Tolosa e dintorni: cosa vedere in 2 o 3 giorni

COSA VEDERE A TOLOSA IN FRANCIA: itinerario di 2 o 3 giorni in città e nei dintorni

Scopriamo insieme cosa vedere a Tolosa in 2 o 3 giorni. Ho preparato un itinerario per visitare sia la “città rosa” che i dintorni in un weekend. Sono sicuro che anche tu te ne innamorerai!

Io non conosco quasi nessuno che sia stato a Tolosa. Eppure è strano perché questa bella città, situata a sud-ovest della Francia, è una vera meraviglia.
Passeggiando nel suo pittoresco centro storico si incontrano facilmente antichi edifici, brasserie e numerose chiese gotiche e romaniche.

Lo stesso UNESCO ha inserito nella lista dei Beni dell’Umanità sia la basilica romanica di Saint-Sernin che il Canal du Midi, un canale artificiale che collega la città al Mediterraneo.

Lo sai che Tolosa è chiamata “la città rosa”? Il soprannome deriva dal colore prevalente degli edifici del centro storico.
Bene, sono certo che, a questo punto, sarai pronto per andare alla scoperta di cosa vedere a Tolosa e dintorni. Ho preparato un itinerario a piedi della città ma ti segnalerò anche alcune attrazioni dei dintorni che ti permetteranno di trascorrere un piacevolissimo weekend di 2 o 3 giorni.

»» Lo sai che puoi visitare la città con un simpatico free tour di Tolosa? Sarai tu a decidere l’importo da lasciare alla guida alla conclusione della visita in base al gradimento dell’esperienza. Ricordati di prenotare in anticipo!

Il chiostro del Couvent des Jacobins di Tolosa

Il chiostro del Couvent des Jacobins di Tolosa

DOVE SI TROVA TOLOSA?

Tolosa si trova a sud-ovest della Francia ed è il capoluogo dell’Occitania, una delle regioni che confinano con la Spagna.

Nonostante sia molto tranquilla ed a misura d’uomo, si tratta della quarta città più popolosa della Francia e conta circa 500.000 abitanti.

La facciata del Capitole di Tolosa

La facciata del Capitole di Tolosa

MAPPA DI TOLOSA: cosa vedere in 2 0 3 giorni

Le principali cose da vedere a Tolosa si trovano quasi tutte sulla sponda orientale della Garonna, il fiume che attraversa la città.

Visitare Tolosa è piuttosto semplice. Non lasciarti ingannare dalla mappa perché, in realtà, le attrazioni sono situate a poca distanza le une dalle altre. Inoltre, le vie del centro storico sono così caratteristiche che diventano esse stesse parte della visita.

Con un semplice itinerario a piedi potrai scoprire cosa vedere a Tolosa in un giorno o anche meno. Il secondo e il terzo giorno, invece, potrai dirigerti verso gli interessanti dintorni della città.

All’interno di questa mappa di Tolosa è riportato il percorso di visita della città. Ciascuna tappa verrà poi descritta nel paragrafo successivo.

Alcune case del centro storico: weekend a Tolosa

Alcune case del centro storico

COSA VEDERE A TOLOSA: itinerario a piedi

Ti consiglio di trascorrere il tuo primo giorno a Tolosa con la visita della città.
Le attrazioni sono situate tutte nel centro storico e non sono così numerose quindi non dovresti avere problemi a toccarle tutte in una sola giornata.

Oltre agli storici edifici pubblici e religiosi, si trovano alcuni interessanti musei che vale la pena di visitare. Inoltre, sulle vie del centro storico si affacciano edifici antichi e bellissimi che ti faranno camminare con il naso all’insù.
Ecco un elenco delle principali cose da vedere a Tolosa che, seguite nell’ordine qui riportato, diventano un comodo itinerario a piedi.

Uno dei numerosi vicoli del centro storico di Tolosa

Uno dei numerosi vicoli del centro storico di Tolosa

PLACE DU CAPITOLE: inizio dell’itinerario di Tolosa

Una visita alla scoperta di cosa vedere a Tolosa non può che partire da Place du Capitole, il cuore pulsante della città.
Si tratta di un’ampia piazza, circondata da eleganti edifici con portici e dehor, su cui si affaccia l’imponente mole del Capitole, il Campidoglio o Municipio.

La facciata del palazzo risale al 1750, è lunga ben 120 metri ed è stata realizzata in parte con i mattoncini rossi che rendono appunto Tolosa la “città rosa”.
L’interno, visitabile gratuitamente, presenta oltre ai bei cortili e alla scalinata monumentale anche alcuni saloni affrescati tra cui la strepitosa Sala degli Illustri e la Sala Gervais con, alle pareti, bellissimi dipinti liberty ed impressionisti.

Sul retro del palazzo si estende un’altra piazza in cui spicca un torrione medievale, sede dell’Ufficio del Turismo.

E’ proprio in Place du Capitole che, nel periodo natalizio, viene allestito il bel mercatino di Natale.

La Sala degli Illustri nel Capitole

La Sala degli Illustri nel Capitole

CHIESA DI NOTRE DAME DU TAUR: cosa vedere a Tolosa

Lasciata alle spalle Place du Capitole, ti suggerisco di imboccare Rue du Taur, una splendida via su cui si affacciano botteghe e antiche palazzine dai colori che tendono al rosa.

Dopo pochi passi si incontra già la Chiesa di Notre Dame du Taur, un bell’edificio gotico costruito tra il XIV ed il XVI secolo laddove, secondo la leggenda, San Saturnino venne martirizzato legato ad un toro.

Uno scorcio della facciata di Notre Dame du Taur: cosa vedere a Tolosa

Uno scorcio della facciata di Notre Dame du Taur

BASILICA DI SAINT-SERNIN: Patrimonio UNESCO a Tolosa

La Basilica di Saint-Sernin rientra sicuramente tra le principali cose da vedere a Tolosa. E sarebbe davvero un peccato non visitare uno degli edifici romanici più belli ed imponenti d’Europa che, proprio per questi motivi, è stato inserito tra i Beni Patrimonio dell’UNESCO.

Esternamente, colpiscono immediatamente due elementi architettonici:

  • il bellissimo campanile ottagonale alto 67 metri
  • il portale di Miégeville, uno splendido esempio di scultura romanica

L’interno della basilica, dedicata al patrono della città (San Saturnino), è sobrio e riassume perfettamente lo stile romanico.
Da non perdere le due cripte (sembra una sola ma in realtà sono distribuite su due livelli) e il deambulatorio, dietro l’altare. L’ingresso è gratuito.

Basilica di Saint-Sernin: cosa vedere a Tolosa

Basilica di Saint-Sernin: cosa vedere a Tolosa

MERCATO COPERTO VICTOR HUGO: luoghi di interesse a Tolosa

A me piacciono moltissimo i mercati coperti in quanto rappresentano un’ottima sintesi dei gusti e delle tradizioni alimentari degli abitanti di una città.
Il Marché Victor Hugo, il più famoso di Tolosa, non è da meno.

Pur non essendo né grandissimo né collocato in una struttura particolarmente bella, vale comunque la pena di curiosare tra i banchi che espongono frutta, pesce, pane ed invitanti prodotti di gastronomia.
Il mercato è aperto solitamente dal martedì alla domenica dalle 7.00 alle 14.00.

Marché Victor Hugo di Tolosa

Marché Victor Hugo di Tolosa

CONVENTO DEI GIACOBINI: il gotico in città

Prima di raggiungere la nostra prossima attrazione di Tolosa, ti ritroverai ad attraversare la bella piazzetta dedicata a Jean Pierre Goudouli con un giardino ed una fontana all’interno, Place du Capitole e Rue Léon Gambetta, una via fiancheggiata da eleganti edifici (come anche le altre vie laterali).

L’Église ed il Couvent des Jacobins, le nostre prossime tappe, sono delle meraviglie gotiche di Tolosa.
L’interno della chiesa è molto curioso perché presenta un’unica navata attraversata da 12 imponenti colonne. Guarda il soffitto, ricorda un palmizio ed è qualcosa di straordinario.
E’ proprio in questo luogo che riposano le spoglie di San Tommaso d’Aquino.

Tra le cose da vedere c’è anche l’adiacente Convento dei Giacobini (ingresso a pagamento) a cui si accede dalla chiesa.
Spettacolare il chiostro ed alcune sale e cappelle che vi si affacciano.

Se hai poco tempo a disposizione per visitare Tolosa, a questo punto dell’itinerario potresti dirigerti direttamente verso il Pont Neuf, saltando le attrazioni intermedie o visitandone solamente alcune.

Interno della chiesa del Couvent des Jacobins di Tolosa

Interno della chiesa del Couvent des Jacobins di Tolosa

PLACE SAINT-PIERRE E L’ESPACE EDF LE BAZACLE

Place Saint-Pierre è una bella piazzetta alberata sulla quale si affacciano alcuni locali e ristoranti. La sera è un luogo molto animato.

Da qui si accede al Pont de Saint-Pierre che permette di raggiungere il quartiere di Saint-Cyprien, al di là del fiume.
Due grandi scalinate fiancheggiano inoltre il ponte e conducono lungo gli argini della Garonna da cui parte una bella passeggiata.

A poca distanza da Piazza Saint-Pierre si trova anche l’interessante Espale EDF “Le Bazacle”, un’antica centrale idroelettrica che ospita un bel museo sull’energia (ingresso gratuito). Sono sicuro che piacerà molto sia ai grandi che ai bambini!

Espale EDF "Le Bazacle" sulla Garonna: cosa vedere a Tolosa in 2 o 3 giorni

Espale EDF “Le Bazacle” sulla Garonna

GIARDINO GIAPPONESE: il più bel parco di Tolosa

A circa 10-15 minuti a piedi in direzione nord rispetto a Place Saint-Pierre si trova il bellissimo Giardino Giapponese (Jardin Japonais Pierre Baudis).
All’interno del parco Copans Caffarelli, è stato ricreato un piccolo e suggestivo angolo di Giappone con tanto di padiglione del tè, lanterne in pietra e vegetazione tipicamente nipponica. L’ingresso è gratuito.

Visitare Tolosa: Jardin Japonais

Visitare Tolosa: Jardin Japonais

LES ABBATOIRS: il Museo di Arte Contemporanea di Tolosa

Cosa vedere a Tolosa se sei un amante dell’arte contemporanea? Sicuramente Les Abbatoirs (ingresso a pagamento)!
Il museo, situato nel quartiere di Saint-Cyprien, è stato ricavato nell’antico macello del 1828 ed ospita oggi diverse mostre temporanee di notevole interesse.

Negli spazi all’aperto, inoltre, si trovano diverse opere che possono essere ammirate anche senza l’acquisto del biglietto di ingresso.

Molto bello anche il Jardin Raymond VI che circonda il complesso, un’oasi di verde perfetta per un momento di relax durante l’itinerario a piedi alla scoperta di Tolosa.

Un'opera all'esterno di Les Abbatoirs

Un’opera all’esterno di Les Abbatoirs

PONT NEUF: il principali ponte sulla Garonna

Il principale tra i ponti che attraversano la Garonna è il Pont Neuf (Ponte Nuovo). Nonostante il nome, risale al 1659 e venne inaugurato alla presenza di re Luigi XIV.

Ancora oggi, dopo più di 350 anni, fa bella mostra di sé e consente di collegare il centro storico di Tolosa con il quartiere di Saint-Cyprien.

Il Pont Neuf sulla Garonne: visitare Tolosa in 2 o 3 giorni

Il Pont Neuf sulla Garonne: visitare Tolosa in 2 o 3 giorni

CONVENTO E MUSEO DES AUGUSTINS: cose da vedere a Tolosa

Ecco un altro splendido complesso da vedere a Tolosa: il Couvent des Augustins.
All’interno di questo convento gotico è stato allestito il Museo di Belle Arti di Tolosa. Tra le circa 4000 opere, che vanno dal Medioevo al XIX secolo, si trovano artisti come Rubens, Perugino, Coubert e Delacroix.

Merita una visita anche solo per lo splendido chiostro gotico, il più bello della città (ingresso a pagamento).

Una sezione del Musée des Augustins di Tolosa

Una sezione del Musée des Augustins di Tolosa

CATTEDRALE SAINT-ÉTIENNE: il duomo di Tolosa

L’ultima tappa di questo itinerario a piedi alla scoperta di cosa vedere a Tolosa ci porta proprio dinnanzi alla Cattedrale di Saint-Étienne, il duomo della città.
Si tratta di un altro edificio gotico i cui lavori, però, si protrassero fino al XVIII secolo, motivo per cui si presenta oggi con una commistione di stili differenti.

All’interno, meritano di essere citati gli stalli del coro ligneo, le cappelle laterali, l’organo sospeso come fosse un nido di rondine, le vetrate ed il bel soffitto gotico sopra l’ingresso principale.

Le volte gotiche di Saint-Étienne, la Cattedrale di Tolosa

Le volte gotiche di Saint-Étienne, la Cattedrale di Tolosa

PASS TOURISME TOULOUSE: visitare la città risparmiando

Non sono un fan dei city pass ma bisogna ammettere che il Pass Tourisme Toulouse è un ottimo strumento per visitare la città risparmiando.
Ne esistono di 3 tipologie differenziate solamente dalla durata: 24, 48 o 72 ore.

Cosa comprende il pass?

  • trasporti pubblici gratuiti (incluso il bus navetta dal centro città all’aeroporto che da solo costa più di 8 euro)
  • ingresso gratuito nelle principali cose da vedere a Tolosa (per gli altri musei o attività ci sono degli sconti)
  • tour gratuiti della città

Acquistandolo anticipatamente è possibile farselo spedire a casa altrimenti potrai acquistare il Pass Tourisme Toulouse on-line (clicca sul link per scoprire tutti i prezzi) e ritirarlo già pronto presso l’Ufficio del Turismo in Place du Capitole.

Toulouse Pass Tourisme: la carta per visitare la città

Toulouse Pass Tourisme: la carta per visitare la città

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI TOLOSA: musei, borghi e crociere

Anche nei dintorni di Tolosa ci sono molte cose interessanti da visitare. Proprio per questo motivo, ti consiglio di trascorrere almeno 2 o 3 giorni tra la visita della città e le escursioni fuori porta.
Di seguito ti propongo 4 delle cose più belle da vedere e da fare nei dintorni di Tolosa. Potrai comodamente raggiungerle con un’auto a noleggio ma anche con i mezzi pubblici o tramite delle escursioni organizzate.

MUSEO DELL’AEROSCOPIA E AIRBUS: aeronautica per tutti

Per tutti gli amanti degli aerei e del mondo aeronautico, nei dintorni di Tolosa si trova il Museo dell’Aeroscopia (ingresso a pagamento).
Situato a Blagnac e facilmente raggiungibile in tram dal centro città, questo museo espone, in uno spazio di 7000 m³, alcuni veri aerei come il Concorde, il Caravelle e l’A300B.

Il percorso espositivo, prevalentemente al coperto, permette di conoscere l’evoluzione e le scoperte in ambito aeronautico ma, soprattutto, consente di accedere fisicamente ad alcuni storici aerei.

La visita al Museo dell’Aeroscopia richiede almeno un’ora ma, se non ti è sufficiente, potrai abbinarci anche la visita dell’Airbus, la famosa azienda costruttrice di aerei che ha sede proprio nei dintorni del museo (meglio prenotare in anticipo).
Si tratta di una visita guidata della durata di 1.30-2 ore che ti porterà alla scoperta di tante curiosità sui siti industriali dell’Airbus e sui modelli che vengono qui realizzati. Un comodo bus, che fa esso stesso parte del tour guidato, ti accompagnerà tra hangar, officine ed aeroplani. Consigliato principalmente per i veri appassionati.

Il Musée de l'Aeroscopia nei dintorni di Tolosa

Il Musée de l’Aeroscopia nei dintorni di Tolosa

ALBI E CORDES-SUR-CIEL: cosa vedere nei dintorni di Tolosa

Anche gli amanti dei villaggi medievali non rimarranno delusi perché, nei dintorni di Tolosa, si possono visitare in giornata i bellissimi borghi di Albi e Cordes-sur-Ciel. Per maggiori informazioni sul tour guidato clicca sul link.

Albi, la prima tappa, è uno dei villaggi più belli dell’Occitania tanto da essere stato inserito nel Patrimonio dell’UNESCO.
Tra le principali attrazioni di Albi ti consiglio di non perdere:

  • la Cattedrale di Santa Cecilia, un immenso edificio gotico in mattoni con all’interno splendidi affreschi
  • il Palais de la Berbie, un’antica residenza papale che oggi ospita il museo dedicato al pittore Toulouse-Lautrec. Da non perdere anche i giardini del palazzo
  • la Collegiata di Saint-Salvi con il bellissimo chiostro

Cordes-sur-Ciel è un altro bellissimo borgo medievale, situato a poca distanza da Albi e circondato dalle vigne di Gaillac.
Il modo migliore per visitarlo è percorrere i suoi ripidi vicoli alla ricerca di antiche botteghe, di scorci caratteristici e dei numerosi edifici gotici. Uno dei più fotografati è la Casa del Gran Cacciatore.

Uno scorcio sul borgo di Albi nei dintorni di Tolosa

Uno scorcio sul borgo di Albi nei dintorni di Tolosa (photo credits Pixabay)

CARCASSONNE: borgo medievale nei dintorni di Tolosa

A circa un’ora di distanza da Tolosa ecco un’altra imperdibile cosa da vedere: il borgo di Carcassonne.
Si tratta di una delle cittadine medievali più famose di tutta la Francia e, anch’essa, dal 1997 è entrata a far parte del Patrimonio dell’UNESCO.

Come è possibile che si sia conservata così bene, tanto da mantenere quell’aria fiabesca che tanto la contraddistingue? Semplice, il borgo venne pesantemente ristrutturato nella seconda metà del XIX secolo. Il risultato è assolutamente affascinante e suggestivo!

Cosa vedere a Carcassonne? Le principali attrazioni sono situate nella Cité Médiévale (anche se pure la Città Bassa merita una visita):

  • le impressionanti mura di cinta con 52 torri e 4 porte di accesso
  • il Castello, risalente al XII secolo
  • la Basilica Saint-Nazare, in stile gotico

»» C’è un bel tour organizzato di una giornata che, partendo da Tolosa, ti accompagnerà nella visita di Carcassonne (clicca sul link)

Le mura del borgo di Carcassonne

Le mura del borgo di Carcassonne (photo credits Pixabay)

CANAL DU MIDI: escursioni di un giorno da Tolosa

Il Canal du Midi è un canale navigabile lungo 241 chilometri. Venne inaugurato nel XVII secolo per collegare la Garonna con il Mar Mediterraneo ed oggi fa parte del Patrimonio dell’UNESCO.
Si tratta di un percorso molto bello e tranquillo, costeggiato da filari di alberi.

Ci sono diversi modi per visitare questa attrazione di Tolosa e dintorni:

  • a piedi, con piacevoli passeggiate lungo le rive del canale
  • con una e-bike partecipando ad un bel tour di mezza giornata (clicca sul link per scoprire tutti i dettagli)
  • con una crociera fluviale di un’ora circa che, partendo proprio da Tolosa, ti farà ammirare la città da un punto di vista differente
Un tratto del Canal du Midi: cosa vedere a Tolosa e dintorni

Un tratto del Canal du Midi (photo credits Pixabay)

DOVE DORMIRE A TOLOSA: hotel nel centro storico

Scegliere un hotel o un b&b in prossimità del contro storico di Tolosa è sicuramente la soluzione più comoda sia per visitare la città che per raggiungere l’aeroporto.
Ecco alcune buone strutture:

  • Ibis Styles Toulouse Capitole: situato praticamente in Place du Capitole, l’hotel vanta tutti i confort tipici di questa catena. Camere non troppo spaziose ma rinnovate di recente
  • Mama Shelter Toulouse: struttura decisamente estrosa e di carattere, situata a 5 minuti da Place du Capitole ed a 200 metri dalla fermata del bus che proviene dall’aeroporto. Al piano terra si trova un bel ristorante ma sono sicuro che non scorderai facilmente le particolarissime camere!
  • Hôtel Le Père Léon: questo hotel di 3 stelle, situato a pochi passi dal Musée des Augustins, ha camere più classiche ma è anch’esso dotato di un ristorante
Il Torrione sul retro del Municipio di Tolosa

Il Torrione sul retro del Municipio di Tolosa

LA PARENTESI DI MISTER G: la violetta di Tolosa

La violetta è uno dei simboli di Tolosa. E perché mai un fiore dovrebbe diventare un elemento caratteristico di una città?
Te lo spiego subito. Già da quando venne introdotta la sua coltivazione nel XIX secolo, la violetta di Tolosa venne utilizzata in numerosi campi come la profumeria e la cucina.

Passeggiando in città incontrerai facilmente confetture, liquori, tisane e dolci vari alla violetta.
Io ho fatto scorta di vari petali di violetta cristallizzati nello zucchero. Una vera delizia!

Idee regalo e souvenirs alla violetta in un negozio di Tolosa

Idee regalo e souvenir alla violetta in un negozio di Tolosa

Share: