitare reazioni differenti e contrastanti (c’è chi ne è schifato e chi eccitato!) ma è assolutamente da non perdere. Ragazze in piccole vetrine mettono in mostra i loro corpi tra coffee shop, ristoranti, antiche chiese e sexy shop.

IMG_20150116_222621Chiudiamo la serata a Leidseplein, la zona della vita notturna, davanti ad una bionda. Intendo una birra, ovviamente! Ebbene si, pure io ne bevo “addirittura ” mezzo bicchiere. Dopotutto qui ad Amsterdam è assolutamente tipica!

IMG_20150117_010835

Share: