EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO_santuario a strapiombo sul Lago Maggiore

EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO: il santuario a strapiombo sul Lago Maggiore

L’eremo di Santa Caterina del Sasso è uno scenografico santuario a strapiombo sul Lago Maggiore. Scopriamo insieme cosa vedere in questo luogo imperdibile della Lombardia.

L’eremo di Santa Caterina del Sasso, nei pressi di Leggiuno (Varese), è un posto straordinario.
Molto spesso questo santuario, a strapiombo Lago Maggiore, raggiunge i primi posti nelle classifiche dei monumenti più suggestivi d’Italia. In effetti non capita tutti i giorni di trovare una chiesa così aggrappata alla roccia e con una vista panoramica così spettacolare!

Scopriamo insieme cosa vedere al santuario di Santa Caterina del Sasso e come visitare questo luogo, perfetto per una gita fuori porta in Lombardia.

eremo santa caterina del sasso_lombardia_cosa vedere

L’eremo di Santa Caterina del Sasso visto dall’alto (photo credits Pixabay)

SANTA CATERINA DEL SASSO SUL LAGO MAGGIORE: storia in breve

La storia di Santa Caterina del Sasso ebbe origine quando Alberto Besozzi, un commerciante della zona, decise di ritirarsi qui in preghiera dopo essere scampato alla traversata del lago in un giorno di tempesta.
Una prima cappella, ancora oggi presente, venne da lui edificata nel XII secolo. Poco più tardi, ad essa vennero affiancate anche due chiese: San Nicola e Santa Maria Nova.

Chiese e cappelle vennero poi unificate nel Cinquecento formando un’unica chiesa.

Alberto Besozzi venne beatificato ed il suo corpo mummificato è conservato in una teca all’interno del sacello della chiesa.

L’eremo di Santa Caterina del Sasso divenne un convento, prima gestito dai Domenicani e successivamente dai frati del convento di Sant’Ambrogio di Milano. Nel corso dei secoli, le confraternite sono cambiate frequentemente e, ad oggi, l’eremo è affidato alla Fraternità Francescana di Betania.

Nel XVIII secolo avvenne un evento miracoloso: cinque enormi massi franarono e precipitarono sulla chiesa fermandosi fortunatamente nella volta della cappella. E qui vi rimasero fino al 1910 quando vennero rimossi. Nessuno rimase ferito ed i danni agli edifici furono contenuti.
Il nome dell’eremo di Santa Caterina del Sasso è dovuto proprio a questo accadimento.

teca con il beato alberto a santa caterina del sasso sul lago maggiore

La teca con il Beato Alberto (photo credits Wikimedia Commons)

EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO: come arrivare

Data la particolare posizione in cui è collocato l’eremo di Santa Caterina del Sasso, ci sono tre modi per arrivare:

  • a piedi: scendendo lungo la scalinata di 268 gradini che parte in prossimità del parcheggio e che regala belle vedute sul Lago Maggiore
  • in ascensore: dal piazzale sovrastante Santa Caterina del Sasso, in prossimità del parcheggio, si trova un ascensore interamente scavato nella roccia che presenta un dislivello di 51 metri. L’utilizzo prevede un costo di 1 euro (gratuito per persone con disabilità)
  • in battello sul Lago Maggiore: si può arrivare a Santa Caterina del Sasso anche dal lago, tramite battelli privati o di linea. Presso il santuario è infatti presente un pontile che permette la raccolta e la discesa dei passeggeri
santa caterina del sasso_chiesa_strapiombo_roccia_lago

Il Conventino e la chiesa di Santa Caterina del Sasso photo credits Pixabay)

LA VISITA DELL’EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO: cosa fare e cosa vedere

Molti raggiungono l’eremo di Santa Caterina del Sasso a piedi. La visita ed il percorso pedonale iniziano dal parcheggio, posto in una posizione rialzata rispetto al santuario.
Dopo pochi passi si incontra un piccolo complesso di cascine con un bar, il punto informativo e l’ascensore che permette di raggiungere l’eremo.

Una scalinata lastricata e ben tenuta scende ripida e regala belle vedute su tutto il Lago Maggiore. In circa 10 minuti si arriva al complesso monastico, composto da più edifici.
Scopriamo insieme cosa vedere durante la visita all’eremo di Santa Caterina del Sasso.

Il Convento meridionale ed il Conventino di Santa Caterina del Sasso

Entrando nel complesso di Santa Caterina del Sasso si incontra subito un bel loggiato da cui si possono ammirare viste panoramiche sul Lago Maggiore.
Dopo pochi passi, si attraversa un portone che permette di accedere ai primi edifici dell’eremo:

  • il Convento meridionale, risalente al XIV secolo ed oggetto di interventi anche nei secoli successivi, nella cui Sala del Camino si possono ammirare alcuni affreschi
  • il Conventino, del XIII secolo, che presenta sulla parete esterna una Danza Macabra del XVII secolo
convento meridionale dell'eremo di santa caterina del sasso_lago maggiore

Il Convento meridionale ed il pontile del battello (photo credits Pixabay)

La torre campanaria del santuario di Santa Caterina del Sasso

Prima di raggiungere la chiesa, ti invito ad ammirare la torre campanaria, alta 15 metri e risalente al XIV secolo.
Prima che le preesistenti chiese venissero unificate, costituiva il campanile della chiesa di San Nicola.

La chiesa dell’eremo di Santa Caterina del Sasso

Un porticato con quattro arcate, risalente al Rinascimento, permette di accedere alla chiesa di Santa Caterina del Sasso. Vi invito ad osservare gli affreschi del XVI secolo.

L’attuale chiesa è il frutto dell’incorporazione di cappelle e chiesette preesistenti, edificate a partire da XII secolo.
L’interno è stato interamente affrescato in epoche differenti. Si possono ammirare alcune tracce di affreschi del XIV secolo anche se la maggior parte risale all’Ottocento.

Il presbiterio della chiesa di Santa Caterina del Sasso, realizzato all’inizio del Seicento, è tipicamente in stile barocco.

All’interno della chiesa si trova anche il sacello con le reliquie del Beato Alberto Besozzi. Questo, nel XIII secolo, era il cuore del santuario e fu costruito con le stesse dimensioni del sepolcro di Santa Caterina sul Monte Sinai.

interni della chiesa di santa caterina del sasso_lago maggiore

Interni della chiesa di Santa Caterina del Sasso (photo credits Wikimedia Commons)

Altre cose da vedere a Santa Caterina del Sasso sul Lago Maggiore

Sempre all’interno del complesso di Santa Caterina del Sasso si trova un piccolo negozio che vende oggetti sacri e prodotti naturali, creme, marmellate, miele ed affini.
Ti consiglio di sostare, anche solo brevemente, presso i piccoli cortili e giardini dell’eremo ed ammirare il paesaggio del Lago Maggiore.

porticato su lago maggiore a santa caterina del sasso

Porticato su Lago Maggiore a Santa Caterina del Sasso (photo credits Pixabay)

INFORMAZIONI PER VISITARE IL SANTUARIO DI SANTA CATERINA DEL SASSO

Di seguito ti riporto alcune informazioni utili per visitare il Santuario di Santa Caterina del Sasso in provincia di Varese.

Eremo di Santa Caterina del Sasso: orari di apertura

L’eremo di Santa Caterina del Sasso, sul Lago Maggiore, è aperto tutti i giorni della settimana ai seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì: alle 13.30 alle 18
  • sabato e domenica: dalle 10 alle 18

Gli orari potrebbero variare in alcuni periodi dell’anno.

Orario delle messe a Santa Caterina del Sasso sul Lago Maggiore

La messa al santuario di Santa Caterina del Sasso si tiene ogni giorno alle 17 ed è preceduta dalla recita del rosario (ore 16.30).

eremo di santa caterina del sasso a strapiombo sul lago maggiore

I due edifici conventuali del santuario di Santa Caterina del Sasso (photo credits Wikimedia Commons)

Eremo di Santa Caterina del Sasso: prezzi di ingresso

L’ingresso all’eremo di Santa Caterina del Sasso non è più gratuito come un tempo.
Il prezzo è di 5 euro (3 euro il biglietto ridotto). Sono previste gratuità per specifiche categorie.

Per maggiori informazioni sugli orari di apertura e sul prezzo di ingresso all’eremo di Santa Caterina del Sasso ti invito a visitare il sito www.santacaterinadelsasso.com

Come visitare il santuario di Santa Caterina del Sasso

La visita al santuario di Santa Caterina del Sasso è libera e richiede circa 1.30 ore (inclusa la passeggiata per raggiungerlo).
Lungo il percorso vi sono alcuni pannelli informativi.

Santa Caterina del Sasso: dove parcheggiare

Il parcheggio per visitare Santa Caterina del Sasso si trova in posizione sopraelevata rispetto al santuario. Qui si trova un ampio piazzale dove parcheggiare gratuitamente sia l’auto che il pullman.

santa caterina del sasso a leggiuno sul lago maggiore

L’eremo di Santa Caterina del Sasso a strapiombo sul lago (photo credits Pixabay)

COSA VEDERE  NEI DINTORNI DELL’EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO

Nei dintorni dell’eremo di Santa Caterina del Sasso, sul Lago Maggiore, potresti valutare le seguenti gite fuori porta:

Ecco altre cose da vedere nei dintorni di Varese:

convento_santa caterina del sasso_cosa vedere

Uno degli edifici del convento di Santa Caterina del Sasso (photo credits Pixabay)

Share: