Brescia cosa vedere in un giorno

COSA VEDERE A BRESCIA IN UN GIORNO: itinerario a piedi in città

Sei pronto a scoprire cosa vedere a Brescia in un giorno? Ti propongo un itinerario a piedi tra i principali luoghi di interesse da visitare nella Leonessa d’Italia.

Il patrimonio artistico e culturale di Brescia, una delle più grandi città della Lombardia, viene spesso sottovalutato. Ed è un vero peccato perché ci sono davvero molte cose da vedere a Brescia in un giorno (o anche più se si esplorano i dintorni).

Passeggiando lungo i vicoli lastricati della città, scoprirai splendidi palazzi, resti dell’epoca romana, belle chiese ed un’instancabile fermento che rende così viva e dinamica Brescia.
Locali, negozi e luoghi di interesse si trovano ad ogni angolo della città. A me piace visitare Brescia anche per questo!

Finalmente, dal 2011, il complesso di Santa Giulia fa parte del patrimonio dell’UNESCO all’interno del sito “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-744 d.C.)”. Questo importante riconoscimento ha dato una forte spinta al turismo ed ha acceso un notevole interesse su Brescia, rendendola una meta perfetta per una gita fuori porta in Lombardia.

A questo punto, scopriamo insieme cosa vedere a Brescia in un giorno. Ho preparato un itinerario a piedi che toccherà i principali luoghi di interesse della città.

»» Se preferisci partecipare ad una visita guidata, c’è un bel tour privato di Brescia (clicca sul link!

Piazza della Loggia, una delle più belle piazze di Brescia

Piazza della Loggia, una delle più belle piazze di Brescia

MAPPA DI BRESCIA: itinerario a piedi di un giorno

Visitare Brescia potrebbe non essere così semplice dato che la città non è affatto piccola. Il suo centro storico, infatti, è piuttosto esteso e, in ciascun quartiere, si trovano facilmente luoghi di interesse o piacevoli tavolini all’aperto in cui fermarsi a prendere un caffè.

Seppur le principali cose da vedere a Brescia in un giorno siano raggiungibili a piedi, è bene preparare un itinerario per sfruttare al meglio la giornata.

All’interno di questa mappa ho inserito tutte le principali cose da visitare a Brescia, che ti spiegherò nel dettaglio nel prossimo paragrafo.
L’itinerario è pensato proprio per suggerirti il miglior percorso di visita della città.

Un suggerimento se non ami troppo camminare: essendo posizionato sulla cima del colle, il Castello di Brescia potresti raggiungerlo in auto alla conclusione del percorso a piedi nel centro storico.

COSA VEDERE A BRESCIA IN UN GIORNO: i principali luoghi da visitare

Cosa vedere a Brescia in un giorno? Di seguito ti riporto in dettaglio le principali attrazioni da visitare a Brescia, nell’ordine in cui le incontrerai nell’itinerario a piedi che ti propongo di seguire.

PIAZZALE ARNALDO: la movida di Brescia

Questa ampia piazza, dedicata ad Arnaldo, fu realizzata nell’Ottocento per trasferirvi il mercato del grano.
Arnaldo fu un frate bresciano, vissuto nel XII secolo, noto per essersi opposto alla Chiesa che, all’epoca, aveva perso di vista il suo obiettivo spirituale. Questo lo portò ad essere accusato di eresia e gli costò la vita.

Oggi la statua di Arnaldo domina dall’alto il piazzale che, dall’orario dell’aperitivo in poi, si anima di giovani che si riuniscono nei numerosi locali. Questa è la zona della movida bresciana.

A poca distanza, si incontra un’altra delle piazze di Brescia: Piazza Tebaldo Brusato. Un tempo anche questo spazio era dedito al mercato ma, a differenza di Piazzale Arnaldo, è un luogo tranquillo.
Probabilmente non rientra tra le principali cose da vedere a Brescia in un giorno ma a me la piazza piace molto con quella sua ombrosa fila di alberi e l’atmosfera senza tempo.

Piazzale Arnaldo e la movida di Brescia per l'aperitivo

Piazzale Arnaldo, il luogo perfetto per un aperitivo

MUSEO DI SANTA GIULIA: cosa vedere a Brescia in un giorno

Ci sono davvero pochi musei in Italia come quello di Santa Giulia.
Se ti stai chiedendo cosa vedere a Brescia in un giorno, questo si colloca assolutamente in prima posizione.

Cosa ha di così particolare ed interessante? Il Museo di Santa Giulia (nel link trovi un articolo di dettaglio) è allestito in un complesso monastico di origine longobarda all’interno del quale si trovano persino una domus, affreschi, chiostri ed una raccolta di 11.000 reperti archeologici che lasceranno sorpreso anche il visitatore più scettico.
Non a caso è entrato a far parte dei beni Patrimonio dell’UNESCO!

Le attrazioni più famose del museo sono:

  • una domus romana con mosaici ed affreschi
  • la basilica e la cripta longobarda di San Salvatore
  • lo splendido Oratorio di Santa Maria in Solario del XII secolo con la Croce di Re Desiderio, un capolavoro tempestato di pietre preziose
  • gli affreschi rinascimentali del Coro delle Monache

Per la visita calcola almeno 1.30 ore perché gli spazi sono molto ampi e le cose da vedere davvero numerose (ingresso a pagamento).

museo di santa giulia_croce re desiderio_longobardi

La Croce di Re Desiderio nel Museo di Santa Giulia a Brescia

TEATRO ROMANO DI BRESCIA: cosa vedere

Lo stretto Vicolo del Fontanone, che corre parallelo a Via Musei per un breve tratto, ti catapulterà nella storia romana di Brescia (l’antica Brixia).
Ti troverai dinnanzi al Teatro Romano, costruito nel I secolo d.C. sfruttando il pendio della collina. L’ingresso all’area è gratuito.

Mediante un passaggio recentemente ripristinato, potrai raggiungere il famoso Tempio Capitolino direttamente dal Teatro.

Il Teatro Romano di Brescia: cosa vedere in un giorno

Il Teatro Romano di Brescia: cosa vedere in un giorno

CAPITOLIUM: visitare la Brescia romana

Eccoci di fronte ad una delle meraviglie della città, una delle cose da vedere assolutamente a Brescia: il Capitolium.
Si tratta dei resti dell’antico Tempio Capitolino, eretto nel 73 d.C. da Vespasiano. Ancora oggi è possibile ammirare ed accedere gratuitamente all’area capitolina con la sua scalinata in marmo e le colonne alte circa 11 metri.

E’ interessante notare che, durante la ricostruzione seguita agli scavi archeologici del XIX secolo, le parti originali (in marmo) vennero ben distinte da quelle riedificate (in mattoni).

Acquistando un biglietto di ingresso a specifiche aree è possibile visitare:

  • alcuni spazi sotterranei dove è stato recentemente aperto ai visitatori il Santuario Repubblicano (I secolo a.C.) con antichi affreschi e pavimenti a mosaico
  • l’interno del Capitolium, dove venivano venerati Giove, Giunone e Minerva (la Triade Capitolina). Oltre a statue, lapidi e pavimenti originali, recentemente è possibile ammirare la Vittoria Alata, fresca di restauro. Si tratta di un’opera in bronzo di rara bellezza, risalente al I secolo d. C. e ricollocata proprio nel luogo in cui fu ritrovata nel 1826
Visitare Brescia: la Venere Alata nel Capitolium

Visitare Brescia: la Venere Alata nel Capitolium

FORO ROMANO: luoghi di interesse di Brescia

Di fronte al Capitolium si trovava il Foro, cuore della vita politica e religiosa di Brescia, oggi occupato da una piazza su cui si affacciano alcuni bei palazzi.

Ti consiglio di percorrere Piazza del Foro per un breve tratto in quanto, sul lato orientale, troverai alcuni resti romani, tra cui una colonna con capitello. Sono posizionati 4,5 metri sotto l’attuale livello stradale segno che, un tempo, la Brescia romana si trovava più in basso.

Foro romano di Brescia

I resti del Foro romano di Brescia

PALAZZO MARTINENGO CESARESCO NOVARINO: mostre temporanee a Brescia

Lungo Via Musei si incontra Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino (per gli amici solo Palazzo Martinengo), un edificio nobiliare del XVIII secolo.
All’interno si tengono spesso mostre temporanee, tra le più interessanti della città.

Ti consiglio di accedere al cortile ed ai giardini (fino a qui l’ingresso è gratuito) anche solo per ammirare questo angolo di pace in cui troverai curiose opere di arte contemporanea.

I giardini di Palazzo Martinengo a Brescia

I giardini di Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino a Brescia

CHIESA DI SANTA MARIA DELLA CARITÀ: una delle chiese più belle di Brescia

La sobria facciata della Chiesa di Santa Maria della Carità non lascia trasparire lo splendore barocco che ti attende all’interno.
L’edificio, a pianta ottagonale, venne ricostruito nel 1640 e decorato con splendidi stucchi, affreschi e pavimenti in marmi policromi.

Notevole anche l’elegante altare maggiore, dietro al quale si nasconde una ricostruzione della Santa Casa di Loreto.

A mio avviso si tratta di una delle chiese più belle della città, da inserire in un itinerario alla scoperta di cosa vedere a Brescia in un giorno.

L'interno barocco della Chiesa di Santa Maria della Carità: cosa vedere a Brescia

L’interno barocco della Chiesa di Santa Maria della Carità: cosa vedere a Brescia

CASTELLO DI BRESCIA: cosa vedere in un giorno

Dalla Chiesa di Santa Maria della Carità, risalendo Via Gabriele Rosa, si può raggiungere il Castello di Brescia con una passeggiata di 15 minuti (in salita).

Collocato sul Colle Cidneo, il Castello è sicuramente uno dei simboli della città.
Si tratta di un complesso molto vasto, esistente già durante l’età del bronzo, con chiari scopi difensivi e militari.

Oggi è un luogo tranquillo e piacevole in cui passeggiare alla scoperta del fossato, delle possenti mura, dei torrioni e del ponte levatoio.

L’accesso al castello ed ai suoi spazi all’aperto è gratuito, così come il piccolo ma delizioso Museo Ferroviario con plastici e trenini in movimento.
A pagamento, invece, il Museo delle Armi, collocato nel Mastio Visconteo. Qui potrai ammirare una delle collezioni di armature ed armi più ricche di tutta Europa.

Il Castello di Brescia, una delle tappe dell'itinerario a piedi

Il Castello di Brescia, una delle tappe dell’itinerario a piedi (photo credits Wikimedia Commons)

PIAZZA PAOLO VI E I DUE DUOMI DI BRESCIA: il cuore della città

Scendendo lungo Via Militare (o una delle sue scalette) ed attraversando la bella Piazza Tito Speri, si raggiunge una delle piazze più belle di Brescia: Piazza Paolo VI, precedentemente conosciuta come Piazza Duomo.

Su questo elegante e vivace spiazzo, già esistente in epoca Medievale, si affacciano alcuni degli edifici più importanti da visitare a Brescia:

  • il Palazzo del Broletto, con la bella Torre Civica e la loggia, dove avevano sede le magistrature civiche durante l’età comunale
  • il Duomo Nuovo (o Cattedrale di Santa Maria Assunta), iniziato nel 1604 e completato nell’Ottocento, che presenta una facciata grandiosa in marmo bianco di Botticino (BS). L’interno, di gusto classicheggiante, conserva alcune opere di pittori importanti come il Moretto e Palma il Giovane
  • il Duomo Vecchio, dell’XI secolo, è collocato ad un livello inferiore rispetto all’attuale piano cittadino ed è per questo che, all’interno, vi si accede tramite una scalinate in discesa. Esternamente è costituito da due corpi cilindrici sovrapposti (architettura romanica) mentre l’interno è molto curioso in quanto sono chiaramente leggibili i rifacimenti e le aggiunte succedutesi nel tempo. Sopra i resti romani, per esempio, si trovano affreschi rinascimentali. Da non perdere il Sarcofago del Vescovo Berardo Maggi, opere del Moretto e del Romanino e la Cripta di San Filastrio (XI-X secolo)
  • tra i palazzi più belli affacciati sulla piazza ci sono Palazzo Negroboni, di inizio XX secolo, e la Casa dei Carmelenghi, con belle trifore del XV secolo
Piazza Paolo VI con il Duomo vecchio e quello nuovo

Piazza Paolo VI con il Duomo vecchio e quello nuovo

PIAZZA DELLA LOGGIA: tra le più belle piazze di Brescia

Cosa vedere a Brescia in un giorno? Sicuramente nell’itinerario non può mancare la splendida Piazza della Loggia, realizzata in epoca rinascimentale ed a pieno titolo una delle più belle piazze di Brescia.
Tra i tavolini all’aperto, su di essa si affacciano:

  • il Palazzo della Loggia, un elegantissimo edificio rinascimentale in marmo di Botticino con un bel porticato ed un’elaborata cupola. In origine ospitava le udienze del Podestà veneziano ed altre istituzioni cittadine mentre, al giorno d’oggi, è la sede della giunta comunale
  • la Torretta dell’Orologio, anch’essa del XV secolo, con il bell’orologio astronomico con le ore, le fasi lunari ed i segni zodiacali. Sotto l’orologio si sviluppa un elegante porticato ma ti invito a guardare in alto: le due figure in rame sono automi che battono lo scoccare dell’ora sulla campana. Sono chiamati i “macc de le ure” (matti delle ore)
  • la stele che ricorda le vittime dell’attentato di Piazza della Loggia del 28 maggio 1978, collocata nel porticato sotto la Torretta dell’Orologio
  • il monumento alla Bella Italia, regalato alla città da Vittorio Emanuele II in memoria dei caduti delle Dieci Giornate di Brescia
  • il Palazzo Monte di Pietà Vecchio con al centro un passaggio che conduce in Piazza della Vittoria
Piazze di Brescia: visitare Piazza della Loggia

Piazze di Brescia: visitare Piazza della Loggia

QUARTIERE DEL CARMINE DI BRESCIA: cosa vedere tra chiese, vicoli e multietnicità

L’antico quartiere del Carmine si sviluppa ad nord-ovest rispetto al Palazzo della Loggia. Percorrendo Via San Firmino, una delle sue arterie principali, si fa un tuffo nei quartieri storici e popolari di Brescia.
Alte palazzine dai vivaci colori pastello si alternano a chiese, vicoli caratteristici, palazzi eleganti e locali notturni.

Sicuramente non passerà inosservato lo spirito multietnico del quartiere che, negli ultimi decenni, ha dato un tocco più colorato e speziato a questa zona della città.

Le principali cose da vedere nel Carmine di Brescia sono:

  • la Chiesa di Santa Maria del Carmine, in stile gotico lombardo, risale al Quattrocento. All’interno si trovano numerose opere d’arte come un affresco di Vincenzo Foppa ed una pala d’altare di Pietro de Witte
  • la Chiesa dei Santi Faustino e Giovita, del 1622, dedicata ai due patroni della città. L’interno barocco è davvero sontuoso e presenta ricche cappelle laterali ed affreschi (tra cui anche di Tiepolo)
Un vicolo del Quartiere del Carmine di Brescia

Un vicolo del Quartiere del Carmine di Brescia

BRESCIA UNDERGROUND: visitare il sottosuolo di Brescia

Cosa vedere nel sottosuolo di Brescia? Sotto le piazze lastricate e le strade asfaltate si nasconde un’altra città: antichi fiumi sotterranei, fondamenta di palazzi storici, canali e rogge.

L’associazione Brescia Underground organizza delle interessanti visite guidate che, tramite itinerari differenti, ti permetteranno di effettuare un insolito trekking urbano ma sotto il suolo.
Lungo il percorso avrai anche l’opportunità di scoprire leggende e curiosità sulla città.

I tour hanno un costo piuttosto contenuto e vengono organizzati prevalentemente durante il weekend. E’ consigliata la prenotazione.

Brescia Underground: cosa fare a Brescia

Brescia Underground: cosa fare a Brescia

CHIESA DI SANT’AGATA: cosa vedere a Brescia

Ritornando sui tuoi passi e riattraversando Piazza della Loggia, raggiungerai Piazza della Vittoria. Prima però ti suggerisco di visitare la splendida Chiesa di Sant’Agata.
Nonostante esternamente non sia così attraente, l’interno è spettacolare e rientra a pieno titolo tra le cose da vedere a Brescia.

In un mix di stili che vanno dal Quattrocento al Seicento, si susseguono affreschi, volte e stucchi.
Bellissima la pala d’altare di Francesco Prata di Caravaggio.

Chiese più belle di Brescia: Chiesa di Sant'Agata

Chiese più belle da visitare a Brescia: Chiesa di Sant’Agata

PIAZZA DELLA VITTORIA: architettura fascista a Brescia

Pur essendo poco distanti tra di loro, Piazza della Loggia e Piazza della Vittoria sono completamente differenti.
Gli amanti dell’architettura e dell’urbanistica fascista, ma non solo, apprezzeranno questo ampio spazio ridisegnato e realizzato tra il 1932 ed il 1937 dall’architetto Marcello Piacentini (che ha lavorato anche in Bergamo Bassa).
E’ proprio qui che si tenevano le adunate fasciste e, per questo, è ancora visibile l’Arengario, un pulpito ricoperto di bassorilievi.

Il neoclassicismo monumentale trionfa nei principali edifici di questa piazza di Brescia:

  • il Palazzo delle Poste, che occupa tutto il lato nord
  • il Torrione INA, alto 60 metri ed uno dei primi grattacieli d’Italia
  • il Quadriportico con la Torre della Rivoluzione

Un tempo, nella piazza campeggiava anche la statua “Era fascista”, chiamata “Bigio” dai bresciani, che venne poi rimossa nel 1945.

Tra le cose da vedere a Brescia in un giorno c’è anche la vicina Piazza del Mercato. Pur non essendo particolarmente ampia, è molto vivace e fiancheggiata da bei palazzi realizzati a partire dal XV secolo.

Torrione INA in Piazza della Vittoria

Torrione INA in Piazza della Vittoria

VIA DIECI GIORNATE E CORSO GIUSEPPE GARIBALDI: dove fare shopping a Brescia

Proseguiamo il nostro itinerario di Brescia ed attraversiamo il portico sul lato est di Piazza della Vittoria che ci porterà in via Dieci Giornate. Si tratta di un’importante arteria del centro storico di Brescia che collega Piazza della Loggia con Corso Zanardelli.

Qui un tempo si trovavano le mura della città ma oggi, lungo un lato della via, corre un bel passeggio coperto su cui si affacciano numerosi negozi.
Proprio per questo motivo, si tratta di una zona perfetta per lo shopping.

I negozi e le boutique poi proseguono lungo Corso Giuseppe Zanardelli che, a partire dal XIX secolo, diventa luogo di ritrovo della borghesia bresciana.
Non è quindi un caso se, proprio qui, si trova il Teatro Grande, inaugurato nel 1664. Ancora oggi ospita spettacoli e festival nella sua sala sontuosamente decorata. Ti suggerisco di entrare a curiosare se troverai le sue porte aperte.

Corso Zanardelli visto dall'uscita del Teatro Grande

Corso Zanardelli visto dalla scalinata del Teatro Grande

PINACOTECA TOSIO MARTINENGO: conclusione della visita di Brescia

Cosa vedere a Brescia in un giorno? L’itinerario ad anello che ti riporterà in Piazzale Arnaldo, da cui è partita la nostra passeggiata alla scoperta dei principali luoghi da visitare a Brescia, toccherà ancora un importante museo: la Pinacoteca Tosio Martinengo (ingresso a pagamento).

All’interno di un palazzo storico, è possibile ammirare opere di artisti famosi tra cui Raffaello, Lotto, Ceruti, Romanino, Hayez e Canova.
Il cuore della pinacoteca sono comunque i lavori rinascimentali dei pittori bresciani.

Le 21 sale del museo sono state riaperte dopo lunghi anni di lavori di ristrutturazione ed accolgono oggi dei veri e propri tesori dell’arte.

Una sala della Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia: cosa vedere

Una sala della Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia: cosa vedere

LA PARENTESI DI MISTER G: Brescia, la Leonessa d’Italia

Inizialmente volevo parlarti dei piatti della tradizione bresciana ma poi ho deciso di farteli scoprire quando ti siederai ad uno dei ristoranti che incontrerai lungo l’itinerario. Fabio ti ha già raccontato praticamente tutte le cose da vedere a Brescia in un giorno quindi voglio lasciarti almeno una sorpresa a tavola!

Conosci il motivo per cui Brescia viene chiamata la Leonessa d’Italia? L’appellativo le è stato conferito da Giosuè Carducci in una sua poesia in cui ricorda il coraggio dimostrato dai bresciani durante l’insurrezione popolare delle Dieci Giornate. Nel 1849, infatti, Brescia affrontò gli austriaci che dominavano la città.

Il titolo di “Leonessa” le venne però conferito già nel 1438 da Venezia per il valore e l’attaccamento verso la Serenissima. Brescia, infatti, venne proclamata “Leonessa e degna sposa del Leone” (con riferimento allo stemma della Repubblica di Venezia).

Il Tempio Capitolino di Brescia

Interno del Duomo vecchio di Brescia: cosa visitare in città

DOVE PARCHEGGIARE A BRESCIA E COME RAGGIUNGERLA

Brescia la si raggiunge comodamente sia in auto che in treno. Sono molte infatti le linee che la collegano ad altre città italiane, spesso anche con treni ad alta velocità.
La stazione non dista moltissimo dal centro storico e, ad ogni modo, puoi sempre prendere un autobus.

Chi arriva a Brescia in auto deve tener presente che non vi sono moltissimi posti in cui parcheggiare, se non quelli dei grandi parcheggi a pagamento.
Se vuoi lasciare l’auto in prossimità di Piazzale Arnaldo, da cui parte l’itinerario alla scoperta di cosa visitare a Brescia, avrai due possibilità:

  • un grande parcheggio sotterraneo ed a pagamento situato all’ingresso della piazza (Arnaldo Park)
  • alcuni parcheggi gratuiti in strada tra le belle ville liberty che si trovano nei dintorni di Via De Amici e Via Boifava
Interno della Chiesa dei Santi Faustino e Giovita

Interno della Chiesa dei Santi Faustino e Giovita

DOVE DORMIRE A BRESCIA: b&b ed hotel

Come avrai potuto vedere, l’elenco di cose da vedere a Brescia è davvero lungo. Ecco perché potresti valutare di trascorrerci un weekend, cogliendo poi l’occasione per esplorare anche i dintorni della città.
Ti propongo alcune buone strutture in cui pernottare:

  • La Filanda: le camere di questo b&b sono semplici ma recenti ed accoglienti. La struttura è situata alle spalle del Palazzo della Loggia ed il prezzo è adatto ai viaggiatori low cost con un occhio ai confort!
  • Bresciantica: bed and breakfast situato nei pressi di Via Musei, proprio dietro alla Chiesa di Santa Maria della Carità. Camere arredate con gusto, posizione centrale e prezzi interessanti
  • Al Binario Brescia: situato vicinissimo alla stazione dei treni, questo carinissimo b&b offre camere recenti e arredate con stile
  • Albergo Orologio: l’unico hotel che ti propongo è una piccola struttura situata a pochi metri da Piazza Paolo IV, in pieno centro. Offre i servizi tipici di un albergo ma il prezzo è interessante
Giorno di mercato nel Quartiere del Carmine

Giorno di mercato nel Quartiere del Carmine

COSA VEDERE A BRESCIA E DINTORNI: visitare la provincia

Di cose da vedere a Brescia e dintorni ce ne sono davvero molte. Il territorio della provincia va dalle montagne ai campi della bassa, passando per laghi e colline.
Ti propongo alcune delle principali cose da vedere:

Se il meteo non è dei migliori, scopri cosa fare a Brescia quando piove.

Interno del Duomo vecchio di Brescia: cosa visitare in città

Interno del Duomo vecchio di Brescia: cosa visitare in città

Share: