Cosa vedere a Bruxelles in 2 giorni

VISITARE BRUXELLES: cosa vedere in 2 giorni

Cosa vedere a Bruxelles in due giorni? Scopriamo insieme cosa visitare nella capitale del Belgio e come organizzare il viaggio al meglio.

Se stai cercando una bella capitale europea in cui trascorrere un weekend, ti suggerisco di visitare Bruxelles.
Si tratta di una città con moltissime attrazioni e numerose cose da fare. Inoltre è comodamente servita da compagnie aeree low cost, un elemento da non sottovalutare!

Cosa vedere a Bruxelles in due giorni? La città non è particolarmente estesa e le principali attrazioni sono collocate nel centro storico per cui un paio di giorni saranno sufficienti per visitare Bruxelles.

Se hai a disposizione qualche giorno in più, ti suggerisco di spostarti con i mezzi pubblici o di noleggiando un’auto per visitare le città nei dintorni di Bruxelles. Per esempio, potresti toccare Gand, Bruges e Anversa in 3 giorni. Cliccando sul link troverai un mio articolo con tutte le informazioni.

Sei pronto a scoprire cosa vedere a Bruxelles? Dopo una breve presentazione delle principali attrazioni, troverai tutti i dettagli nel mio diario di viaggio a Bruxelles di due giorni.

»» Un modo simpatico per visitare Bruxelles è quello di partecipare ad un free tour della città (clicca sul link). Deciderai tu l’importo da lasciare alla guida in base al tuo gradimento dell’esperienza. Ricordati però di prenotare!

Vista panoramica su Bruxelles: cosa visitare

Vista panoramica su Bruxelles (photo credits Pixabay)

COSA VEDERE A BRUXELLES IN DUE GIORNI: le principali attrazioni

A parte l’Atomium, tutte le principali cose da vedere a Bruxelles si concentrano nel centro storico. Proprio per questo motivo, non sarà affatto difficile visitare la città in soli 2 giorni.
Prima di entrare nei dettagli, ti riporto un elenco delle cose da non perdere nella capitale del Belgio:

  • Grand Place, la piazza più bella da visitare a Bruxelles
  • Ilot Sacré è il quartiere medievale della città. Tra le cose da vedere a Bruxelles in questa zona ci sono la Borsa, la Galerie Royales Saint-Hubert, il Teatro Reale della Zecca e la chiesetta di Saint-Nicolas
  • Manneken Pis, una piccola fontana raffigurante un bambino che fa la pipì (uno dei simboli di Bruxelles)
  • Museo Magritte, una raccolta di circa 250 opere del famoso pittore surrealista René Magritte
  • Palazzo Reale, un edificio del XIX secolo aperto ai visitatori durante il periodo estivo
  • Parc de Bruxelles, un grande ed elegante spazio verde risalente al XVIII secolo
  • Musei Reali delle Belle Arti del Belgio, un circuito di 6 spazi museali da vedere a Bruxelles di cui i più famosi sono il Museo di Arte Antica, il Museo Magritte ed il Museo Fin de Siècle
  • Sablon, una delle zone più eleganti della città, dove visitare Place du Grand Sablon, la chiesa di Notre-Dame du Sablon ed il parco di Place du Petit Sablon
  • Cattedrale di Sts Michel et Gudule, in stile gotico, costituisce uno dei più bei edifici religiosi da vedere a Bruxelles
  • Quartiere Europeo dove si trovano i palazzi amministrativi dell’Unione Europea in cui si riuniscono, per esempio, la Commissione Europea, il Parlamento Europeo ed il Consiglio dei Ministri
  • Atomium, una struttura alta più di 100 metri che rappresenta una molecola di ferro. E’ una delle cose da vedere assolutamente a Bruxelles in due giorni!

»» Sei un amante del cioccolato? A Bruxelles c’è un tour guidato alla scoperta delle migliori praline (clicca sul link per scoprire di più)

Cosa vedere a Bruxelles: Palais Royal

Palais Royal di Bruxelles (photo credits Pixabay)

MAPPA DI BRUXELLES: visitare la città

All’interno di questa mappa ho inserito le principali cose da visitare a Bruxelles in 2 giorni.
Sono sicuro che potrà tornarti utile per preparare il tuo personale itinerario di viaggio a Bruxelles.

DOVE DORMIRE A BRUXELLES: hotel e b&b nel centro storico

Avendo solo due giorni a disposizione per visitare Bruxelles e le sue principali attrazioni, è importante scegliere un hotel nel centro storico. Questo ti permetterà di spostarti con facilità e di raggiungere comodamente l’aeroporto.

Ti propongo alcuni buoni b&b ed un ostello in cui potresti dormire senza spendere troppo:

  • Latroupe Grand Place: un ostello giovane, simpatico e tutt’altro che scontato. Oltre a sistemazioni in dormitorio, propone anche delle belle camere matrimoniali moderne e luminose. Ottima la posizione per visitare Bruxelles e prezzi davvero interessanti!
  • B&B Villa 36: a poca distanza dalla Grand Place si trova questo b&b che propone camere colorate ed arredate in modo davvero particolare
  • B&B La Maison Haute: le camere di questo bel b&b sono stare ricavate in un edificio del XIX secolo del quartiere Marolles. Lo stile moderno e luminoso delle stanze è perfetto per rilassarsi dopo essere andati alla scoperta di cosa vedere a Bruxelles
Dove dormire a Bruxelles nel centro storico: B&B Villa 36

Una camera del B&B Villa 36 (photo credits Booking.com)

DIARIO DI VIAGGIO A BRUXELLES: cosa vedere in due giorni

Per organizzare al meglio il tuo viaggio a Bruxelles ti propongo questo diario di viaggio in cui ti racconterò cosa fare e cosa vedere a Bruxelles in 2 giorni. Troverai dettagli, consigli ed un suggerimento per costruire il tuo itinerario in città.

PRIMO GIORNO A BRUXELLES: cosa vedere assolutamente

Il viaggio ha inizio dall’aeroporto di Bergamo dove, grazie ad un volo low cost, raggiungiamo la capitale del Belgio. Un comodo bus collega l’aeroporto di Charleroi con Bruxelles in circa un’ora.

E’ già pomeriggio quando iniziamo la visita vera e propria della città. Quale modo migliore per scoprire Bruxelles se non assaggiando la prima gaufre (waffle) del weekend?
La golosità inarrestabile di mister G lo spingerà, nel giro di un’ora, ad ingurgitare pure la seconda gaufre!

Le prime cose da vedere nel centro storico di Bruxelles sono situate nel quartiere Ilot Sacré dal sapore medievale:

  • il Teatro de la Monnaie
  • Place de la Bourse (piazza della Borsa)
  • l’Eglise St Nicolas
Eglise Saint Nicolas a Bruxelles: cosa vedere

Eglise Saint Nicolas a Bruxelles: cosa vedere (photo credits Pixabay)

Poi, finalmente, tra incantevoli negozi di biscotti e cioccolatini, raggiungiamo la splendida Grand Place. Si tratta di un magnifico complesso di palazzi riccamente decorati (tra cui l’Hotel de Ville ovvero il Municipio) che, non per nulla, le fanno guadagnare il titolo di piazza più elegante d’Europa!

A poca distanza si trova un’altra delle cose da vedere assolutamente a Bruxelles: il piccolo ed irriverente Manneken Pis. E’ una fontana con la statua di un bambino che fa la pipì. E’ piuttosto piccola ma è carica di significato!
Il bimbo ci accoglie con un inaspettato vestito da rapper: cappellino con visiera, orecchini vistosi e catenazzo al collo. Capita spesso che venga vestito in modo strambo o tradizinale in occasione di particolari eventi!

Ritorniamo in direzione della Grand Place e passeggiamo lungo le Galerie Royales Saint-Hubert, ricche di lussuosi negozi e fantastiche cioccolaterie.
Tra una boutique e l’altra, incontriamo anche il Teatro Reale della Zecca che richiama gli spettatori con un’improbabile campanella.

Galerie Royales Saint-Hubert da visitare a Bruxelles

Galerie Royales Saint-Hubert (photo credits Pixabay)

La gaufre non poteva placare la nostra fame per molto tempo e così, inghiottiti nel budello e nel frastuono di luci e rumori di Rue de Bouchers, finiamo per fermarci in uno dei tanti ristoranti che espongono menù a prezzo fisso e molluschi in bella mostra nelle ghiacciaie. E’ una trappola per turisti ma noi decidiamo di farci catturare.
Proviamo qualche piatto tipico tra cui le famose cozze con le patatine fritte, un’accoppiata molto richiesta da queste parti.

Dopo cena gironzoliamo parecchio per le strade attorno alla Grande Place dove si nascondono locali di tutti i tipi, da quelli più alla moda ad altri frequentati da gente stramba ed alticcia.
In un vicolo secondario abbiamo anche trovato la Jeanneake Pis, la versione femminile del Manneken Pis (decisamente molto più provocatoria del fratellino)!

Cosa vedere a Bruxelles in 2 giorni: Grand Place

Cosa vedere a Bruxelles in 2 giorni: Grand Place (photo credits Pixabay)

VISITARE BRUXELLES: cosa vedere il secondo giorno

Oggi avremo tutta la giornata a disposizione per visitare Bruxelles. Per questo motivo concentreremo qui le principali cose da vedere a Bruxelles.
Ci sposteremo attorno alla Grand Place, il cuore della città, per scoprire le attrazioni che non abbiamo toccato il primo giorno e poi prenderemo i mezzi pubblici per raggiungere l’Atomium.

L’itinerario del secondo giorno a Bruxelles inizia dal Palais de Justice. Il Palazzo di Giustizia è molto imponente e riccamente decorato.
Proprio lì davanti si trova una bella terrazza panoramica da cui si può ammirare una bella vista sulla parte bassa della città.

La passeggiata continua verso Place du Petit Sablon, un delizioso giardinetto ricco di aiuole, cespugli ben tenuti e statue di bronzo e marmo. Vale la pena di farci due passi e di rilassarsi un attimo sulle panchine.
Proprio di fronte si trova la piccola chiesa di Notre Dame du Sablon, un gioiellino in stile gotico pieno di coloratissime vetrate. A mio avviso è la chiesa più bella della città!

In Place du Grand Sablon troviamo anche alcune delle bancarelle del mercatino di antiquariato che viene allestito qui ogni domenica mattina. Il tempaccio di oggi ha probabilmente scoraggiato gran parte dei mercanti e dei possibili acquirenti perché non c’è quasi nessuno.

Visitare Bruxelles: Notre Dame du Sablon

Notre Dame du Sablon a Bruxelles

Scendiamo leggermente verso Notre Dame de la Chapelle, una chiesa molto grande che non riusciamo però a visitare internamente per via della funzione religiosa in corso. Ritorniamo sui nostri passi ma stavolta percorriamo per Rue de Rollebeek, un vicolo in salita che ho trovato molto caratteristico.

Arrivati a Koningsplein (Piazza Reale), visitiamo la neoclassica chiesa di St Jacques sur Coudenberg. Presenta un’accattivante facciata mentre, internamente, ha uno stile decisamente più sobrio.
Sempre su questa piazza si affaccia il famoso Museo Magritte che espone molte opere del pittore surrealista René Magritte.

A questo punto arriviamo di fronte al Palais Royal con la sua imponente facciata ed il giardino ben tenuto. Essendo inverno l’abbiamo trovato chiuso ma, in estate, è possibile visitarne gli interni.
Sul lato opposto rispetto alla facciata principale si trova il Parc de Bruxelles, un grande ed elegante parco pubblico.

Palais Royal di Bruxelles

Palais Royal di Bruxelles

Torniamo sui nostri passi e, scendendo verso il Mont des Arts, arriviamo a place de l’Albertine. Si tratta di uno spiazzo con alberi e aiuole che conduce lo sguardo su una delle più belle viste di Bruxelles.

Tra le principali cose da vedere a Bruxelles manca ancora una tappa: l’imponente Cathédrale Saints Michel et Gudule, dedicata ai due patroni della città.
L’esterno della chiesa è molto impressionante nonostante sia collocata in una piazza circondata da edifici molto più recenti. L’interno, invece, è più semplice del previsto.

Cathédrale Saints Michel et Gudule: cosa vedere a Bruxelles

Cathédrale Saints Michel et Gudule (photo credits Pixabay)

Prima di lasciare il centro città, facciamo un salto veloce alla Boutique de Tintin, nei pressi della Grand Place, giusto per farci un’idea del personaggio più famoso dei fumetti locali.

Non si può visitare Bruxelles senza aver visto anche l’Atomium. Prendiamo così la metro e raggiungiamo il Parco Heysel, nei dintorni della città, in cui si trova questa curiosa ed immensa struttura in acciaio che rappresenta 9 atomi di un cristallo di ferro.
E’ possibile anche visitarne gli interni dove una curiosa esposizione è situata tra le varie sfere, collegate tramite scale mobili.

Con l’Atomium si conclude il nostro itinerario di viaggio a Bruxelles. Pur non avendo visitato molti musei e nemmeno il Quartiere Europeo, in meno di due giorni siamo riusciti a toccare le principali cose da vedere a Bruxelles.

Atomium nei dintorni di Bruxelles: cosa vedere

L’Atomium nei dintorni di Bruxelles (photo credits Pixabay)

COSA MANGIARE A BRUXELLES: cioccolato, gaufre e patatine fritte

Visitare Bruxelles non significa solo andare alla ricerca delle principali cose da vedere. Questa capitale europea sa infatti prendere il turista anche per la gola.
Nei due giorni in cui visiterai Bruxelles, lungo le strade sentirai sempre il delizioso profumo di cioccolato che fuoriesce dalle numerose botteghe dei famosi cioccolatai belgi.

Inoltre, troverai con una certa facilità anche le morbide gaufre (chiamate anche waffel) ricoperte di cioccolata o frutta fresca.

Se sei alla ricerca di uno spuntino salato, invece, le patatine fritte qui sono davvero tipiche. Pare che ebbero origine proprio in Belgio e, secondo l’antica tradizione, vengono fritte due volte così da rimanere morbide all’interno e croccanti all’esterno.

Cosa mangiare a Bruxelles: gaufre

Cosa mangiare a Bruxelles: gaufre

Share: