MAR MORTO IN GIORDANIA: cosa vedere e cosa fare

Le sponde del Mar Morto in Giordania sono meta di turisti che non vedo l’ora di galleggiare nelle sue acque. Ma non è così facile trovare il posto giusto. Ecco cosa fare e dove andare.

Dove può capitarvi di fare il bagno nel punto più basso del pianeta e di trovarvi a galleggiare in modo anomalo sulla superficie dell’acqua se non tra le salate acque del Mar Morto?

Questo luogo straordinario, situato a cavallo tra Israele e la Giordania, raggiunge i 400 metri sotto il livello del mare ed è la depressione più bassa del pianeta. Dalle montagne circostanti scendono diversi ruscelli e piccoli fiumi che portano le loro acque in un bacino senza alcuno sbocco.

Il più grande e celebre degli affluenti del Mar Morto è di certo il fiume Giordano, nominato più volte nella Bibbia, che delinea parte del confine ovest dello stato giordano.

Se preferisci visitare il Mar Morto con un tour guidato, ti propongo:

spiaggia mar morto

CURIOSITÀ E CARATTERISTICHE DEL MAR MORTO IN GIORDANIA

Le tiepide acque del Mar Morto, non defluendo in alcun emissario, evaporano nell’aria e depositano così una quantità elevata di sali minerali che donano a questo “mare” una salinità otto volte superiore rispetto a quella degli oceani. Questa caratteristica non consente alcuna forma di vita, fatta eccezione per alcuni tipi di batteri. Da qui deriva il nome “morto” attribuito a questo mare.

Entrando in acqua se ne percepisce facilmente l’elevata densità, dovuta appunto alla concentrazione di sale. E’ proprio questa caratteristica a permettere il galleggiamento nel Mar Morto. Mentre cercherete di immergervi sentirete una forza che vi spinge verso la superficie ed è una sensazione anomala se paragonata ad un normale bagno in mare. Immancabile, a questo punto, la tipica fotografia scattata mentre si legge un libro galleggiando sull’acqua!

Praticare il nuoto è ovviamente impensabile sia per la difficoltà fisica che per il rischio di far entrare schizzi di acqua negli occhi… non provateci nemmeno perché si rivelerà essere una brutta esperienza! Non parliamo poi del bruciore che pian piano sentirete in prossimità di tagli ed abrasioni: scoprirete di averne molti di più di quanti ne immaginavate!

Il paesaggio che circonda il mare è brullo ed affascinante (un po’ meno se trovate la foschia). Raggiunte però le acque, non attendetevi di vedere delle particolari conformazioni dovute al sale (io le ho viste solamente nelle fotografie in internet): sembra un normale lago. L’emozione arriva quando deciderete di entrare e di lasciarvi cullare tra le sue acque tiepide e tranquille!

fanghi mar morto

PROPRIETÀ CURATIVE DEL MAR MORTO

L’elevata quantità di sali e minerali depositati in seguito all’evaporazione fornisce prodotti di ottima qualità all’industria, all’agricoltura e alla medicina.

Nel vostro piccolo potrete comunque beneficiare delle proprietà curative di queste acque, sfruttate già ai tempi degli antichi romani: il basso livello di raggi UV e l’alto tasso di ossigeno sono ottimi per la salute, l’alta concentrazione di minerali (tra cui il calcio e il magnesio) sono utili rimedi contro le allergie e le infezioni delle vie respiratorie, il bromo facilita il rilassamento, lo iodio ha effetti benefici sulle disfunzioni ghiandolari e, infine, il fango nero si prenderà cura della vostra pelle (lo potrete recuperare dal fondo o, più facilmente, dal secchio che viene riempito dagli addetti dell’hotel in cui soggiornate).

 

IL FUTURO DEL MAR MORTO

Ci sono però brutte notizie sulle sorti future del Mar Morto. Pare, infatti, che esso stia scomparendo. Essendo il punto più basso e caldo della superficie terrestre, la conseguente notevole evaporazione non è sufficientemente compensata dall’afflusso delle acque del Giordano e degli altri corsi d’acqua.

A partire dalla metà del secolo scorso, quando i contadini della zona iniziarono a deviare le acque dei fiumi per uso agricolo, la portata del Giordano si è ridotta notevolmente. Ad essi si è aggiunta un’intensa attività industriale dislocata nella regione meridionale del mar Morto.

Questa situazione ha portato alla riduzione delle acque del lago, che si è già abbassato di ben 27 metri negli ultimi 50 anni. Sono al vaglio alcuni progetti di recupero ma, dati i costi ingenti, i problemi ambientali che essi comporterebbero e la delicata situazione politica della zona, questi sono rimasti in sospeso.

 

INFORMAZIONI UTILI SUL MAR MORTO IN GIORDANIA

DOVE DORMIRE SUL MAR MORTO IN GIORDANIA

La zona a nord-est del Mar Morto, in territorio giordano, ha colto al volo le opportunità turistiche di questa risorsa naturale e si è strutturata con grandi alberghi e resort di lusso per soddisfare ogni genere di esigenze.
Poco distante da Amman (circa 1 ora di viaggio), questa zona offre un ottimo appoggio per coloro che sono alla ricerca di relax o che vogliono visitare gli importanti siti archeologici situati nei dintorni.
Per la verità è l’unica zona del Mar Morto nella quale trovare strutture di un certo rilievo, spiagge e un minimo di turismo. Non aspettatevi un centro abitato o qualche luogo in cui uscire la sera per fare due passi: oltre ad una ventina di hotel, qualche ristorante e un centro commerciale non troverete altro. Per tale motivo forse è il caso di fermarsi qui solo per pochi giorni.

BREVE SOSTA SUL MAR MORTO: spiagge dove fare il bagno

Se pensate di fare solo una breve sosta per saggiare le curiose caratteristiche del Mar Morto, potreste incontrare molte più difficoltà del previsto.
La costa è libera ma sono davvero poche le spiagge attrezzate sul Mar Morto in Giordania che vi permettono di accedere serenamente all’acqua (solitamente sono quelle dei resort che richiedono un prezzo di ingresso non proprio a buon mercato). Le spiagge libere sono spesso sporche e, non essendo ripulite, potrebbero non invogliarvi così tanto ad entrare o, addirittura, potrebbero rendervi difficile l’accesso.

CONTROLLI MILITARI AL CONFINE

Trovandosi in una zona di confine con Israele, tutta l’area è oggetto di forti controlli militari. Sono numerosi i posti di blocco e i militari in circolazione. Addirittura entrando in hotel verrete sottoposti a pesanti controlli da parte del personale oltre che a continui passaggi nei metal detector.

STAI ORGANIZZANDO IL TOUR DELLA GIORDANIA?

Ho preparato una scheda anche per ciascuna delle seguenti principali attrazioni della Giordania:

JERASH
CASTELLO DI AJLOUN
MONTE NEBO
MADABA
CASTELLO DI KARAK
AQABA
WADI RUM
PETRA
PICCOLA PETRA (o Beida)
WADI MUJIB

Ti racconto tutta l’avventura, le emozioni e gli imprevisti nel Diario di Viaggio in Giordania.

Guarda anche al mio programma di viaggio in Giordania: Presentazione tour Giordania… il tour che ci lascerà di petra!

  mar morto
Share: