BOROBUDUR e PRAMBANAN: i templi di Java in un solo giorno

BOROBUDUR e PRAMBANAN: i templi di Java in un solo giorno

La bellezza dei templi di Borobudur e di Prambanan, i più famosi di Java, non ha eguali in tutta l’Indonesia. Se vi state chiedendo se è possibile visitarli con un’escursione di una giornata da Yogyakarta, la risposta è sì. Ma preparatevi ad una bella sudata.

Parliamoci chiaro: non si può venire in Indonesia e non vedere i templi dei dintorni di Yogyakarta. No, proprio non si può! Bali è bellissima, ospitale e spirituale ma nessuno dei suoi templi è minimamente paragonabile allo splendore che vedrete a Borobodur ed a Prambanan (richiamano molto vagamente Angkor Wat).

Visitare Borobudur e Prambanan in un solo giorno può essere impegnativo. Ma si può fare. Preparatevi a sudare perché a Java l’umidità è spesso alle stelle. Ma ogni goccia di sudore sarà ben spesa. Ve lo garantisco.

Ritengo poco sensato fermarsi più di 2 giorni a Yogyakarta in quanto la città non ha moltissimo da offrire. Il Palazzo del Sultano, le piscine del Taman Sari e il Mercato degli uccelli, le principali attrazioni, non sono nulla di imperdibile. Se proprio non avete di meglio da fare, dateci un’occhiata ma non perdete tempo. Quello che merita veramente sono i due principali templi, situati nei “dintorni” della città (uno ad ovest ed uno ad est).

Prambanan

 

QUALCHE INFORMAZIONE SUI TEMPLI

Non li conoscete? Allora andiamo per piccoli passi, ve li descrivo brevemente.

BOROBUDUR

E’ il tempio buddhista più grande al mondo con un’area di 123 metri per lato (wow!). E già questo basterebbe per giustificare una visita. Ma non è tutto. La bellezza di questo tempio, in pietra scura, sta nella sensazione di leggerezza che trasmette, nella vegetazione rigogliosa ma curata che lo circonda e nella squisita realizzazione di 2672 pannelli con bassorilievi (avete capito bene) che lo decorano. Insomma, è favoloso!

E se penso che venne costruito nell’800 d.C. mi vengono i brividi.

La sua storia è piuttosto curiosa: poco dopo la costruzione, venne rapidamente dimenticato sia per l’arrivo dell’induismo (che prese il posto del buddhismo) e sia per l’eruzione di un vulcano che lo ricoprì interamente di cenere. Per fortuna nel 1815 venne riportato alla luce e, successivamente, divenne patrimonio dell’UNESCO.

Questo tempio è ovviamente famosissimo in tutta l’Indonesia per cui viene visitato ogni anno da una quantità incredibile di persone, di cui una buona parte sono studenti. Preparatevi perché saranno ovunque e non riuscirete a fare grandi scatti se non alle prime luci del giorno. Anzi, voi sarete il bersaglio delle loro fotografie. Non vedendo spesso dei turisti occidentali, vi chiederanno costantemente un selfie o, addirittura, delle interviste (sono dei compiti scolastici per impratichirsi con la lingua inglese).

Se nella vita ognuno ha un suo momento di celebrità, lì ve lo brucerete di sicuro. Credetemi.

Borobudur

 

PRAMBANAN

Anche questo tempio è immenso e suggestivo ma, nonostante il periodo di costruzione sia di poco successivo rispetto a Borobodur, è completamente differente. Il motivo? Prima di tutto perché questo è induista.

Il tempio è composto da più edifici che salgono verso il cielo fino ad un’altrezza di 47 metri. Oggi, dopo i numerosi terremoti e le altre calamità naturali, rimangono in piedi 6 grandi strutture mentre le altre, che dovevano essere centinaia, giacciono al suolo in cumuli di macerie. Ma che fascino questi ruderi!

Il tempio venne riscoperto nel 1733 e, nel 1991, fu dichiarato patrimonio dell’UNESCO.

La sua storia non finisce qui. Purtroppo nel 2006 un terremoto ha mandato in briciole 3 delle 6 costruzioni rimaste in piedi. Dopo attenti ed accurati lavori, oggi per fortuna sono state ricostruite fedelmente.

Prambanan

 

Quale tra i due templi è il più bello? Quasi tutti risponderebbero Borobudur. Ma io, che evidentemente sono un po’ strambo, ho trovato più affascinante il Prambanan. Forse per la minore presenza di turisti e scolaresche (cosa tra l’altro inspiegabile data la sua bellezza).

Borobudur

 

 

ESCURSIONE IN GIORNATA

Se avete poco tempo a disposizione e volete concentrare la visita dei due templi in un’unica giornata, dovete necessariamente partecipare ad un’escursione organizzata o munirvi con un vostro mezzo di trasporto (taxi o a noleggio). E di una buona dose di energia.

Per quale motivo diventa complicato compiere l’impresa con i mezzi pubblici? Perché i templi non sono vicini l’uno all’altro. Borobudur si trova a 60 km a nord-ovest di Yogyakarta (circa 1.15 ore di viaggio in auto) mentre Prambanan è situato a nord-est della città (1.15 ore per ritornre in città + 40 minuti).

Inoltre, alcuni tour propongono di arrivare a Borobudur prima dell’alba per attendere il sorgere del sole. Da soli tale opzione sarebbe impensabile.

Mendut Temple

 

Quali sono i vantaggi di partecipare ad un’escursione organizzata?

1) il servizio spesso comprende anche la visita guidata dei siti archeologici

2) alcune agenzie, come Kakadu Travel Agent, offrono servizi anche in italiano (ve ne parlo più avanti)

3) avrete la possibilità di visitare, sempre nell’arco della giornata, anche altri templi minori come il Mendut, il Pawon ed il Plaosan. Il nostro tour ne proponeva 6 oltre al Palazzo del Sultano di Yogyakarta (quest’ultimo altamente sconsigliato). A mio avviso vale la pena di vedere, oltre ai due più famosi, solamente i templi di Plaosan e Mendut

4) non dovrete dipendere dai mezzi pubblici (non proprio precisi) o preoccuparvi di recuperare un mezzo di trasporto

5) il prezzo spesso comprende anche l’ingresso ai templi (che è piuttosto elevato)

Borobudur

 

 

VI SUGGERISCO UN’AGENZIA LOCALE

Avevo prenotato il tour direttamente dall’Italia contattando l’agenzia Kakadu Travel Agent. Mettono a disposizione anche delle guide parlanti italiano, tra cui il mitico Eddy che ci ha accompagnato nei 2 giorni trascorsi a Yogyakarta e dintorni.

Ci siamo trovati davvero molto bene per cui vi consiglio di contattarli.

Selfie con Eddy (sulla destra) della Kakadu Travel Agent

 

 

COME ARRIVARE

Non voglio dilungarmi su questo tipo di informazioni. Ad ogni modo, arrivando dall’Italia, la Singapore Air Line farà probabilmente scalo a Singapore e da lì dovrete prendere un volo per Yogyakarta (in quest’ultimo tratto la compagnia era la SilkAir). Non vi conviene atterrare a Jakarta, la capitale dell’Indonesia, perché pare non abbia grandi attrattive ed è comunque molto distante dai templi.

Se la vostra tappa successiva è Bali, dall’aeroporto di Jogyakarta partono numerosi voli verso il principale aeroporto di Bali (Denpasar).

Borobudur

 

DOVE SOGGIORNARE

A Jogyakarta gli hotel non hanno prezzi molto elevati. Ce ne sono di tutti i tipi ma, se volete concedervi qualche lusso ad un prezzo accessibile, vi consiglio l’Hotel Melia Purosani. Si trova praticamente in centro città (200 m da Malioboro Street, la via principale della città) ed è davvero molto bello e curato.

Plaosan Temple

 

VIAGGIATORI LGBT

L’Indonesia è un paese musulmano e, come tale, non supporta i cittadini LGBT. La situazione varia da isola ad isola ma, pur non essendo un reato, spesso i gay indonesiani subiscono una forte pressione sociale e vengono discriminati.

A Bali ed alle isole Gili l’afflusso di turisti ha portato con sé anche una maggior apertura mentale o, comunque, una certa accettazione delle coppie LGBT. Nelle altre isole, tra cui Java (la popolazione è quasi interamente musulmana), l’omosessualità non è ben accettata.
Si raccomanda, ad ogni modo, di evitare effusioni in pubblico e di essere discreti.

In alcune isole, come Sumatra e Aceh, è addirittura in vigore la legge islamica della sharia che criminalizza apertamente ogni atto omosessuale.

Plaosan Temple

Borobudur

Borobudur

Prambanan

Borobudur

Mendut Temple



2 Comments
  1. Quanto mi piacerebbe visitare questi due complessi! Ammetto che farei come te. Visiterei direttamente i due templi e me ne tornerei a Bali, anche se ho scoperto un piccolo villaggio super colorato che dovrebbe essere nel sud di Java. Ti seguo già su Instagram e mi piacciono molto le tue foto. Bello l’articolo e utili i consigli!

    1. Ma Viola sei squisitissssima! Grazie per i complimenti. Non conosco il villaggio ma arrivare a sud di Java potrebbe richiedere moltissimo tempo prezioso. È per questo che molti, dati i tempi limitati, volano poi direttamente su Bali 😉

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.