Posti insoliti e particolari da vedere a Roma e cose particolari

COSE PARTICOLARI DA VEDERE A ROMA: 12 posti insoliti e curiosi della capitale

Se stai cercando alcune cose particolari da vedere a Roma, sei finito nel posto giusto. Ecco 12 posti insoliti e curiosi da visitare nella nostra bella capitale.

Sei già stato a Roma diverse volte ed hai già visitato le principali attrazioni della città?
Non ne puoi più di essere trascinato dalla folla di turisti che invade alcune zone della capitale?

Per questi ed altri motivi ho pensato di preparare un elenco di posti insoliti e particolari di Roma.
Mettiamo le cose bene in chiaro: non ho la pretesa di segnalarti cose di cui nessuno ha mai parlato. Semplicemente vorrei fornirti qualche spunto per visitare cose meno conosciute e curiose della città e zone che non vengono toccate abitualmente durante i tour tradizionali.

Una cosa te la posso garantire: tutte queste cose particolari di Roma saranno assolutamente affascinanti e sorprendenti!
Se invece ti trovi in città ed hai poco tempo per visitarla, ti consiglio questo itinerario tra le cose da vedere a Roma in un giorno (scopri i dettagli cliccando sul link).

»» Se ami scoprire i posti più misteriosi di Roma c’è un bel free tour serale (clicca per maggiori info). Come funziona? Basta prenotare e poi lascerai l’importo che deciderai tu alla guida alla conclusione del tour

Il Parco degli Acquedotti di Roma: passeggiate insolite nella natura

Relax al Parco degli Acquedotti di Roma

MAPPA DI ROMA: posti insoliti e particolari

Ho pensato di inserire tutti i posti più particolari, curiosi ed insoliti da vedere a Roma in questa mappa interattiva.
Questo potrebbe permetterti di individuare più facilmente queste attrazioni e, magari, di deviare leggermente dal tuo itinerario per visitarle.

Spostandosi leggermente fuori dal centro storico, varrebbe la pena di visitare anche Ostia Antica.

COSE PARTICOLARI DA VEDERE A ROMA: 12 attrazioni insolite e segrete

Ogni tanto mi capita di tornare nella capitale così mi ritrovo spesso a cercare nel web tutte quelle cose particolari da vedere a Roma. I risultati della mia ricerca erano per lo più delle curiosità tant’è che mi ero poi ritrovato circondato da moltissimi turisti. Un esempio su tutti la famosa serratura sull’Aventino da cui si vede il cupolone di San Pietro.

Grazie anche al supporto dei miei amici romani Hesitant Explorers, ho preparato un elenco di posti insoliti di Roma che ti proporrò in questo articolo. Si tratta per lo più di luoghi curiosi e poco visitati (non da tutti i turisti per lo meno). Avrai così modo di goderti con tutta calma queste meraviglie della città.

»» Visita le principali attrazioni di Roma con un unico conveniente ticket: Roma Tourist Card. Comprende anche il Colosseo, i Musei Vaticani e visite guidate. Scopri di più!

Cose particolari da vedere a Roma: Piccola Londra

Piccola Londra, un quartiere particolare di Roma

CENTRALE MONTEMARTINI DI ROMA: arte classica ed archeologia industriale

Tra le cose più particolari da vedere a Roma va sicuramente inserita la Centrale Elettrica di Montemartini (ingresso a pagamento).
No, non si tratta solamente di archeologia industriale. All’interno di questo edificio di inizio Novecento è stata allestita un’esposizione di opere di arte classica provenienti dalla collezione dei Musei Capitolini.

Capita così di ammirare un’insolito accostamento tra turbine, mosaici, impianti industriali e statue in marmo. Il contrasto è davvero incredibile.
Se tutto questo non fosse sufficiente, ti segnalo che all’interno della centrale è esposto anche un antico treno appartenuto al Papa!

Centrale Montemartini di Roma: posti particolari da vedere

Centrale Montemartini di Roma: posti particolari da vedere

LA GARBATELLA: un quartiere popolare ed insolito di Roma

La storia della Garbatella, un affascinante quartiere al di fuori delle mura della città, ha inizio nel 1920 con un’inaugurazione presenziata da re Vittorio Emanuele III.
L’Istituto Autonomo Case Popolari progettò questo quartiere come “borgo marinaro” in quanto qui doveva essere realizzata una darsena portuale del Tevere (mai costruita). La zona venne poi popolata da operai e gente semplice.

Ancora oggi, nel contesto urbanistico, è possibile leggere quell’idea di “garden-city” inglese a cui si ispirava il progetto originario, influenzato dalla corrente del barocchetto romano.
Lo vuoi un consiglio? Non farti troppi problemi e attraversa i cortili tra le palazzine e ti farai rapidamente un’idea dell’anima di questa zona con i bambini che giocano al sole, i panni stesi ad asciugare e le donne sedute a chiacchierare.

Visitare la Garbatella, una delle cose particolari da vedere a Roma, mette fame. Quindi ti consiglio una delle migliori cacio e pepe di Roma alla Trattoria Tanto Pè Magnà.

Cose particolari da vedere a Roma: la Garbatella

Un cortile della Garbatella a Roma

CIMITERO ACATTOLICO: cose particolari da vedere a Roma

Nei pressi della splendida Piramide di Caio Cestio si trova un cimitero molto particolare.
Dal momento che alcune categorie di persone non potevano essere sepolte con i cattolici, nel Settecento lo Stato Pontificio si convinse ad aprire un Cimitero Acattolico al di fuori delle mura della città. Oggi è conosciuto anche come Cimitero degli Inglesi.

Tra le numerose ed eleganti tombe, disseminate in modo disordinato tra alberi e cespugli fioriti, potrebbe capitarti di incrociare i monumenti funebri di scrittori e personaggi illustri come John Keats, Percy Bysshe Shelley, Antonio Gramsci ed Andrea Camilleri.
A mio avviso si tratta di uno di quei posti insoliti di Roma dove il tempo sembra essere sospeso ad un filo.

All’ingresso è richiesto il versamento di un’offerta.

»» Tra i posti più lugubri ed insoliti di Roma c’è la Cripta dei Cappuccini (clicca per maggiori informazioni). Scendendo sotto la chiesa, scoprirai una cripta con le ossa ed i teschi di circa 4.000 frati. Inquietante ma davvero curiosa!

Cimitero Acattolico: posti insoliti e curiosi di Roma

Cimitero Acattolico: posti insoliti e curiosi di Roma

GALLERIA NAZIONALE D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA: un museo pieno di tesori

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma è un luogo straordinario e incredibilmente poco visitato dai turisti.
Situato in prossimità di Villa Borghese, il museo è ospitato in un grandioso edificio di inizio Novecento che accoglie alcune delle 20.000 opere della collezione (ingresso a pagamento).

Moltissime le opere e gli artisti famosi tra cui vale la pena di citare Pollock, Mondrian, Klimt, Giacometti, Monet, Duchamp, Modigliani, Mondrian, Burri e molti altri.
La Galleria è in continua trasformazione e rinnovamento e mi è piaciuta molto per la sua capacità di offrire al visitatore un soddisfacente sunto dell’arte dalla fine dell’Ottocento fino a giorni nostri.

Cose insolite da vedere a Roma: Galleria di Arte Moderna e Contemporanea

Una sala della Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Roma

PARCO DEGLI ACQUEDOTTI: una passeggiata a Roma tra storia e natura

Se hai voglia di una bella passeggiata insolita da fare a Roma, io ti suggerisco di raggiungere il Parco degli Acquedotti.
Si estende per circa 240 ettari e, come avrai intuito dal nome, è attraversato da una gran quantità di acquedotti romani in differenti stati di conservazione. Alcune sono solo rovine (ma hanno un fascino incredibile) mentre altri acquedotti sono ancora funzionanti!

A mio avviso è uno dei parchi più suggestivi di Roma e, curiosamente, è anche piuttosto tranquillo.
Gli acquedotti all’interno del parco sono sette ma quelli che incontrerai più facilmente sono l’Acquedotto Felice e l’Acquedotto Claudio.

Il Parco degli Acquedotti è aperto tutti i giorni dall’alba al tramonto e l’accesso è gratuito.

Parco degli Acquedotti di Roma: posti particolari da visitare

Parco degli Acquedotti di Roma: passeggiate nella natura

STREET ART DI TOR MARANCIA: scoprire i murales della Roma popolare

Fino a non molto tempo fa, il quartiere di Tor Marancia non era un posto particolarmente sicuro né tantomeno affascinante di Roma.
Nel 2015 però, tra questi condomini popolari, arrivarono 20 artisti che in circa un mese trasformarono la zona in una galleria a cielo aperto.

Oggi le grandi opere di street art di Tor Marancia attirano numerosi turisti che vengono fin qui per ammirare le 11 pareti delle palazzine trasformate in tele colorate.
Gli splendidi murales rappresentano storie ed eventi legati a quella specifica palazzina. I miei preferito sono “Il bambino redentore”, “Cascata di parole” ed “Io sarò”.

Potrai addentrarti liberamente nei cortili del condominio in quanto non ci sono recinzioni ma ricorda di essere rispettoso nei confronti di chi ci abita.

»» Ti affascinano i murales? Allora ti consiglio questo tour della street art di Roma (clicca sul link per maggiori dettagli)

La street art di Tor Marancia: posti particolari a Roma

La street art di Tor Marancia a Roma

VILLA DORIA PAMPHILJ: un posto insolito da visitare a Roma

Forse anche tu, come me, non saprai che a Roma una “villa” è in realtà un grande parco. Puoi ben immaginare quindi il mio stupore quando, arrivato a Villa Doria Pamphilj mi sono reso conto che la residenza di campagna c’era ma non era visitabile.

Lo splendido palazzo, che oggi è un lussuoso hotel, venne fatto costruire da Innocenzo X nel XVII secolo e fu più tardi ampliato nell’Ottocento dalla famiglia Doria Pamhilj. Si possono comunque ammirare dall’esterno i meravigliosi giardini all’italiana.

Tutto attorno alla residenza si sviluppa un grande parco pubblico (accesso gratuito) che, talvolta, ha un aspetto selvaggio ma che nasconde anche eleganti fontane, aiuole, laghetti, chiese, acquedotti e molte altre meraviglie.
Anche questo luogo insolito di Roma è perfetto per una lunga passeggiata nella natura, lontano dal caos della capitale.

Villa Doria Pamphilj: posti particolari e insoliti di Roma

Villa Doria Pamphilj: i giardini privati del palazzo

EUR: il quartiere più fascista di Roma

Tra i posti più curiosi da visitare a Roma mi sento di inserire anche l’EUR. Molti troveranno brutta o poco interessante l’architettura tipicamente fascista che caratterizza questo quartiere ma io lo trovo comunque interessante in quanto riconduce ad fetta, seppur triste, della storia del nostro paese.

Siamo negli anni Trenta del XX secolo e, in occasione dell’Esposizione Universale di Roma, Mussolini volle che la sua ideologia fosse ben rappresentata anche nella costruzione del nuovo quartiere. Visitando questo posto così particolare di Roma ti renderai conto di come gli architetti dell’epoca centrarono l’obiettivo.

Tra le cose da vedere nel quartiere dell’EUR di Roma ci sono:

  • il Palazzo della Civiltà Italiana, conosciuto anche come Colosseo Quadrato
  • l’Obelisco dell’EUR, alto 45 metri e dedicato a Marconi
  • la Nuvola, il centro congressi recentemente progettato dal famoso architetto Fuksas
  • il Parco dell’EUR ed il Giardino delle Cascate
  • il Museo della Civiltà Roma

»» Se vuoi scoprire di più su questa zona della città, c’è un interessante tour dell’architettura fascista di Roma

Quartiere EUR di Roma: cosa vedere di insolito e particolare

Alcune cose particolari da vedere all’EUR di Roma

QUARTIERE COPPEDE’: cose particolari ed insolite da vedere a Roma

Il Quartiere Coppedè prende il nome dall’architetto Gino Coppedè che, all’inizio del Novecento, disegnò questo complesso fatto di 26 palazzine e 17 villini.
Lo stile eclettico rende questo posto di Roma così curioso e particolare. Tra il Liberty e l’Art Decò, qui convivono anche lo stile gotico, barocco e classico. Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, il risultato è elegante, sofisticato ed insolito.

Tra le cose da vedere nel Quartiere Coppedè, situato a nord-est del centro storico, ti consiglio di non perdere:

  • la Fontana delle Rane, famosa perché i Beatles vi si tuffarono ancora vestiti dopo un concerto
  • la Palazzina del Ragno, in stile assiro-babilonese e con un ragno sulla facciata
  • l’arco che collega i Palazzi degli Ambasciatori con il grande lampadario
  • il Villino delle Fate, tanto strambo quanto affascinante e fiabesco
Quartiere Coppedé: posti insoliti da visitare a Roma

Uno scorcio del quartiere Coppedé: posti particolari di Roma (photo credits Wikimedia Commons)

CASINA DELLE CIVETTE: posti insoliti da visitare a Roma

La Casina delle Civette si trova all’interno del parco di Villa Torlonia.
Quella che un tempo fu la Capanna Svizzera del principe Alessandro Torlonia, venne poi trasformata ad inizio Novecento in un eclettico “villaggio medioevale”.

Il nome di questo posto particolare ed insolito di Roma deriva dalla gran quantità di civette che potrai trovare tra le splendide decorazioni dell’edificio.
Varcate le porte del Villino delle Civette troverai infatti le vetrate, gli stucchi, le maioliche, i marmi, le stoffe ed i legni intarsiati che resero così spettacolare l’abitazione di Giovanni Torlonia jr.

Questo curioso edificio di Roma è stato trasformato oggi in museo e potrai visitarlo acquistando il biglietto dei Musei di Villa Torlonia.
Per ammirarne l’esterno, invece, è sufficiente accedere liberamente al parco.

La Casina delle Civette a Roma: cose particolari da vedere a Roma

La Casina delle Civette: posti insoliti a Roma (photo credits Wikimedia Commons)

PICCOLA LONDRA: curiosità da vedere a Roma

Tra i posti più curiosi ed insoliti di Roma c’è anche la Piccola Londra, situata in via Bernardo Celentano. Si tratta di un breve vicolo del quartiere Flaminio in cui lo stile british degli edifici residenziali ricorda molto alcuni quartieri della capitale del Regno Unito.

Cosa ci fa un vicolo così londinese a Roma? All’inizio del Novecento venne eletto il sindaco anglo-italiano Ernesto Nathan che avviò un piano urbanistico volto a portare la città al livello delle altre capitali europee. Venne quindi costruito questo elegante quartiere con villette a schiera, porte in legno, lampioni in ferro battuto e pareti dai colori pastello.

Si può accedere liberamente in questo posto particolare di Roma ma ti invito a portare rispetto in quanto si tratta di una zona residenziale, tra l’alto poco incline al flusso di curiosi degli ultimi anni.

Posti particolari a Roma da visitare: Piccola Londra

Posti particolari a Roma da visitare: Piccola Londra

GALLERIA DORIA PAMPHILJ: un insolito palazzo romano pieno di tesori

La Galleria Doria Pamphilj è un prezioso scrigno ricco di tesori. In questo elegante palazzo barocco, situato lungo Via del Corso, durante la metà dei Seicento venne realizzata una splendida galleria tutto oro e specchi.
E’ di una bellezza incredibile ma non è tutto. Percorrendola ti renderai rapidamente conto dei preziosi quadri e delle straordinarie sculture che qui sono esposti.

La ricca collezione della famiglia Doria Pamphilj annovera artisti del calibro di Raffaello, Caravaggio, Velazquez, Tiziano, Bernini, Parmigianino, Carracci e Reni.
Pur essendo molto famoso, ho voluto inserire questo palazzo tra le cose insolite da vedere a Roma perché troppo spesso viene trascurato dai turisti in visita alla capitale (ingresso a pagamento).

La splendida Galleria Doria Pamphilij tra le cose da vedere a Roma

La splendida Galleria Doria Pamphilij a Roma

DOVE DORMIRE A ROMA: The Radical Hotel

Roma è piena di posti strani e di cose particolari da visitare. Dopo una giornata intensa alla scoperta della città, secondo me è bello rientrare poi in un hotel che trasmette serenità e bellezza.
Durante i nostri viaggi a Roma, io e mister G scegliamo spesso il The Radical Hotel.

Si tratta di un piccolo boutique hotel dal piacevole e luminoso arredamento di design.
E’ collocato nei pressi di Piazza Barberini ed è comodamente collegato con le principali attrazioni di Roma. La stazione Termini, per esempio, dista circa 10 minuti a piedi.

»» Verifica qui prezzi e disponibilità di questo hotel di Roma

Dove dormire a Roma: The Radical Hotel

The Radical Hotel a Roma

LA PARENTESI DI MISTER G: il palazzo di Roma con il portone mostruoso

C’è un posto insolito di Roma che, passandogli accanto, mi ricorda sempre Fabio quando gli dico che sono stanco di visitare chiese. Ogni volta la sua espressione è letteralmente identica a quella del portone di Via Gregoriana al numero 30 (a poca distanza dalla Scalinata di Trinità dei Monti).

Già dalla fine del XVI secolo, per accedere al Palazzetto Zuccari (chiamato anche Casa dei Mostri) è infatti necessario attraversarne la mostruosa bocca spalancata che costituisce il portone di ingresso.
Il proprietario si ispirò alle sculture mostruose del Bosco Sacro di Bomarzio, vicino a Viterbo.

Non potevo non notare questa somiglianza di Fabio ed inserirla tra le cose particolari da vedere a Roma.

Il portone di Palazzetto Zuccari a Roma: posti insoliti e misteriosi a Roma

Il portone di Palazzetto Zuccari a Roma

Share: