rametto di vischio tradizione usanze

Il rametto di vischio: usanze e tradizioni

Hai mai ricevuto in dono un rametto di vischio? Conosci le usanze e le tradizioni legate a questo rametto? Provo a spiegartele in questo articolo.

Questa mattina ho ricevuto un rametto di vischio. E da lì è partita la mia curiosità.

 

Un rametto di vischio in dono

Fiammetta, la proprietaria di Fiori a Merenda (Stezzano – BG) dove stavo facendo colazione, si precipita giù per le scale. Si arma di forbici, recide un rametto di vischio dal mazzo e ci lega attorno un bel fiocchetto. E’ la prima volta che ne ricevo uno e, a parte la famosa tradizione del bacio sotto il vischio, non ne sapevo molto di più.

Così ci spiega che è da appendere sopra la porta di ingresso di casa e che è tradizione, durante il periodo natalizio, accogliere gli ospiti sull’uscio e dar loro un bacio.

Mi sono incuriosito. Così, dopo essere arrivato a casa ed aver appeso il rametto, mi sono subito informato!

2013-12-22 12.10.49a

Usanze e tradizioni del rametto di vischio

L’usanza di appendere un ramo di vischio all’uscio di casa nasce nel Nord Europa, dove il vischio era ritenuto di buon auspicio oltre che terapeutico.

Nella mitologia scandinava, il vischio è anche la pianta sacra di Frigg, dea dell’amore: dopo che suo figlio Balder venne ucciso da una freccia di vischio, Frigg cominciò a piangere sul suo corpo. Mentre le sue lacrime si trasformavano nelle perle bianche che abbelliscono la pianta, Balder tornò in vità.

Per la felicità, Frigg cominciò a baciare chiunque passasse sotto l’albero sul quale cresce il vischio (di solito pioppi, olmi e tigli) facendo sì che non potesse capitare mai nulla di male a tutti coloro che si fossero dati un bacio sotto un ramoscello di vischio.

Ogni giorno si impare qualcosa di nuovo ma ci vuole anche qualcuno che te lo racconta e che ti fa germogliare dentro un po’ di sana curiosità!

Share: